Aiutatemi, mi sento così sola

Inviata da Diana · 3 gen 2018 Crisi adolescenziali

Salve,
mi chiamo Diana, e ho 20 anni.
Nell'estate di due anni fa, ho iniziato a soffrire di attacchi di panico, ansia e insonnia. Nonostante questo problema, non avevo nessuno che si prendeva cura di me. Amici, familiari, zero. Erano convinti che fosse una cosa passeggera e io così ho cercato di farmi forza da sola e per un po' la cosa si è risolta. Dopo essermi diplomata, decisi di andare a studiare a Roma (sono di Napoli), un po' perché avevo il bisogno di "evadere", di cavarmela da sola, di far capire a me stessa che avrei avuto bisogno solo di me stessa. Ora però tutto è cambiato. Ho capito che non è la mia strada. Ho capito di aver intrapreso una strada che non è la mia (mi riferisco alla facoltà), non mi sento felice di ciò che faccio, come se lo stessi facendo solo per dimostrare qualcosa agli altri e non a me. Così ho deciso di fermarmi per un po, per capire cosa realmente voglio. Solo che ora ho iniziato a sentirmi di nuovo come due estati fa, sola, ansiosa, e la notte non dormo, mi sveglio frequentemente. La cosa che mi fa più male è che nessuno s'accorge che sto realmente perdendo la testa. Passo le mie giornate a letto, guardando film, non ho voglia di vedere gente, non ho voglia di niente, e quando sto in compagnia non vedo l'ora di ritornare alla mia solitudine. I miei amici mi vogliono solo per uscire, mia madre e mio padre non mi chiedono mai nulla, e i miei fratelli bhe mi sa che non sanno nemmeno la facoltà che frequento. Vorrei solo andare via di qui. Ricominciare da sola, e sentirmi viva. Non so che strada prendere, non so cosa fare, vorrei fare qualche altra facoltà, ma non so quale, sono così confusa, e nessuno che mi da un consiglio. Non è normale che io a 20 anni mi senta una fallita. Io non ho paura di ricominciare da un'altra parte, anzi a me piace esplorare nuove cose, vedere il mondo, conoscere qualsiasi cosa c'è da conoscere. Mi piace aiutare gli altri, darei qualsiasi cosa per vedere felice qualcuno più sfortunato, Solo che non so da dove iniziare, mi sento come se stessi percorrendo una strada senza uscita, mi sento impazzire, non ho lacrime per piangere, e ormai sono abituata al fatto che nessuno mi dica "come stai", "come lo vedi il tuo futuro", o cose del genere, che non parlo più con nessuno. Datemi un consiglio, come posso riprendere in mano la mia vita, ritrovare la serenità che dovrebbe avere una ragazza a 20 anni, come posso capire qual'è la mia strada?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 4 GEN 2018

Gentile Diana,
la solitudine del suo malessere e del suo perdere la testa mi sembra appartenga ad un fare da sola (vedi attacchi di panico, insonnia) scelte del suo futuro in cui fa, disfa, vive una sempre più crescente condizione di isolamento dagli altri e dal mondo con conseguente disadattamento e confusione. La sua famiglia non sa nulla di lei, mi chiedo cosa fa per manifestare i suoi disagi e coinvolgerli rispetto al suo star male, al suo bisogno di attenzione e sostegno.
Credo sia necessario iniziare a parlarne con i suoi genitori e se necessario chiedere un aiuto psicologico. Penso possa essere un primo passo verso il suo intento di voler prendere la sua vita in mano.
Buona giornata
Elisabetta Ciaccia

Dott.ssa Elisabetta Ciaccia studio di psicologia Psicologo a Milano

454 Risposte

141 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 GEN 2018

Cara Diana,
La situazione che descrivi è di grande sofferenza, solitudine e confusione, e tu sembri non vedere via d'uscita. Per fortuna invece il modo per uscire da queste trappole mentali c'è, ma non è quello di cambiare facoltà senza troppa convinzione o di andare all'estero, perché i problemi sono sempre dentro di noi... e da noi stessi non possiamo scappare. Io ti consiglio di non aspettare che gli altri ti chiedano come stai o che cosa vuoi fare, ma di chiarire a te stessa come ti vedresti nel futuro, e cosa ti piacerebbe davvero fare, e poi agire di conseguenza, a piccoli passi. Sentirsi falliti a 20 anni come capisci bene e' solo un grande autoinganno negativo, ma a volte per ristabilire un equilibrio abbiamo anche bisogno di un piccolo aiuto, e io ti consiglio di rivolgerti ad un terapeuta che ti possa dare le giuste indicazioni.
Cordialmente
Dr.ssa M. Sara Sanavio
Perugia

Dr.ssa M.Sara Sanavìo Psicologo a Perugia

226 Risposte

97 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 GEN 2018

Buongiorno Diana, mi pare che lei abbia già "ricominciato" trasferendosi a Roma; se non è convinta della facoltà che ha scelto ha fatto bene a fermarsi per capire cosa sia meglio per lei. Ciò su cui dovrebbe focalizzare la sua attenzione sono le relazioni: come mai preferisce stare da sola? Da una parte vorrebbe che gli altri le chiedano "come stai?", dall'altra si ritira nella solitudine.

Dott.ssa Rossana Curatolo Psicologo a Pogliano Milanese

40 Risposte

14 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 GEN 2018

Gentilissima,
l' aspetto positivo è che lei ha compreso che la strada intrapresa non è quella giusta per lei, per fortuna ha avuto questa consapevolezza che molti non hanno e che le permetterà di costruire un futuro sereno e soddisfacente. Ora non resta che prendere una o più nuove strade. In un momento di confusione potrebbe chiedere una consulenza breve.
La saluto con stima.
Dottoressa Alessandra Monticone
Psicologa in Asti e via Skype in tutta Italia.

Monticone Alessandra Psicologo a Asti

255 Risposte

100 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 GEN 2018

Non sei nella testa di nessuno, cara Diana! Allora è il momento di entrare nella testa di uno psicologo. Gli potrai raccontare dei tuoi problemi, ma sopratutto saprai di essere nella sua testa, anche quando non sei nel suo studio.E' importante. Con lui, inoltre, dovrai affrontare la sfida più grossa della tua vita: separarti "interiormente" dai tuoi genitori. Attraversare il guado che ti porta all'età adulta. E' il momento. Ciao

Dott. Luciano Malerba Psicologo a Torino

125 Risposte

42 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 GEN 2018

Cara Diana, comprendo la sua difficolta': Non e' facile capire qual'e la propria strada soprattutto se ci sentiamo soli e smarriti. Rimanere pero' fermi aspettando che qualcosa cambi o che qualcuno le dia una mano, serve a ben poco. Dobbiamo ricominciare a muoversi. Partiamo da alcune consapevolezze che emergono chiaramente dalle sue parole: La strada intrapresa in precedenza non e' la sua; vorrebbe fare un'altra facolta'; non avrebbe problemi a spostarsi, anzi, e' cio' che desidererebbe. Sulla base di cio', credo che dovrebbe cominciare a cercare delle risposte concrete (es. Quale facolta'? Cosa le piacerebbe fare? Quali sono le sue passioni?) iniziando ad immaginarsi il suo futuro. Cara Diana, penso che meriti anche lei di trovare "il suo posto nel mondo" ma certo e' che non lo trovera' chiusa in casa. Se sente di non farcela da sola nel trovare queste risposte, le consiglierei di rivolgersi ad uno psicologo che la possa aiutare nel fare chiarezza rispetto alle proprie scelte: In due si vedono sempre piu' cose! Non si scoraggi e cerchi al piu' presto di ricominciare a camminare! Un caro saluto, Dott dsa Sara Silvan

Dott.ssa Sara Silvan Psicologo a Monteriggioni

16 Risposte

6 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Crisi adolescenziali

Vedere più psicologi specializzati in Crisi adolescenziali

Altre domande su Crisi adolescenziali

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17000

psicologi

domande 24050

domande

Risposte 86650

Risposte