Perchè il mio compagno non mi desidera?

Inviata da Sweet30 · 15 feb 2022 Terapia di coppia

Salve, ho 29 anni e il mio ragazzo 30,
sono incinta da 6 mesi e sto con lui da quasi 2 anni e conviviamo da 2 mesi circa.
Ho passato l’inizio della gravidanza da sola e non è stato per niente facile gestire emozioni nuove da sola.
Prima di convivere ci vedevamo 2 volte la settimana(nel weekend) adesso praticamente tutte le sere, ma lui non mi desidera mai se non durante il weekend.. e mi cerca anche insistentemente..
Per capire i motivi dei suoi comportamenti ho scoperto che guarda porno almeno 2 volte al giorno durante la settimana.. questo mi fa capire che la masturbazione per lui è più importante di un rapporto con me.
Non so cosa pensare o come reagire..
ringrazio in anticipo per chi mi risponderà

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 16 FEB 2022

Cara,
lei descrive una situazione in cui non emerge, di per sè, una mancanza di desiderio (nel fine settimana la cerca insistentemente) dunque questo può far riflettere. Cosa significa per lei essere desiderata? E non esserlo? Cosa non vede in lui per sentire quello che descrive?
In queste risposte può trovare il nucleo che la porta a sentirsi così.
Circa la visione dei porno e della masturbazione, è un qualcosa di molto comune che non toglie necessariamente qualcosa alla relazione e non è necessariamente connesso a quanto lui la desidera. Tuttavia potrebbe rappresentare un problema per lui se ci fosse una sorta di compulsione o impulso incontrollabile.
Ad ogni modo, può essere molto utile comunicare assertivamente tra voi.
Se ha particolare difficoltà, visto anche il periodo che vive, che può essere emotivamente delicato, non esiti a chiedere aiuto.
Certi cambiamenti esistenziali richiedono adattamento ed energie.
Resto a sua disposizione.
Un caro saluto e un augurio sincero!

Dr.ssa ASignorelli (sedute anche online)

Dott.ssa Annalisa Signorelli Psicologo a Belvedere Marittimo

752 Risposte

1106 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 FEB 2022

Buongiorno Sweet,
La gravidanza è un periodo delicato per una donna come lo è per una coppia /famiglia, importanti sono l’ambiente e il contesto di vita.
Mi sento di indirizzarla verso uno psicologo che lavora nell’ambito della terapia di coppia per meglio comprendere alcune dinamiche e facilitare il dialogo con suo compagno, che lei descrive come difficile.

Rimango a disposizione per un colloquio, anche online.

Dr. Roberto Benis

Dott. Benis Roberto Psicologo a Bergamo

6 Risposte

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 FEB 2022

Buongiorno Sweet,
lei è in cinta da 6 mesi e la gravidanza è un periodo molto delicato. È fondamentale che l'ambiente intorno all'inizio di una nuova vita, cioè i genitori e il loro rapporto, sia armonioso e tranquillo. Purtroppo molto spesso non è così. Sarebbe importante riuscire a parlare con il suo compagno a proposito di ciò che lei sta sentendo e pensando in questo momento. Se lei non ritiene che sia possibile dialogare con lui, lei potrà contare con l'aiuto di uno psicologo specializzato in terapia di coppie che potrà facilitare il vostro dialogo.
Sollecitando un colloquio o una consultazione, di preferenza con la presenza entrambi, sarà possibile chiarire la situazione e valutare come meglio procedere.
Un saluto e buona giornata.

Dr. Gilberto G. Villela Psicologo a Roma

386 Risposte

156 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 FEB 2022

Salve cara utente, mi spiace molto per la situazione che descrive poichè comprendo quanto possa essere difficile convivere con questa situazione riportata. Ritengo fondamentale che lei possa richiedere un consulto psicologico al fine di esplorare la situazione con ulteriori dettagli, elaborare pensieri e vissuti emotivi connessi e trovare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.
Credo che un consulto con un terapeuta cognitivo comportamentale possa aiutarla ad identificare quei pensieri rigidi e disfunzionali che mantengono in atto la sofferenza impedendole il benessere desiderato.
Resto a disposizione, anche online.
Cordialmente, dott FDL

Anonimo-181068 Psicologo a Roma

1811 Risposte

527 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 35650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 20950

psicologi

domande 35650

domande

Risposte 121150

Risposte