Si puo' curare la ludopatia? C' e' bisogno di uno psicologo specializzato?

Inviata da Denise il 12 apr 2012 Ludopatia

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile signora Denise,
la ludopatia, come lei la chiama è curabile ma anche guaribile: dipende dai risultati emersi dalla valutazione clinica, Chi cura è lo psicoterapeuta
dr paolo zucconi sessuologo clinico e psicoterapeuta comportamentale a udine

Dr. Paolo G. Zucconi (sessuologia clinica & Psicoterapia) Psicologo a Udine

1087 Risposte

1551 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve, il gambling (disturbo da gioco d'azzardo, GAP) è una patologia che rientra tra i disturbi del controllo degli impulsi.
Si può superare attraverso un adeguato percorso terapeutico.

Dott.ssa Ilenia Faristei Psicologo a Arcola

16 Risposte

3 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Sì, Denise. La ludopatia si può e si deve superare. Non mi piace il termine curare. Nella psiche non c'è malattia. C'è sofferenza.
Io ho lavorato con molte persone che soffrono per questo disturbo.
Si deve lavorare sodo, ma se ne esce.

Dott. Marco Tartari

Dott. Marco Tartari Psicologo a Roatto

689 Risposte

396 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Il gioco d'azzardo patologico definito anche genericamente ludopatia) è un disturbo del comportamento rientrante nella categoria diagnostica dei disturbi del controllo degli impulsi.Il giocatore d'azzardo patologico è tale perchè mostra una crescente dipendenza nei confronti del gioco d'azzardo, aumentando la frequenza delle giocate, il tempo passato a giocare, la somma spesa nell'apparente tentativo di recuperare le perdite, investendo più delle proprie possibilità economiche (facendosi prestare i soldi e coprendosi di debiti) e trascurando gli impegni che la vita gli richiede.
Si tratta quindi di una vera e propria dipendenza che necessariamente deve essere affrontata da uno psicologo specializzato, anche coinvolgendo eventualmente la famiglia o il coniuge.
Cordialmente
Dott.Francesco Fisichella Psicologo-Psicoterapeuta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve Denise,
la ludopatia è spesso considerata una forma di dipendenza al pari di quella da droghe. La difficoltà che si incontra nell'affrontarla non va quindi sottovalutata ed è necessario rivolgersi ad uno psicoterapeuta e, in alcuni casi, anche all'aiuto di uno psichiatra. Come tutte le dipendenze, è spesso solo un sintomo di una sofferenza che non trova altro modo per esprimersi. Non sempre il giocatore compulsivo è l'unico portatore del disagio, ma può diventare il capro espiatoio di soggiacenti problematiche famigliari, che se risolte porterebbero beneficio a tutti i componenti.
Cordiali saluti
Dott. Monno

Dott. Alessandro Monno Psicologo a Bari

12 Risposte

12 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Denise,
anche se si tratta di una condizione certamente molto complessa, intrecciando fattori sociali e fattori familiari ed individuali, la ludopatia si può curare. Prova ne sono tutte quelle persone che, sicuramente con tanta fatica, con motivazione ed impegno, sono riuscite a riprendere il filo della loro vita dopo aver sperperato soldi ed energie in tutte quelle attività che caratterizzano la ludopatia. Credo però che la ludopatia dovrebbe essere considerata un elemento manifesto di una problematica più profonda, che investe la struttura della personalità di chi 'gioca' e le modalità relazionali che è riuscito a costruire fino al momento attuale.
La saluto con cordialità.

Dott. Lorenzo Sartini

Dott. Lorenzo Sartini Psicologo a Bologna

30 Risposte

25 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Sono un familiare di una persona affetta da questo disturbo. Devastante. Invalidante.
Ci sono esperti a riguardo in provincia di Caserta?

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Si può curare senz'altro e c'è bisogno di uno psicoterapeuta con esperienza nelle dipendenze patologiche. La prognosi, tuttavia, non è legata solo all'efficacia della cura, ma soprattutto al tipo di personalità della persona interessata. La dipendenza dal gioco ha motivi contingenti ma dinamiche molto profonde che occorre non solo individuare ma anche modificare, indirizzando tali energie in ambiti ed attività positive. Dott. Antonio Sperandeo, Psicologo.Psicoterapeuta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Certo ma la cosa importante è la motivazione ad iniziare un percorso psicoterapico. distinti saluti Dott.ssa Eva Scardone

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buon giorno Denise,
si può curare la ludopatia, cioè la dipendenza dal gioco d'azzardo, occorre molto tempo e motivazione. Dipende da quanto tempo ne è affetta e con quale frequenza. Se veramente ne vuole uscire e non lo fa per compiacere un familiare può riuscirci.
Cordiali saluti. Dott.ssa Silvia Parisi di Torino

Dr.ssa Silvia Parisi Psicologa Psicoterapeuta Sessuologa Psicologo a Torino

44 Risposte

30 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Le consiglio di ascoltare questa indagine del TG3 in merito al gioco d'azzardo: http://www.youtube.com/watch?v=jRlLXbxqTeI

Dr. Domenico Bumbaca, Psicoanalista Psicologo a Roma

26 Risposte

29 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gent.ma Sig.ra Denise,
la ludopatia è una forma di Dipendenza che ha degli aspetti comuni a tutti i tipi di Dipendenza e altri specifici, per quella da gioco. Ho, da poco, realizzato un Evento Psicoeducativo, su questa problematica, come può vedere, sul mio sito web e, se vuole, sono a disposizione, come Professionista, per un possibile Intervento! Dott.ssa Ambra Filippelli

Dott.ssa Ambra Filippelli Psicologo a Roma

1 Risposta

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Come tutte le dipendenze patologiche può essere tratta dal punto di vista psicologico, a viene volte coadiuvata dal punto di vista farmacologico farmacologico (dipende dal grado di compulsione e dagli effetti -simili ad astinenza vera e propria- che il soggetto accusa). Inizi rivolgendosi al Servizi per le Dipendenze (SerD) che trova all'interno dell'Ausl di competenza. Saluti.

Dott. Fabrizio Raia Psicologo a Naro

4 Risposte

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile utente,
il gioco d'azzardo patologico (GOP), è un problema che vede coinvolti molti soggetti soprattutto ai nostri giorni ed è paragonabile alla dipendenze da sostanze.
Per potere risolvere il problema è consigliabile farsi seguire dai membri specializzati del S.E.R.T, che si trovano presso ogni AUSL.
Cordiali Saluti, dott.ssa Angela Virone.

Dott.ssa Angela Virone Psicologo a Agrigento

315 Risposte

211 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

la ludopatia si può curare con l'aiuto di un equipe specializzata che comprende psicologo, psichiatra e altre figure che seguono l'utente lungo tutto un percorso che richiede un pò di tempo. Ci sono varie tecniche per curare la ludopatia ma la più efficace e la terapia multimodale che tiene conto del paziente, della sua famiglia.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile utente,
mi scuso in anticipo per questo intervento chirificatorio, che ritengo apportuno specificare.
Non sono una psicoterapeuta, e non ho alcun interesse a consigliare a un trattamento piuttosto che un altro. Sono una psicologa e il mio compito è quello di effettuare una disgnosi e proporre un eventuale percorso psicoterapeutico. Personalemnte, nel trattamento del gioco patologico, ritengo più utile una psicoterapia ad indirizzo cognitivo-comportamentale, ma ciò non implica che il gioco patologico (come qualsiasi disturbo psicologico) non possa essere curato con altri tipi di psicoterapia. Deontologicamente parlando, penso che bisognerebbe avere rispetto per l'opinione degli altri colleghi, anche se di discosta dalla propria.
Cordialmente. Dr.ssa Giada Pacifici

Dr.ssa Giada Pacifici Psicologo a Guidonia Montecelio

7 Risposte

9 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

gentile utente
come Psicologo Dirigente di un Sert le confermo che i servizi sanitari per le dipendenze si occupano sempre più anche di Dipendenze da Gioco, data la loro diffusione attuale. Nel miio caso conduco proprio un piccolo gruppo terapeutico psicoanalitico che integra efficacemente la terapia individuale sempre ad approccio analitico. Quel che sempre emerge è dato da problematiche affettive e relazionali profonde, insorte in epoche precoci e sedimentate patologicamente nel corso degli anni. Il sintomo di dipendenza svolge una funzione, in senso lato, ansiolitica. Ma la cura non può concentrarsi sul comportamento o sintomo. Richiede piuttosto l'elaborazione del complesso sottostante nell'ambito di una efficace relazione terapeutica.
Dott. Daniele Rondanini - Dirigente Psicologo ASL RM B - Sert IV Distr.

Dottor Rondanini Daniele Psicologo a Roma

22 Risposte

16 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno cara Denise,

la ludopatia è stata definita da paginemediche.it la "malattia del secolo", dato che colpisce una buona fetta della popolazione e reca danni oggettivi e soggettivi non indifferenti.
Il consiglio che posso darle è quello di contattare uno psicoterapeuta ad orientamento cognitivo-comportamentale che non solo possa aiutarla a capire l'origine di tale disturbo, ma che possa anche facilitare la cessazione dei comportamenti disfunzionali.
Le auguro il meglio per il suo futuro

Distinti saluti
Dott. Marco Ardesi

Studio Associato Chrysalis Psicologo a Arese

62 Risposte

99 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Denise, la ludopatia è putroppo una "malattia" sempre più attuale. Un cerchio o meglio un abisso da cui è molto difficile uscire. Una dipendenza a tutti gli effetti. Quello che sento di dirle è che si è possibile guarire, se c è la percezione del problema. Il passo che ha fatto lei, quello di chiedere aiuto è un primo passo importante, indice di una volontà di cambiamento. Di qui i modi sono vari, ci sono dei gruppi di mutuo aiuto e di vera e propria terapia di gruppo nel privato come nel pubblico che credo offrano valide possibilità. Nel gruppo l altro fa da specchio e per questa forma di dipendenza l'altro da noi è molto importante. Oltre al gruppo è possibile anche pensare ad un percorso di terapia individuale. Tramite questo sito , utilizzando il filtro "ludopatia" troverà vari psicologi della sua città in grado di aiutarla. In bocca al lupo.

Dott.ssa Cecilia Cimetti Psicologo a Verona

131 Risposte

140 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Denise,
la ludopatia, ovvero il gioco d'azzardo patologico, si può curare anche se, come nel caso delle altre dipendenze, richiede tempi piuttosto lunghi. Chiaramente è assolutamente fondamentale la motivazione a intraprendere un percorso di tipo psicoterapeutico che, in qualche modo, metta in discussione le proprie modalità di relazione e, in definitiva, la propria struttura identitaria.
Proprio per tale motivo non mi trovo affatto d'accordo con la collega che ha risposto più sopra, la quale sostiene che le modalità trattamentali migliori sono la psicoterapia cognitivo-comportamentale o, in altri casi, la psicoeducazione. Credo si tratti di pura propaganda "pro domo sua".
Per esempio, uno tra i maggiori professionisti riconosciuti che si occupano di questa problematica in Italia, Rolando De Luca (l'ultimo libro che ha pubblicato ha per titolo "La terapia di gruppo oltre l'azzardo di stato"), lavora con i gruppi terapeutici ad approccio analitico. Dunque se vogliamo promuoverci, facciamolo entro limiti deontologicamente corretti per favore.

Dott. Lorenzo Sartini Psicologo a Bologna

30 Risposte

25 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Il gioco d'azzardo patologico è trattabile da uno psicoterapeuta, le confermo che la psicoterapia cognitivo comportamentale è molto accreditata a livello internazionale per questo problema. Personalmente trovo di grande aiuto affiancare alla psicoterapia cognitivo comportamentale la schema therapy.
Accanto ad un intervento psicoterapeutico individualizzato può essere di aiuto la frequentazione di gruppi di aiuto aiuto. Cordiali saluti.

Dott. Enrico Parpaglione Psicologo a Torino

1 Risposta

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Di tutto ci si può prendere cura, resta da capire se ci sono le motivazioni intrinseche, quando cioè questo gioco diventa dispiacere(patia). Si tratta di una faccenda individuale per cui vorrei sapere se tu vivi in prima persona la "cosa". Mettendoti in contatto con uno psicoterapeuta puoi indagare sulle cause prima di intervenire con tecniche "direttive". Come sempre sono disponibile per eventuali approfondimenti. Dott.ssa Carla panno, psicologa-psicoterapeuta di Milano

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

615 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Denise. La ludopatia si può curare attraverso una psicoterapia specifica per questo tipo di disturbo, come ho recentemente appreso attraverso un corso di aggiornamento al riguardo. Si tratta di un tipo di dipendenza di cui si parla spesso sulla stampa, ma che viene sottovalutata dal pubblico rispetto ai notevoli rischi che comporta. E' una dipendenza vera e propria e ritengo sia utile andare a rintracciare i motivi di fondo che spingono una persona a perdere denaro e relazioni significative anche in poco tempo. Cordialmente. Dott. Andrea Arrighi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Denise,
La ludopatia, o gioco patologico, e' una patologia che sta diventando, negli ultimi tempi, una 'piaga sociale', e i Servizi del territorio Nazionale si stanno attrezzando. I servizi che si occupano di dipendenze patologiche si stanno attrezzando per dare risposte e soluzioni al problema.
Si rivolga ad un Servizio del territorio ( ser.t.) troverà delle risposte, oppure chieda una consulenza ad uno psicologo-psicoterapeuta che affronti il problema non solo trattando il sintomo, ma la totalità della problematica di dipendenza.
Cordiali saluti.
Dott.ssa Maria Lucia De Vito

De Vito Dott.ssa Maria Lucia- Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Tricase

39 Risposte

47 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ludopatia

Vedere più psicologi specializzati in Ludopatia

Altre domande su Ludopatia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15300

psicologi

domande 19700

domande

Risposte 77250

Risposte