Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Stress,ansia,panico e insonnia. per favore aiutatemi.

Inviata da Maria C. il 2 apr 2013 Stress

Salve a tutti, sono una ragazza di 22 anni. Dopo la fine della mia relazione durata fra alti e bassi 5 anni, ho deciso di andare via dal mio paese. Mi sono trasferita in un paese del nord e ho ripreso gli studi ma dopo i primi mesi di assestamento in cui sembrava che tutto stesse andando per il verso giusto mi è crollato il mondo addosso. Non sono riuscita ad andare d'accordo con le coinquiline e con la gente del luogo così differente da me che sono del profondo sud, contemporaneamente scopro che mio padre ha sperperato tutto per il gioco lasciandomi a più di 1.800km di distanza senza un euro e come se non bastasse mi ritrovo ancora a pensare a quella storia che mi ha fatto soffrire non poco, riscoprendomi piu innamorata che mai. Prima di ritrovare il coraggio di ritornare a casa (sono stata costretta a tornare e ad abbandonare definitivamente gli studi dato la nuova condizione economica famigliare disastrosa) passo un mese in completa solitudine chiusa in casa giorno e notte in questa città in cui non mi trovavo per niente bene lontano da tutto e tutti sentendomi "completamente abbandonata a me stessa". Dopodichè ritorno a casa mia e da quando sono ritornata soffro di problemi fisici quali: stanchezza, sonnolenza, debolezza, problemi di stomaco come gastrite ecc... subito dopo essere tornata, mentre dopo qualche mese si presentano anche problemi di ansia e attacchi di panico. Praticamente tutto ad un tratto è come se mi si stesse stringendo la gola e non riesco a respirare, inizia a girarmi violentemente la testa e mi si annebbia la vista in qualche caso; automaticamente mi viene un senso di svenimento che mi fa agitare da morire perchè ho il terrore di svenire e il cuore inizia a battermi all'impazzata. questi fenomeni si presentano anche piu volte al giorno, questo problema sta rovinando totalmente la mia vita. vorrei andarmene di nuovo da casa per crearmi un futuro perchè a casa mia la situazione è insostenibile, e anche se provo a parlare con loro non vengo capita per niente, ma questo vortice di paure in cui sono finita mi impedisce di fare questo passo perche ho sempre in mente l'immagine di me da sola lontana e "abbandonata". Superfluo dire che passo le giornate in casa a letto non comunicando con nessuno e pensando al mio ex continuamente anche se sono passati due anni da quando non lo vedo e nn lo sento. Ho imparato a convivere con il fallimento della mia vita, con l abbandono da parte dell amore della mia vita e di mio padre... con il fatto di non avere la possibilità di potermi almeno realizzare. Non riesco ad imparare a convivere con questa continua ansia e questi attacchi di panico. il mio medico curante mi ha prescritto le lexotan ma non sortiscono alcun effetto. Ho deciso di prendere seriamente in considerazione l'idea di una cura specialistica da quando da piu di due settimane non riesco piu a dormire la notte... sto sveglia fino alle 7 del mattino e poi mi addormento svegliandomi alle 4 o 5 del pomeriggio. e questa insonnia mi snerva da morire, mi sento di essere sempre piu vicina alla soglia dell esaurimento. Per favore, che qualcuno mi aiuti, mi dia qualche dritta per potere ritrovare la persona che ero. non ne posso piu, non so per quanto ancora potro andare avanti cosi. A chi mi potrei rivolgere? che percorso curativo dovrei intraprendere? ho sentito parlare di ipnosi, potrebbe essere un valido aiuto? Sono disposta a tutto pur di riprendere in mano la mia vita nel piccolo delle mie possibilità perchè tralaltro non potrei mai permettermi sedute da 50 euro a settimana.
C è magari un metodo di cura meno costoso possibile e relativamente rapido? Scusatemi per gli eventuali errori di dicitura. grazie mille a tutti quanti

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Maria,
quello che lei ha passato in un ambiente tanto diverso dal suo sembra un periodo molto difficile, con eventi che possono rappresentare dei veri e propri traumi; anche quello che sta attraversando ora è un momento pieno di sofferenza in cui però si percepisce la sua voglia di ricominciare a vivere la vita serena che merita. La sua richiesta di aiuto è giusta e legittima ed è importante che lei non rimanga da sola a gestire questi momenti bui. Le consiglio quindi di rivolgersi all'ASL del suo paese, ad un consultorio familiare del servizio pubblico ad esempio, dove potrà intraprendere un percorso terapeutico che comprenda eventualmente dei farmaci ma soprattutto un intervento di supporto psicologico e psicoterapia che la aiuti ad affrontare e superare le difficoltà che sta incontrando. Un cordiale saluto, dott.ssa Lucia Mantovani, Milano

Studio di Psicologia Dott.ssa Lucia Mantovani Psicologo a Milano

993 Risposte

459 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Maria, la sotuazione che descrivi e' molto difficile da sopportare a lungo e tanto meno penso che tu ti debba "abituare"... Piuttosto riprendi le redini della tua vita e fatti aiutare...
Non so da dove scrivi e dove abiti... Io sono siciliana di origine e ti posso assicurare che anche alla ASL (quindi gratis) ci sono dei bravi professionisti che potrebbero aiutarti... Inizia da li' vai alla tua ASL di appartenenza e chiedi intatnto una consulenza, i colleghi approfondiranno e daranno una definizione al problema e ti proporranno una cura/terapia da seguire... E tu lo devi fare!
Quando starai meglio e sarai piu' forte potrai riprendere anche dei progetti piu' importanti per realizzarti...
Tanti in bocca al lupo
Dott.ssa R.M. Scuto

Dott.ssa Rosa Michela Scuto Psicologo a Pontedera

76 Risposte

28 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Maria,
la forma d'ansia che hai sperimentato è stata così carica di contenuti emotivi che ti ha condotto al panico. E mi sembra anche che tu stia soffrendo di una forma depressiva. La condizione che stai provando è del tutto naturale viste le vicende personali e familiari. Fai benissimo a voler risolvere il tuo disagio, perché da lì potrai risollevarti e riprenderti in mano la tua vita. Quindi non aspettare oltre.
Le psicoterapie che suggerisco per casi come il tuo sono la cognitivo -comportamentale o la strategica, che mira ad un percorso in tempi rapidi. Puoi consultare l'elenco degli specialisti e verificare i costi.
In bocca al lupo
dott.ssa Cristina Mencacci

Dott.ssa Cristina Mencacci - Psicologa Psicologo a Perugia

366 Risposte

163 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno gentile Maria,
ho letto attentamente la sua richiesta dove parla del suo problema familiare reale e del suo pensiero dominante riguardo il suo ex ragazzo che la porta ad un senso di importante frustrazione. Il pensiero di aver fallito, per cui un pensiero di se stessa negativo, non l'aiuta a potersi riprendere ma è allo stesso tempo segno che il suo stato psicofisico è in forte disequilibrio. La cosa più importante da fare al più presto è quella di rivolgersi al servizio di psicologia e psichiatria dell'ospedale più vicino a casa sua e richiedere un colloquio per intraprendere un ciclo di sedute di psicoterapia. In questo modo potrà pagare solo il ticket in base alla sua situazione economica. Lei è molto giovane e potrà, se seguita con costanza, riprendere in mano la sua vita. Come vede non esistono solo i professionisti privati.
Cordialmente

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Roma

1715 Risposte

2802 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Maria,
leggo la sofferenza che sta provando in questo periodo, costellata da avvenimenti che certamente hanno inciso sull'emergere dei sintomi, che mi paiono da qui come sintomi d'ansia in effetti. E' difficoltoso "convivere" con le situazioni spiacevoli che si vengono a creare e che sembrano non permettere,nel suo caso, il proseguio del suo spazio di autonomia ed indipendenza, anche emotiva. penso che ad un certo punto, quando non sembrano esserci vie libere ed accessibili per proseguire per il proprio cammino, invece che guardare avanti, il passato, ovvero la sua storia passata con il fidanzato, riaffiori, con uno sguardo proteso all'indietro.
Credo le sia proprio utile intraprendere un percorso di psicoterapia, per rileggere il suo vissuto, trovare strategie e rivalutare e rimettere in gioco le sue risorse personali, per proseguire più serenamente.
attraverso pc è piuttosto arduo trovare soluzioni o soluzioni ad hoc, rapide ed efficaci da mettere in pratica. Considerata la sua difficoltà economica nell'investire nelle sedute, provi a cercare un/a collega al Consultorio della sua città. Il farmaco da solo ha poca efficacia, se non quella di "tamponare" momentaneamente i sintomi: è necessario che sia affiancata da un percorso terapeutico.
Intanto faccia leva sul fatto che decidendo di scrivere qui, cercando aiuto, ha già fatto un primo passo di consapevolezza riguardo al suo malessere, che chiede di essere ascoltato.
un grosso augurio
cordialmente

Dott.ssa Elisa Fagotto Psicologo a Portogruaro

334 Risposte

182 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Stress

Vedere più psicologi specializzati in Stress

Altre domande su Stress

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19800 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15700

psicologi

domande 19800

domande

Risposte 79150

Risposte