Perché adoro vedere la gente soffrire?

Inviata da Alice · 8 apr 2015 Psicologia sociale e legale

Fin da quando ero piccola (anche a 4 anni) diciamo da quando mi ricodo, provo piacere nel vedere la gente soffrire. Non parlo di sofferenze fisiche, quelle solo in parte, se non fosse che poi sto male anch'io fisicamente perché mi lascio impressionare. Però mi diverto a vedere la gente che viene derisa e presa in giro, eccetto bambini, vecchi e pochi altri eletti. Traggo piacere dalla sofferenza altrui e non è una scelta. Sono peggio dei bulli, la gente mi definirebbe una ragazza gentile e dolce, tutti mi etichettano come la "brava ragazza", nessuno sa come sono. Quando qualcuno viene emarginato per qualche difetto, sia questo fisico o caratteriale, fingo di mettermi dalla sua parte e gli do consigli sbagliati per metterlo in ridicolo. Nessuno se ne accorge perché sono furba, ma sono sadica! Come può essere una colpa? Non ho scelto io di essere così! Addirittura sono sempre io quella che va a consolare le persone quando queste sono tristi, tutti pensano sia incredibilmente empatico per questo e a me piacerebbe esserlo, ma proprio non riesco a non provare un brivido di gioia nell'umiliazione altrui. Tranne, ripeto, qualche caso in cui mi lascio completamente travolgere dal dolore dell'altro e sono le uniche persone che amo(pochissimi). Sono troppo narcisista per amare! Quindi non giudicatemi, ma aiutatemi. Cosa sono?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 10 APR 2015

Ciao Narcisa
innanzitutto non si comprende se tu sia un uomo o una donna perché ti chiami Narcisa ma poi ti "sscappano" dei maschili nella lettera. Sono errori?
Certamente tu non sei responsabile di avere questa natura che ti porta a provare piacere nel vedere gli altri ridicolizzati ed in difficoltà; quantomeno però, sei responsabile (o dovresti imparare ad esserlo) rispetto ai comportamenti che metti in atto e quindi non dovresti "agire" intenzionalmente nel senso di andare a rafforzare questo problema e di problema si tratta stanne certo o certa.
Leggendoti o come l'impressione che tu voglia prendere un poco alla leggera la cosa mentre io direi che è una cosa molto seria in quanto mostra un forte limite di "sbilanciamento" alla personalità.
D'altronde il tuo stesso problema si trova ad esempio nelle persone che si divertono a spettegolare e a mettere in cattiva luce e in difficoltà gli altri...anche questi sono comportamenti fortemente da evitare e che devono essere superati.
Atteggiamenti che denotano molta insicurezza interiore, nascondono la paura e fanno barriera all'insorgere di emozioni e sentimenti; sotto c'è una grande fragilità.
Prendi seriamente dunque il problema e lavoraci sopra.
Un caro saluto
Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7139 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 APR 2015

Salve Narcisa97,
Lei qui porta un quesito.. Si chiede: Cosa sono? autodefinendosi sadica e scegliendo poi il nickname di Narcisa97, in cui forse rivela la sua giovanissima età.. 19 anni, le etichette diagnostiche che si attribuisce però servono a poco, la complessità di ciò che si E' e non di COSA si potrebbe essere è molto più affascinante e merita, a mio parere, la possibilità di comprenderla attraverso un lavoro personale fatto con uno/a psicoanalista. Questo potrebbe giovarle perché potrebbe permetterle di comprendersi in questi comportamenti che celano dei vissuti che attengono a periodi veramente molto antichi. Non abbia timori di giudizio questo non può accadere in analisi!
La invito a riflettere su questa possibilità di lavoro su di Sé
Cordialmente
Marica Rosano

Dott.ssa Marica Rosano Psicologo a Comiso

8 Risposte

4 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 APR 2015

Concordo con la collega sul fatto che uno Psicologo non giudica nessuno. Mi sembra da quello che hai scritto che hai inviato un messaggio di aiuto e questo non può essere sottovalutato, tutt'altro. Mi sembra che ti rendi conto perfettamente che vivi la tua tendenza come una sorta di disagio e che vorresti cambiare. Il narcisismo è stato definito buono e cattivo, occorrerebbe valutare in quale settore ti poni attraverso colloqui psicologici, quindi eventualmente sublimare le parti negative in qualcosa di più funzionale. Come puoi capire non è una cosa immediata e la tua motivazione fa la differenza. Un caro saluto, Giuseppe

Dr. Giuseppe Di Maria Psicologo a Roma

127 Risposte

142 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 APR 2015

Gentile Narcisa97,

mi sembra che il suo post sia una sorta d outing, quasi sentisse la necessità di rivelare questi aspetti di sè non riuscendosi a spiegare come nessuno se ne accorga. Probabilmente sente il desiderio di essere conosciuta ma anche di conoscersi.. in questo leggo il suo "cosa sono?". Una psicoterapia potrebbe aiutarla a trovare le risposte.. non nel cosa ma nel "chi"..
Ci pensi..
Un caro saluto

Dssa Daniela Sirtori

D.ssa Daniela Sirtori Psicologo a Villasanta

246 Risposte

222 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 APR 2015

Gentile Narcisa,
trovo interessante il suo messaggio e ritengo abbia avuto una buona idea nel rivolgersi in questo sito per chiedere un parere su come poterla aiutare per il problema che lei definisce come, "adoro vedere la gente soffrire". Oltre a godere nel vedere qualcuno che soffre, in termini psicologici, mi sembra di capire che lei a volte tende a manipolare gli altri e i loro vissuti, non per aiutarli ma piuttosto per godere lei stessa dei risultati in termine di disperazione maggiore che riesce a causare. Tramite un comunicato virtuale non è possibile andare a fondo sulla questione ma le mando un ulteriore spunto di riflessione. Tutti i nostri comportamenti, modi di fare, essere, sentire e pensare derivano dall'interiorizzazione di esperienze relazionali che abbiamo vissuto nel passato con quelle che sono le persone più importanti per noi, come i familiari. Quindi le chiedo, quando lei stessa sentiva di soffrire, in particolare nel suo passato da bambina, quale era il suo bisogno? come si comportavano le persone a lei vicine quando si sentiva triste o spaventata? Provi a pensarci, magari troverà dei collegamenti interessanti. In ogni caso se desidera davvero modificare questo suo atteggiamento di base potrebbe considerare l'ipotesi di rivolgersi ad un collega psicoterapeuta con il quale iniziare un percorso di scoperta di se stessa.
Cordialmente.
Dr.ssa Anna Gallucci

Dott.ssa Anna Gallucci, Psicologa - Psicoterapeuta Psicologo a Vicenza

126 Risposte

79 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 APR 2015

Gentile Narcisa,
anzitutto è da premettere che lo psicologo non giudica mai nessuno, non rientra nei suoi compiti; può consigliare o indirizzare verso certi comportamenti, ma solo in vista del benessere delle persone.
Venendo al suo problema, è possibile che alla sua base ci sia un'aggressività che deve trovare uno sfogo. L'aggressività non deve necessariamente essere vista nei suoi aspetti negativi, essa è una normale risposta ad es. a situazioni eccessivamente frustranti e costituisce una spinta a superarle. Ovviamente però può anche essere pericolosa o controproducente. Le consiglio di consultare uno psicoterapeuta che potrà venire a capo delle sue problematiche e incanalare l'aggressività verso direzioni produttive per se stessa e gli altri.
cordiali saluti

Valentina Sciubba Psicologo a Roma

1054 Risposte

728 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia sociale e legale

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia sociale e legale

Altre domande su Psicologia sociale e legale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 26500 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17650

psicologi

domande 26500

domande

Risposte 92200

Risposte