Non riesco più a studiare, ho continue crisi di nervi. Non ne posso più

Inviata da Valeria il 5 mar 2018 Orientamento scolastico

Buongiorno, sono Valeria e frequento la quinta superiore.
Non ho mai avuto problemi con la scuola, sono sempre stata un'ottima alunna con una media dell'8 abbondante in tutte le materie e mi riusciva facile: poche ore di studio e i risultati erano ottimi, senza l'aiuto di nessuno.
Poi in quarta ho iniziato ad avere i primi problemi. Mentre studiavo mi veniva una crisi di nervi, iniziavo a piangere istericamente, nessuno riusciva a calmarmi e così è avvenuto per 5 o 6 volte.
I risultati hanno iniziato a scendere impercettibilmente ma l'anno scolastico si è concluso senza problemi.
Infine ho iniziato la quinta e le crisi non sono più occasionali ma una vera e propria costante.
Inizialmente non ho avuto grandi difficoltà, poi verso dicembre ha interrogato di diritto ed è stato un incubo.
Dovevo studiare una decina di argomenti abbastanza semplici, ma non riuscivo. Dopo pianti e grida mi sono fatta forza,sono andata a scuola e sono stata interrogata ma non sapevo niente. 5-.
Verifica, ho copiato tutto, 6+.
È stata la prima volta che ho rischiato di avere il debito di una materia in tutti questi anni.
Arriva gennaio, seconda interrogazione. Studio per giorni, mi faccio coraggio, mi presento e vengo interrogata. Nonostante le ore passate sugli appunti non avevo studiato tutto. Ho letto le risposte dal libro che la prof tiene sempre davanti. 6 1/2 e non ho avuto il debito.
È iniziato il secondo quadrimestre, ora le crisi di nervi non le ho più solo per diritto ma per tutte le materie, i risultati stanno calando ovunque. Mi sembra di tappare dei buchi che continuano a formarsi su una botte piena d'acqua, ma non ho abbastanza dita.
Non sono andata a scuola per due settimane, sono bloccata, non ci riesco. Ho pensato di prendermi il mio tempo e affrontare le materie una alla volta.
Quando sono tornata sono scoppiata a piangere in classe davanti a tutti e odio farlo.
Ieri con tutta la buona volontà che posso avere mi sono messa a studiare: due pagine in due ore, non ho creduto ai miei occhi guardando l'orologio. Ho provato a ripetere quei 4 concetti che avrei dovuto sapere ma non sono stata in grado. Sono stata presa dallo sconforto e ho riniziato a piangere.
Tutta questa situazione mi scoccia perchè mi sembra che io stia tornando indietro. Proprio l'ultimo anno, quando ormai dovrei aver trovato il mio ritmo, quando dovrei essere più forte e spaccare tutto, cado così.
Arrivare all'esame in queste condizioni è impensabile.
Il punto è che non ho più voglia di fare niente. Voglio solo dormire. Anche le uscite con gli amici sono rare e sono costantemente irritabile, con loro, con i miei genitori, con il mio ragazzo, anche se non vorrei. Parlo con loro della mia difficoltà, ma anche se ci provano non mi capiscono e passo per una ragazzina isterica o pigra. Ma io non sono così, ho sempre avuto voglia di fare.
E poi sento chi mi sta vicino, che ha dei problemi concreti: salute, famiglia, permessi, violenze, lavoro... e mi sento ancora più uno schifo, perchè i problemi sono altri e io non riesco a superare delle stupide interrogazioni.
Per tranquillizzarmi provo a convincermi che non devo perdere la salute per la scuola o che non sono il numero che mi assegnano dei professori, ma è inutile.
Ho sempre preteso molto, dagli altri ma soprattutto da me stessa e semplicemente non riesco ad accettare questa situazione.
Non riesco a godermi la vita, a 18 anni non si può stare così, non ne posso più.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Valeria,
mi dispiace per tutto ciò che vive in questo momento...
in questa fase di vita è possibile vivere crisi e disagi importanti legati al passaggio alla vita adulta. Occorre tuttavia prestare attenzione alla propria vita emotiva in un setting specifico per comprendere le cause ed individuare eventuali strategie per superare la difficoltà. D'altra parte lei mostra risorse nell'apprendimento cercando di tamponare la situazione. Cosa è cambiato dentro di lei? Riesce ad individuare eventi o nessi con ciò che vive attualmente? Le piace l'ambiente scolastico? Come vive le relazioni?
Resto a disposizione
Dott.ssa Donatella Costa







Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2415 Risposte

2045 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Altre domande su Orientamento scolastico

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15250

psicologi

domande 19650

domande

Risposte 77200

Risposte