Mi ha lasciato, lei soffre di depressione e psicosi

Inviata da Alessia · 2 apr 2017 Depressione

Buongiorno a tutti.
Dopo essere state insieme per 7 mesi, la mia ragazza ha deciso di lasciarmi. Entrambe abbiamo 20 anni.
Fin dall'inizio della nostra relazione ero a conoscenza dei suoi problemi, soffre di depressione di psicosi, in poche parole, sente voci che le dicono cose orribili. Ha sempre alternato periodi in cui stava bene e periodi di ricaduta, nei queli le sono sempre rimasta accanto, tanto che lei mi diceva di quanto stare insieme a me l'aiutava, di come ero il suo unico spiraglio di luce e di come si sentiva al sicuro con me.
Lei è seguita da una psicoterapeuta e assume psicofarmaci (abilify), che però lei sostiene non le servano a nulla.
Circa due settimane fa, mi ha chiamata dicendomi che era stanca di tutto: non ce la faceva più, voleva rimanere da sola, che stava mollando tutto, incluso gli studi e la sua passione per la pallavolo. E tra tutto questo, ha deciso di chiudere la nostra relazione. Siamo rimaste in contatto, anche se lei ha iniziato a trattarmi freddamente dopo la rottura, dicendomi anche cose non troppo belle, spiegandomi che lei mi tratta così perché tratta così tutti quelli che vogliono aiutarla e l'aiutano, siccome non vuole più essere aiutata. Poi abbiamo deciso di vederci sabato per parlarne meglio, ma mi sono state dette sempre le stesse cose: che in questo momento non ha la testa per avere una relazione, che ora non è in grado di darmi ciò di cui io ho bisogno e che lei vorrebbe stare con me, ma che ora non è il momento. Dopo aver parlato un po', le cose sembravano essere tornate normali, ci siamo praticamente comportate come se stessimo ancora insieme, scherzando, dandoci abbracci, carezze eccetera. La sera mi ha scritto ringraziandomi per la giornata e dicendomi che è stata bene e che era felice. Il giorno successivo, è tornata a trattarmi freddamente, sembrava una persona completamente diversa da quella che avevo visto sabato. Successivamente mi manda un messaggio dicendo che la situazione che si era creata la faceva stare male, perché eravamo in bilico, dicendo 'stiamo bene insieme ma siamo divise, non è facile'. Abbiamo concordato comunque di mantenere i rapporti, di continuare a sentirci e a vederci, ovviamente meno spesso di quanto facevamo quando stavamo insieme. Ciò che non capisco è che la vedo spesso sui vari social che è fuori con i suoi amici a divertirsi, ridendo e scherzando.. perché mi ha detto di voler rimanere sola se l'unica persona di cui si è 'liberata' sono io? La stessa persona che diceva di amare e di voler sempre nella sua vita? Ora ci rivedremo domenica per parlare ulteriormente.

Non so cosa fare perché mi manca veramente tanto, l'avevo appena iniziata a considerare l'amore della mia vita, la persona con cui volevo un futuro, la persona giusta per me.
Vederla stare male e non poterla aiutare è difficile, perchè mi ha chiesto esplicitamente lei di non farmi sentire, ma di aspettare che sia sempre lei a contattarmi. Come dovrei comportarmi? Potrebbe esserci la possibilità di tornare insieme dopo questo periodo? Devo lasciarle i suoi spazi? Ho paura che sparendo della sua vita lei si dimentichi di me. Non voglio lasciarla da sola in questo periodo difficile, anche perché lei stessa mi ha detto che senza di me non sta di certo meglio.
Privandosi di me, che da lei ero considerata come una delle poche cose che la teneva in vita, sta cercando di farsi del male da sola? Ho bisogno di risposte, ma lei dice sempre di non potermele dare..

Grazie a tutti per l'attenzione.
Buona giornata.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 3 APR 2017

Gentile Alessia,
la relazione che si è scelta mi appare impegnativa, comprendo l'affetto sincero e il dispiacere emotivo.
Tuttavia la sua ragazza presenta un problema serio, da seguire sia con aiuto psicoterapico che farmacologico. Al momento è difficile per la sua partner mantenere la continuità nella relazione. Sta molto male e non è compensata. Le consiglierei di rispettere la richiesta che le ha fatto lasciandole spazio, lei non può aiutarla in questo momento . Rischia di star male pure lei con questi continui "tira e molla". In un secondo momento vedrà come evolve la situazione e potrà prendere la decisione migliore per se stessa e di conseguenza anche per questa persona a cui lei tiene molto.
Cordialmente
Dott.ssa Donatella Costa (Brescia)



Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2757 Risposte

2240 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 APR 2017

gentile Alessia,
lei pone l'accento su quanto sia difficile questo periodo per la sua (ex) ragazza, di quanto sta male, etc...
e lei?
lei Alessia si è chiesta in questa storia come sta?
saluti
dott.ssa Rita Pranzo

Anonimo-146760 Psicologo a Torino

28 Risposte

14 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Depressione

Vedere più psicologi specializzati in Depressione

Altre domande su Depressione

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17250

psicologi

domande 24850

domande

Risposte 88400

Risposte