Orientamento sessuale e confusione

Inviata da Marco · 13 nov 2018 Orientamento sessuale

Ciao,
sono Giuseppe, ho 22 e racconto in breve la mia storia.
Sin da quando ero bambino sono stato il primo dei 2 figli e sono stato sempre il “cocco di mamma”, i miei genitori mi hanno sempre messo un sacco di paure sin da piccolo e crescendo mi ritrovai a essere un ragazzo timido e insicuro.
Sin da bambino mi piaceva vedere le modelle in televisione e ai tempi delle elementari dare dei baci a stampo a delle ragazzine, ma al contempo da piccolo (4-5 anni) mi piaceva indossare i tacchi a spillo di mia madre e sfilare come una modella.
Crescendo non ho mai avuto esperienze con delle donne, mai baciato per davvero una donna.
Non mi sono mai sentito attratto sessualmente da un donna ma altresì da degli addominali maschili nello spogliatoio perché io ero cicciottello e mi vergognavo del mio fisico e non ho mai avuto addominali.
Tutto questo finché sono arrivato all’eta dei 18 anni senza aver mai avuto un rapporto sessuale nè un contatto con nessuno/a
Finché cambiai scuola e conobbi un mio amico che era tutto ciò che volevo essere: magro, muscoloso, bello, affascinante, donnaiolo.
Successe che un giorno semplicemente sfiorandolo ho avuto un’erezione “involontaria” e più parlavo con lui e più avevo delle erezioni che non riuscivo a controllare.
È da lì che la mia vita precipitò.
Sono caduto nella confusione più assoluta.
Gay o etero? Perché ho queste erezioni cosi involontarie?
Da quel giorno è nata in me come un’ossessione
Qualsiasi cosa faccio mi chiedo “ma quindi sono gay” “ho visto un maschio allora sono gay”
E tutti questi pensieri non hanno fatto altro che accentuare la mia omosessualità tanto da vedere video porno gay per eccitarmi.
Finché all’incirca un anno fa un mio amico mi ha costretto ad andare a letto con una prostituta.
Ovviamente non sono riuscito a fare nulla
Pensavo continuamente che non mi veniva duro per quella prostituta e così fù che non sono riuscito ad avere l’erezione durante quel rapporto.
Da quel giorno non dormo più la notte sommerso dai pensieri.
Premetto che non sono mai andato a letto con un uomo.
Ho avuto solo quelle specie di erezioni involontarie con il mio amico.
Non sono mai andato a letto con una ragazza della mia età provando dei veri sentimenti e la mia prima e unica volta che ho fatto sesso è stata con quella prostituta che alla fine non sono riuscito perché non mi sentivo di trattare una donna come una p*****. Sono molto sensibile e non riesco a fare sesso a pagamento.
Sono sempre stato molto timido insicuro e con poca autostima
Non mi piace me stesso
Ho già avuto una consulenza psicologica per via del bullismo che mi ha traumatizzato da bambino.
Sono sempre stato molto fragile e insicuro.
Non ho nulla contro la comunità Gay ma non riesco a immaginare il mio futuro da gay, non mi sento gay e sto parecchio male. A volte perdo addirittura dei capelli per il forte stress.
Vi prego aiutatemi
Grazie

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 14 NOV 2018

Gentile Giuseppe,
evidentemente lei è in una fase di confusione riguardo al suo orientamento sessuale.
Infatti ha detto che non si sente gay e non immagina la sua vita da gay ma ha anche detto che si è eccitato sessualmente sfiorando il suo amico muscoloso e guardando filmati pornografici gay.
C'è poi l'altro problema della timidezza, insicurezza e scarsa autostima che potrebbe essere un fattore inibente per potersi avvicinare al mondo femminile.
Pertanto suggerisco di approfondire queste due tematiche in un percorso di psicoterapia con uno psicosessuologo per uscire dalla confusione e dallo stress e ritrovare il benessere psicofisico.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6964 Risposte

19323 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 NOV 2018

Gentile Giuseppe,

da ciò che scrive è evidente la sua confusione circa il suo orientamento sessuale e questo può essere accentuato anche dal fatto che non ha avuto esperienze sessuali.

Vorrei farla ragionare sul fatto che l’omosessualità non è una scelta, ma ciò che è importante è riuscire a sviluppare un’ identità sessuale serena, armonica e integrata. E da ciò che ho potuto leggere in queste righe forse è proprio questo il focus delle sue difficoltà e probabilmente da ciò dipende anche il forte stress che sta sperimentando.

Le consiglio di rivolgersi a un professionista per avere un supporto e affrontare queste tematiche.

Cordialmente

Synesis Psicologia® Psicologo a Carnate

103 Risposte

21 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 NOV 2018

Gentile Giuseppe,
l’orientamento sessuale non è che uno dei molteplici aspetti della nostra personalità e non definisce la persona nella sua interezza. Lei è per prima cosa Giuseppe...con tutto ciò che la caratterizza.
Il suo tormento sulla possibilità di essere gay da dove deriva? Qualora dovesse anche arrivare alla conclusione di avere un orientamento omosessuale cosa teme comporterebbe nella sua vita?
Penso che un percorso di psicoterapia potrebbe esserle utile per poter trovare un po’ di serenità e fare un po’ di chiarezza.
Resto a disposizione per qualsiasi chiarimento.
Cordiali Saluti
Dott.ssa Valeria Fregoni psicologa-psicoterapeuta
Milano

Dott.ssa Valeria Fregoni Psicologo a Milano

9 Risposte

7 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 NOV 2018

Gentile Giuseppe,
l’orientamento sessuale non è che uno dei molteplici aspetti della nostra personalità e non definisce la persona nella sua interezza. Lei è per prima cosa Giuseppe...con tutto ciò che la caratterizza.
Il suo tormento sulla possibilità di essere gay da dove deriva? Qualora dovesse anche arrivare alla conclusione di avere un orientamento omosessuale cosa teme comporterebbe nella sua vita?
Penso che un percorso di psicoterapia potrebbe esserle utile per poter trovare un po’ di serenità e fare un po’ di chiarezza.
Resto a disposizione per qualsiasi chiarimento.
Cordiali Saluti
Dott.ssa Valeria Fregoni

Dott.ssa Valeria Fregoni Psicologo a Milano

9 Risposte

7 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 NOV 2018

Buongiorno Giuseppe,
ciascuno di noi è bisessuale, quindi ha una componente di attività e una componente di passività. Questo non è conducibile solo nel sesso, ma anche.
In questo mondo sessuofobo è difficile far passare questo ragionamento che in realtà è molto semplice.
Io le consiglio di andare a fondo di questa questione che la fa star male, ma non sia così severo con se stesso. Affronti la sua confusione con più serenità, per quanto possibile. Provi a lavorare su questo con un professionista e liberamente cerchi la sua strada lavorando sulla sua storia.
Rimango a disposizione.
Buoni Pensieri
Dott. G. Gramaglia

Gramaglia Dr. Giancarlo Psicologo a Torino

479 Risposte

202 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 NOV 2018

Salve,
In linea generale ...
l'omosessualità può essere legata ad una identificazione con la figura materna dettata da una simbiosi. Oppure può essere sintomo che nasconde la paura di avvicinarsi al sesso opposto. Pertanto diventa più semplice farsi "riscaldare" dallo stesso sesso a causa della mancanza di una figura paterna forte.
Purtroppo non posso chiarirle maggiormente il concetto perché non si può ridurre qui tutto ad una semplice spiegazione.

Nello specifico. ..
Credo che lei non abbia ancora una vera e propria identificazione sessuale. .. indipendentemente dall'autostima.

Le consiglio vivamente di rivolgersi ad uno specialista.
Personalmente resto a disposizione per eventuali chiarimenti.
Dott.ssa Cantone Stefania Psicologa e Psicoterapeuta, Napoli

Dott.ssa Cantone Stefania Psicologo a Casavatore

51 Risposte

22 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 NOV 2018

Buonasera Giuseppe, (o Marco?) mi sembra che nel suo caso ci sarebbe da lavorare su due aspetti: uno è l'autostima e l'assertività in generale, l'altro è l'orientamento sessuale. Inoltre non mi è chiaro perché abbia uno stress così grande da perdere i capelli. Non è detto che la caduta sia per forza legata ad esso. Sarebbe da approfondire tutta la dinamica della scarsa attrazione per il mondo eterosessuale, che potrebbe essere dovuta a sue insicurezze profonde. Non è detto infatti che una cosa escluda l'altra. Da parte mia le consiglio vivamente di intraprendere una consulenza sessuologica, condotta da uno psicoterapeuta qualificato nel ramo, che ritengo più adatta della tradizionale psicoterapia. Non sono un esperto del settore, quindi valuti con attenzione le risposte di chi ha maggior esperienza di me.
dr. Leopoldo Tacchini

Dott. Leopoldo Tacchini Psicologo a Firenze

889 Risposte

367 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento sessuale

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento sessuale

Altre domande su Orientamento sessuale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23000 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16650

psicologi

domande 23000

domande

Risposte 84400

Risposte