Sono fidanzata ma mi piace un altro?

Inviata da Giulia · 23 gen 2015 Terapia di coppia

Ho 22 anni, sono fidanzata da quasi 4 anni di cui l'ultimo anno e mezzo l'ho passato convivendo con lui. Lo amo moltissimo, sono sempre stata innamorata di lui e non ho mai desiderato nessun altro. Lui è assolutamente MERAVIGLIOSO. Certo ha i suoi difetti, ma mi rispetta moltissimo, si prende cura di me è della casa, è molto maturo (anche perché ha 30 anni, quindi 9 più di me). Mi fa sentire amata, coccolata e protetta. Credevo fosse tutto perfetto, ma poi è successo questo: io ho appena iniziato un'accademia di recitazione dove vado tutti i giorni dal lunedì al venerdì, e sto lì dalla mattina al pomeriggio. Si fanno dei lavori teatrali dove c'è anche il sesso (spiegar veli sarebbe un po' difficile, ma diciamo semplicemente che c'è da simulare il sesso magari per delle scene).. E questo li crea dei sensi di colpa tremendi, ho provato a parlare con lui e lui mi ha detto che gli sta bene solo se io non provo piacere nel farle. Il problema è che a volte, non sempre, provo piacere invece. A volte sono solo delle reazioni fisiologiche altre volte è una cosa mentale, in particolare con una persona: è un allievo del terzo anno, ha 27 anni. Mi sono subito sentita attratta da lui. Mi piace perché è sexy, recita benissimo, ha carisma, e in uno di questi lavori di gruppo mi ha abbracciata e stretta forte e ho sentito le farfalle nello stomaco. Da quel giorno l'ho sognato due notti di fila, ho sognato di baciarlo. Mi sento talmente in colpa, se il mio ragazzo lo sapesse si rovinerebbe tutto. Lui è sempre stato dell'idea che se siamo fidanzati non dobbiamo essere attratti da altre persone altrimenti significa che qualcosa non va bene e ci si debba lasciare. Cosa devo fare? Io cerco sempre di mantenere un certo contegno e certamente non flirto e non mi scrivo con nessuno, ma cosa devo fare con questa attrazione che sento per questa persona? Cosa posso fare per non rovinare la mia relazione, la mia convivenza? Non voglio dirlo al mio ragazzo, assolutamente. Voglio sapere da voi esperti se è normale che a volte, nel corso di una storia (specialmente alla mia giovane età) ci si possa sentire attratti da qualcunaltro). Il problema è che lui considera praticamente tradimento sia il fatto che a me possa piacere un altro, sia il fatto che durante questi lavori teatrali io possa provare piacere. Che devo fare ?

Ps.: ho omesso di dire che io e il mio ragazzo non facciamo sesso da un po', nell'ultimo anno lo abbiamo fatto forse una volta al mese.. Questo perché lui ha degli squilibri ormonali dovuto all'ipotiroidismo.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 26 GEN 2015

Gentile Laura,
la voglio rassicurare. E' normale poter essere attratti da un'altra persona anche se siamo fidanzati con un'altra perché possiamo ritrovare in quella persona degli elementi che nel nostro partner (seppur consideriamo perfetto) non ci sono ma che a noi piacciono. Questo non significa tradire ma può essere un campanello d'allarme per il nostro rapporto e può farci soffermare a pensare cosa non va con il nostro partner. Lei stessa scrive che lei e il suo fidanzato avete rapporti fisici diradati e questo potrebbe essere uno dei motivi che la spingono a "distrarsi" . Potrebbe cercare di trovare insieme al suo partner delle soluzioni per stare bene insieme al di là della fisicità dato i suoi problemi di questo periodo. Potreste anche rivolgervi ad un terapeuta di coppia che vi possa aiutare.
Cari saluti
Dott.ssa Barnaba

Dott.ssa Barnaba Valentina Psicologo a Taranto

94 Risposte

310 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 GEN 2015

buona laura,
mi viene da dirle in prima battuta che nel corso della vita molte cose cambiano e quello che ci stava bene al principio può starci stretto dopo qualche tempo..... credo che rivolgere lo sguardo su se stessa per valutare come lei è mutata nel tempo, quali sono i suoi bisogni, le sue aspettative, i suoi sogni per poter valutare la sua attuale condizione e vedere se corrisponde a ciò che ora ha; questo potrebbe non solo aiutarla nella vita ma anche nel suo futuro visto che frequenta un'accademia di recitazione!
Spero di esserle stata utile
Dottoressa Verusca Gorello
Psicologa Psicoterapeuta

Dott.ssa Verusca Gorello Psicologo a Roma

57 Risposte

36 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 GEN 2015

Buongiorno Laura,

come dici tu stessa, è normale alla tua età provare queste sensazioni, l'attività teatrale che ti impegna per molto tempo è poi particolarmente coinvolgente a livello emotivo.
Non devi sentirti in colpa per dei pensieri, e non devi per forza metterne a conoscenza il tuo compagno, come hai scritto sono solamente pensieri e sensazioni e come tali sono privati. Forse, il fatto che tu senta di provare qualcosa per quest'altra persona può essere visto come un "campanello" che ti avverte che qualcosa non sta andando come vorresti nel tuo rapporto attuale. Forse la comunicazione e l'intimità del rapporto col tuo compagno...mi sembra di capire da quanto scrivi che però comunque tu lo ami e che consideri positivo l'anno di convivenza trascorso insieme, potresti pensare di provare a risolvere con lui le "mancanze" che hai avvertito: le relazioni si costruiscono giorno per giorno con continui aggiustamenti reciproci.

Ti auguro il meglio,

Dott.ssa Claudia Boneschi

Dott.ssa Claudia Boneschi Psicologo a Milano

4 Risposte

10 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 GEN 2015

Gentile Laura,

da quanto scrive si intravede la possibilità che il rapporto che intrattiene col suo convivente sia già in crisi e che lei abbia timore a confessarlo anche a sè stessa. Lei è troppo giovane, a mio avviso, per sacrificare le sue fisiologiche esigenze sessuali agli squilibri ormonali del suo uomo, che lo limitano - così ci dice - ad un rapporto al mese. Appare inevitabile che lei si senta fisicamente attratta da altri uomini, vivendo in un contesto tanto restrittivo. Aggiungo che la sua situazione psico-emotiva andrebbe approfondita in un setting professionale, per consentirle di maturare le decisioni migliori per il suo futuro.
Cordialità.

dr.ssa Emanuela Carosso,
psicologa - psicoterapeuta in Torino.

Dr.ssa Emanuela Carosso Psicologo a Torino

60 Risposte

108 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 GEN 2015

Cara Laura,
l'attrazione per qualcosa di bello è un istinto, una pulsione che può capitare di provare e per questo non dobbiamo sentirci in colpa. Fortunatamente non siamo sempre in balia dei nostri istinti,il pensiero infatti ci consente di controllarli e di incanalarli verso le scelte migliori per noi stessi e per le persone a cui vogliamo bene.
Nella sua lettera scrive che questa attrazione non si limita ad un'attivazione fisiologica ma che a volte è anche una cosa mentale.
Il mio invito pertanto è quello di riflettere sul rapporto con il suo partner.
Non penso sia un caso che lei abbia inizialmente omesso la scarsa vita sessuale che caratterizza la vostra relazione. Si è chiesta in che modo si riflette questo nel vostro rapporto? che significato ha per lei? si sente appagata sessualmente? Lo vive come un problema e nel caso ne ha parlato con il suo partner?
cordialmente.
Dott.ssa Silvia Lodovica Pusceddu
Psicologa-psicoterapeuta

Dott.ssa Silvia Lodovica Pusceddu Psicologo a Cagliari

14 Risposte

16 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 GEN 2015

L'intesa sessuale riguarda anche la frequenza dei momenti d'intimità. L'esperienza teatrale è certamente liberatoria rispetto alla componente emotiva spontanea della persona. Se non se ne può nemmeno parlare, probabilmente il rapporto di coppia è ad un punto di svolta. A lei affido il compito di favorire quale tipo di svolta preferisce.

Studio di Psicoterapie Brevi Psicologo a Molfetta

35 Risposte

15 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 GEN 2015

Cara Laura,
può succedere, non solo alla tua giovane età ma anche dopo, soprattutto se con il tuo fidanzato state vivendo un periodo di non troppa passione. Non devi temere i tuoi istinti perchè "controllarsi" sarebbe molto peggio. Non devi nemmeno dire al tuo fidanzato tutti i tuoi sogni e le tue fantasie. Semplicemente "vivi"..... e mentre vivi cerca di ascoltarti e di osservarti.

Tanti cari saluti e buone cose
dott. Alessandro Bertocchi

Dott. Alessandro Bertocchi Psicologo a Bentivoglio

93 Risposte

185 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 36500 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 21250

psicologi

domande 36500

domande

Risposte 124700

Risposte