Non riesco più a mangiare con piacere e voglia

Inviata da Angy30 · 27 apr 2020 Ansia

Ho problemi con il cibo ho quasi 18 anni fra 3 mesi ...cmq . e da un paio di mesi purtroppo che non riesco più a mangiare come 7 mesi fa mangiavo di tutto ora invece ogni volta che mangio mi viene l'affanno l'ansia soprattutto con dei cibi solidi ad esempio la carne la pasta il pane con alcune verdure tipo spinaci ho paura che mi strozzo con i filetti quando ne vedo a quantità poi mi viene come la nausea poi provo stanchezza sembra quasi una tortura mangiare invece dovrebbe essere un piacere ma non riesco più a trovarlo questo piacere questa voglia quando mangio sento come se la gola lo stomaco mi si chiudono e faccio fatica a deglutire e la maggior parte delle volte o anzi tutte le volte che mangio mi faccio le paranoie mi viene la tachicardia fisso il cibo come se volessi controllarlo come per paura che mi potesse "uccidere" ho paura di strozzarmi mi faccio venire attacchi di panico da sola non succede sempre solo quando sono triste arrabbiata annoiata angosciata dovrebbe essere il contrario cioè mangiare tanto per il gusto di provare piacere rilassamento invece a me non mi va mangio a forza perché so che se non mangio avverrebbero conseguenze molto peggiori di queste quindi in parte mi do forza questa poca forza che mi rimane io penso che tutto questo sia per dei motivi familiari non mi è stato vicino mai nessuno in questi momenti poi anche peggio apparte il mio ragazzo che mi dà forza mi sostiene ma del resto non ho rapporti con la mia famiglia forse sono depressa ho paura di avere qualche problema mentale non è normale avere questa paura se lo direI ad alcune persone che x loro invece è una cosa normalissima mi prenderebbero per matta non è facile vivere queste cose soprattutto alla mia età è molto difficilr ti ritrovi sola con te stessa con la tua mente piena di pensieri negativi ammetto che non ho autostima di me stessa sono molto insicura e anche pessimista però dentro me rimane sempre quel pizzico di speranza che la mia vita prima o poi riuscirò a cambiarla come ho sempre desiderato io vorrei essere forte odio la debolezza o che mi vedano debole perché le persone se ne approfittano ti giudicano dico sempre che non mi importa il giudizio degli altri ma è normale essendo anche molto sensibile come ragazza che in parte ciò che dicono le persone e soprattutto cosa dicono fa male.....non so cosa mi succede vorrei semplicemente essere in pace con me stessa anche se intorno a me c'è il caous più totale io penso che la vera forza sia dentro ognuno di noi bisogna semplicemente sfoggiarla farla uscire e se non la si trova trovarla comunque ma il problema è come ......

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 28 APR 2020

Buongiorno Angy. Il rapporto che lei ha adesso col cibo si sta mostrando problematico come lei sta notando. Da occasione in cui provare piacere e rilassamento come lei ritiene che debba essere, é diventato invece un momento in cui si vede costretta a mangiare con forza per evitare che si possano presentare in futuro delle complicanze. Emergono successivamente anche altre difficoltà come l’assenza di rapporti con la sua famiglia, la mancanza di autostima e la paura di mostrarsi debole nei rapporti con gli altri perché teme che se ne possano approfittare. Le consiglio un percorso psicoterapeutico che la possa aiutare a raggiungere una maggiore consapevolezza del proprio funzionamento interno, del suo modo di relazionarsi con gli altri e, attraverso questa accresciuta consapevolezza, riuscire a prenderne la distanza per “essere in pace con se stessa anche se intorno c’é il caos più totale”.
Dott. Erik Mancin

Dott. Erik Mancin Psicologo a Parma

74 Risposte

24 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 APR 2020

Cara Angy,
dalle tue parole traspare un'immane sofferenza e si percepiscono perfettamente la solitudine il caos di cui parli.
Alimentarsi è un bisogno primario e la rinuncia a farlo, in quanto manifestazione di malessere, cela sempre significati molto profondi, diversi da quelli apparenti; quindi trovo le tue intuizioni in merito molto appropriate.
Credo per te sia fondamentale, in questo momento, poterti confrontare con un professionista, per ritrovare la forza di cui parli e che certamente ti appartiene.
Cordialmente,

Dott.ssa Tjuana Foffo Psicologo a Monterotondo

5 Risposte

3 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 APR 2020

Buongiorno Angy, è importante che tu ti rivolga ad un terapeuta che ti possa aiutare a lavorare sulle ossessioni legate al cibo, sui pensieri che mantengono vivi tali pensieri e sulle emozioni
Quindi lavorare sulla gestione anche delle emozioni. Puoi lavorare bene e affrontare ciò che hai descritto prima in un percorso ben strutturato.

Dott.ssa Nadia Pagliuca Psicologo a Torino

107 Risposte

29 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 APR 2020

Cara Angy, i sintomi che ci racconti riguardo al cibo sono un segnale forte della tua sofferenza, non ignorarli. Cerca aiuto, in questo momento ci sono molti colleghi che troverai disponibili online e ti consiglio di scegliere un professionista che potrai vedere di persona nel suo studio quando la quarantena sarà finita. Questo perché come hai giustamente capito la tua sofferenza, che ha preso questa forma legata al cibo, affonda le sue radici nella tua situazione familiare che si intuisce essere molto difficile e richiede un rapporto psicoterapico stabile e profondo che ti aiuti a trovare la via di uscita.
Dott.ssa Michela Roselli

Dott.ssa Michela Roselli Psicologo a Aprilia

135 Risposte

50 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 27300 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17900

psicologi

domande 27300

domande

Risposte 94300

Risposte