Non mi ama più. Conviviamo.

Inviata da Kiki · 10 mar 2020 Terapia di coppia

Ho 35 anni, lui 8 anni meno di me, convinciamo da 2 anni e mezzo e stiamo insieme da 3. Io uscivo da una storia di 5 (con una convivenza di 3 anni) e lui é arrivato pochi mesi dopo, come un'amicizia intima, con pazienza mi é stato vicino e mi ha fatto innamorare, mi ha conquistata.. All'inizio era lui super innamorato, ha insistito lui per andare a convivere. Ero la sua regina e avevamo trovato un buon equilibrio. Era più semplice parlare, chiarire le discussioni o riavvicinarsi a livello fisico anche senza dire grandi cose. Tutto tornava ad essere perfetto per lunghi periodi. Da qualche mese è tutto il contrario.. Premetto che io ho possibilità di avere figli solo con Fivet, lui non ha mai pensato di averne ora ma, per amore nei miei confronti, abbiamo fatto un tentativo a Novembre 2019. Fallito. So che l'ha fatto più per me, data la mia età. Al risultato negativo però lui ha sofferto molto. È stata dura. Per me é stato un grande periodo di stress e un momento difficile perché in pochi lo sapevano, continuavo a lavorare e lui, molto apprensivo, passava da momenti d'affetto a momenti di stress in cui litigando urlava dicendo le peggio cose. Sono arrivata a desiderare di non essere rimasta incinta dopo una litigata... Io non so se tutto sia peggiorato da quel momento, ma ora basta una piccola cosa per innescare litigi e le nostre parole sono pungenti e cattive. Anche da parte mia, che mi sento sempre troppo ferita e sola anche solo se usa con me un tono un po' arrogante o poco amorevole. Io gli rispondo a tono e da lì inizia il litigio o anche solo il malumore e il distacco. Io vorrei che tutto tornasse come prima ma non sento più stima e apprezzamento nei miei confronti. Siamo su un'altalena in cui però sono di più e molto più lunghi i momenti down che quelli felici. Lui non comunica, ho provato anche con tranquillità a chiedere di parlarne per capire se c'è qualcosa che possiamo fare ma lui risponde che non gli va, che ha sonno o altro, a volte dice solo "lascia passare, dammi tempo".. Quindi io lascio perdere e non ne parlo più. Tutto torna "normale" ( ma non più con amore e affetto come prima), fino alla litigata successiva. Ci siamo detti cose orribili e abbiamo leso la nostra stima reciproca. Mi odio per alcune parole che ho detto ma mi sentivo sopraffatta. Non vorrei perderlo, mi sento uno straccio, piango in continuazione. Cerco di tornare ad essere affettuosa ma lui non ricambia più gli abbracci.. I miei sono abbracci vuoti e mi sento sola. Ho la famiglia lontana... La mia storia precedente ha avuto lo stesso quadro finale ed ero stata io a tirar fuori a lui le parole della fine. Non voglio succeda ancora, perché nonostante i difetti ho imparato ad amare tutto di lui, lo stimo ancora, mi manca ridere insieme.. lo vedo accanto a me in futuro, mi trasmette sicurezza e mi manca tanto essere amata da lui. Penso che l'ennesimo fallimento mi ucciderà. Sono una ragazza carina, lavoro e sono indipendente, ma sto perdendo tutta la mia autostima perché non mi sento amata, lui non mi guarda più come prima, non mi desidera. Non sentirmi amata e ricambiata é una sensazione che mi uccide nel profondo.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 12 MAR 2020

Buongiorno Kiki,
la sua descrizione meriterebbe alcuni approfondimenti. Rimanendo a quanto scrive, sembra che il fallimento del tentativo di avere un figlio sia stato un evento che ha segnato un cambiamento nel vostro rapporto. Lui era già a conoscenza della sua possibilità di avere figli solo con Fivet? Lei come vive questa condizione? Vi siete confrontati rispetto a come avete vissuto questo evento? Quali aspettative avevate, sia come coppia, sia a livello individuale, sia magari a livello di aspettative familiari? Dice che lui per ora non aveva desiderio di avere figli, d'altra parte potrebbe essere utile capire se l'aver tentato abbia risvegliato anche in lui desideri e aspettative di paternità.
D'altra parte, è possibile che questo evento e la fatica che come coppia avete ad affrontare queste difficoltà stia mettendo in luce delle fragilità nella comunicazione di coppia pre-esistenti all'evento stesso. Nel suo vocabolario è spesso presente il termine "perfetto", che sembra rimandare ad una dimensione più idealizzata che reale della coppia (naturalmente si tratta solo di un'ipotesi).
Infine penso potrebbe essere utile esplorare il modo in cui lei, personalmente, vive la sua condizione di fertilità e in che modo questo incide sulla sua autostima e sul modo di viversi nelle relazioni. Le condizioni di ipofertilità o infertilità possono essere anche molto pesanti dal punto di vista emotivo nel vissuto di chi ne fa esperienza.
Se ritenesse, rimango a disposizione per ulteriori chiarimenti e le invio un cordiale saluto.
Luca Flesia

Dott. Luca Flesia Psicologo a Belluno

53 Risposte

174 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 MAR 2020

Gentile Kiki,
l’iter della fecondazione assistita mette a dura prova l’equilibrio di coppia, si vivono fasi alterne a livello emotivo. Probabilmente entrambi avete sperimentato emozioni negative e risulta faticoso condividere il dolore e la sofferenza percepita. In questi casi è consigliabile seguire un percorso di counseling per coppie per diminuire la forte emotività e gestirla al meglio, in una prima fase i partners vengono visti singolarmente e successivamente si riunisce la coppia, per riequilibrare la situazione.

Spero si realizzi ciò che lei desidera e le faccio i miei migliori auguri,
Cordialmente
Dr.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2768 Risposte

2324 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 MAR 2020

Gentile Kiki il passaggio da coppia a genitori e un momento che puo' mettere in crisi molte persone. Non tutti sono pronti o desiderano apportare questo cambiamento nella loro vita. Mi sembra di capire che questo tentativo di una gravidanza che poi non si e' realizzata abbia creato dei problemi tra voi con l' incapacita' di comunicare e chiarirvi. Potrebbe essere molto utile qualche incontro di terapia di coppia per comprendere se i vostri sono progetti comuni oppure diversi. Auguri.

Anonimo-178303 Psicologo a Ciampino

97 Risposte

37 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 31150 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 19300

psicologi

domande 31150

domande

Risposte 106850

Risposte