Problemi con la famiglia per relazione

Inviata da Frolla · 27 ott 2022 Terapia familiare

Sono una ragazza di 23 anni. Questa estate ho conosciuto un ragazzo 12 anni più grande di me e abbiamo iniziato a frequentarci, ovviamente con molta calma. Non sono solita dire bugie ai miei genitori, pertanto li ho informati di questa mia frequentazione. Da quel momento è iniziato un calvario: ogni volta che esco con lui mi fanno dei grandi discorsi perché pensano che sia un abile manipolatore vista la sua età e che io, nonostante sia una persona molto razionale e cauta, stia cadendo nella sua trappola. Ho provato tante volte a parlare con loro dicendo che non voglio ignorare il loro pensiero ma che comunque vorrei essere libera di frequentare questa persona per poter conoscere e capire se effettivamente potrebbe essere come dicono loro oppure no. Per il momento questo ragazzo mi sembra una persona normalissima e mi dispiacerebbe chiudere con lui solo per questo motivo, considerando che mi piace. Quando sono a casa mi sento oppressa da questi continui discorsi anche molto pesanti, sono arrivata ad avere crisi d'ansia e a non riuscire più a stare. Non so come comportarmi

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 28 OTT 2022

Buongiorno,
Sarebbe utile per lei comprendere come migliorare le proprie capacità di comunicazione attraverso un training dell’assertività, ovvero quella modalità comunicativa che ci permette di esprimere i nostri bisogni e desideri in modo aperto e deciso ma, allo stesso tempo, non andando a ferire quelli degli altri, costruendo un rapporto win-win.
Rimango a disposizione, anche online.
Un caro saluto.
Dottoressa Anita Ferri

Dott.ssa Anita Ferri Psicologo a Parma

18 Risposte

41 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 NOV 2022

Mi dispiace molto.
Per i genitori rimaniamo tutti bambini da proteggere.
E questo li rende anche un pizzico commoventi.
Provi a chiedere loro, cortesemente, di concederle la loro fiducia.

Tiziana Viol Psicologo a Vittorio Veneto

580 Risposte

1932 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 NOV 2022

Buongiorno cara utente, grazie innanzitutto per aver condiviso qui un pezzetto della tua storia.
Il senso di oppressione che descrivi mi sembra coerente con quel che racconti, a 23 anni non si smette di essere figli ma si entra nell'età di piena responsabilità e autonomia di scelta.
Prova a valutare di iniziare un percorso di psicoterapia a sostegno di questo dato di fatto, sei adulta e decidi tu per te stessa nel pieno del facoltà affettive. Le tue crisi d'ansia dicono forse qualcosa
in più del senso di oppressione, un senso di colpa, il desiderio di essere avallata nelle proprie scelte, ipotizzo.
Mi rendo disponibile ad ascoltarti e approfondire questi tuoi vissuti di fatica attuali.

Dottoressa Marta Lanfranco

Dott.ssa Marta Lanfranco Psicologo a Torino

131 Risposte

52 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 OTT 2022

Gentile ragazza,
sicuramente la sua ansia potrà essere diminuita se lei considera che le critiche dei suoi genitori sono fatte a scopo protettivo.
Ad essi può restituire che questo senso di protezione le arriva e di questo è grata ma contemporaneamente le arriva anche la sfiducia nella sua capacità di discernimento/autodeterminazione e di questo si dispiace.
Inoltre le suggerisco di intraprendere un percorso di psicoterapia preferibilmente cognitivo-comportamentale per migliorare le sue capacità comunicative e di assertività nonchè il livello di autostima e di tolleranza delle frustrazioni.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

8291 Risposte

22544 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 OTT 2022



Gentile, mi dispiace per la sua situazione difficile in famiglia. Le crisi d'ansia in questo caso sono un chiaro segnale che lei debba uscire da questa situazione. Provi intanto ad "ascoltarsi dentro" per comprendere quale importanza dare alla sua relazione attuale. Se i suoi genitori faticano a comprendere le sue ragioni e non le offrono spazio di dialogo, sapere meglio che cosa vuole da questa relazione la aiuterà a prendere una posizione e fare delle scelte che siano buone per lei.
Un saluto

Ivan Jelenkovic













Dott. Ivan Jelenkovic Psicologo a Trieste

21 Risposte

24 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 OTT 2022

Gentilissima utente, credo che lei abbia comunque fatto bene a non nascondere ai suoi genitori la verità, anche perché non
c'è proprio niente da nascondere. Posso comprendere anche i suoi genitori che, per timore che lei possa soffrire, cercano di
proteggerla diventando assillanti e inquisitori. Chiaramente non deve chiudere questa relazione solo perché i suoi genitori sono preoccupati; deve essere lei a capire se sta bene con questa persona e dunque è il caso di portare avanti la storia. Si fidi del suo intuito, vedrà che se lei sta bene con questo ragazzo, i suoi genitori capiranno e si tranquillizzeranno. Le faccio davvero tantissimi auguri. Dott.ssa Daniela Noccioli.

Dottoressa Daniela Noccioli Psicologo a Cascina

416 Risposte

181 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 OTT 2022

Buonasera cara,
Trovo molto carina la sua descrizione e la sua modalità di spiegare ai suoi genitori ciò che lei prova e vorrebbe fare senza intaccare la loro sensibilità, dunque non deve cambiare nulla nella sua modalità di comunicare ma cercare invece di non farsi sopraffare e intrappolare da ciò che pensano poiché è da lì che nasce l’ansia., ovvero il fatto di non essere come vorrebbero i suoi. genitori. Lavori con un esperto nella comprensione del suo stato psicofisico attuale.
Una caro abbraccio.
Dott.ssa Erica Raimondo

Dott.ssa Erica Raimondo Psicologo a Nocera Inferiore

12 Risposte

4 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 OTT 2022

Buongiorno Frolla, innanzitutto grazie per la condivisione. Immagino le fatiche che la situazione che descrivi ti stia riportando. Hai mai pensato ad un percorso di terapia? parlare con uno specialista potrebbe aiutarti ad esplorare e comprendere a fondo il momento che stai vivendo, nonchè ad individuare delle strategie da poter far proprie per la gestione di questo dissidio familiare.
Resto a disposizione
AV

Dott.ssa Antea Viganò Psicologo a Pessano con Bornago

363 Risposte

52 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 OTT 2022

Cara Frolla, mi spiace per la situazione che sta vivendo e comprendo il malessere che le causa. Non sempre i genitori riescono a comprendere le nostre scelte, anche quelle fatte in ambito sentimentale. Provi a comprendere il punto di vista dei suoi genitori, magari pensano queste cose per via della differenza di età. Il suo racconto meriterebbe un approfondimento. Prenda in considerazione un consulto psicologico, familiare o individuale, per elaborare quanto sta succedendo e riuscire a ritrovare la sua serenità.
Resto a disposizione, anche online.
Un caro saluto, dott.ssa Sara Manzoni.

Dott.ssa Sara Manzoni Psicologo a Treviglio

586 Risposte

186 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 OTT 2022

Cara Frolla, se son rose fioriranno ma dovresti anche accettare che i tuoi genitori si preoccupino per te. Solo col tempo potrai dimostrare loro se hai fatto la scelta giusta, vedendoti stare bene probabilmente placheranno le loro ansie, in caso contario, invece, aumenteranno le loro pressioni.

Dott. Matteo Mossini Psicologo a Parma

574 Risposte

449 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia familiare

Vedere più psicologi specializzati in Terapia familiare

Altre domande su Terapia familiare

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 36450 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 21250

psicologi

domande 36450

domande

Risposte 124050

Risposte