Masturbazione adolescenziale e sensi di colpa

Inviata da Anonimo · 20 gen 2020 Orientamento sessuale

Salve, mi presento: sono un ragazzo appena ventenne, e sono una persona abbastanza taciturna poiché non parlo mai con i miei genitori e la mia famiglia, me ne sto sempre da parte e non esprimo mai i miei sentimenti verso gli altri. Questo non è stato sempre così, perché quando ero piccolo ero sempre attivo, praticavo sport ed ero sempre felice, ma col tempo quella felicità si è trasformata in serietà e riservatezza. In alcuni momenti, sono stressato ma soprattutto ansioso riguardo un lontano e felice futuro che vorrei accadesse. Sono generalmente attratto dalle ragazze della mia età ma anche non esageratamente più piccole e pratico la masturbazione regolarmente una volta ogni 2 giorni (usando normali siti porno o senza). A 18-19 anni ho passato un periodo che mi ha segnato profondamente, in cui mi sono ritrovato a dubitare fortemente della mia sessualità. Infatti, conosciamo tutti quanti i pericoli che presenta internet al giorno d'oggi, e quanto siamo dipendenti dai social...difatti, fino a metà dello scorso anno, molto raramente , ad esempio una volta ogni due settimane, (oltre alla odierna masturbazione su porno) e per circa due periodi (ovvero inizio-metà 2018 e a metà 2019), per noia o per pura curiosità, avevo l'abitudine di visitare e a volte toccarmi su immagini di nudisti da google immagini ( legali) nei quali comparivano persone di quasi tutte le età. Sottolineo che a quei tempi ero molto attratto da ragazzine abbastanza giovani, quindi, aldilà del fantomatico tabù della masturbazione, non penso sia anormale, essendo anche in uno dei periodi più accesi per i miei ormoni. Il problema è che in queste foto come ho detto, comparivano persone di tutte le età, quindi anche ragazzine/i e a volte anche bambine/i. All'inizio magari non ci facevo caso poiché non mi sono mai interessato ai bambini e mai mi interesseranno sessualmente (anche perché non ci sarei mai andato su siti pedopornografici e mai lo farò perché mi farebbero schifo). Non ho fatto dunque nessun pensiero malevolo su nessun minore, era solo un momento di noia o curiosità come già ribadito. Preciso dunque di essermi soltanto sfogato toccandomi(sempre tenendo come punto di riferimento le ragazzine e le ragazze). Aggiungo inoltre, di essere stato sempre attratto dalla nudità in generale ,quindi per un certo periodo ho pensato di essere un voyeur o peggio ancora un pedofilo, ma questo non credo proprio perché mi sono documentato per bene e ho letto che le parafilie si protraggono per almeno 6 mesi, e ciò non è affatto accaduto. Ho pensato poi di aver avuto un doc per via di alcuni vecchi comportamenti, e questa potrebbe essere le cosa più probabile, e dalla quale ne sto uscendo pian piano. Da quel periodo non sono più ritornato su quelle foto per mia spontanea volontà, ma ancora oggi ho i sensi di colpa e non riesco a togliermi questa cosa dalla testa, quindi l'unica cosa che faccio è rifugiarmi nella masturbazione compulsiva per un paio di volte al giorno. Non nego che alcune volte ho pianto e ho avuto leggeri attacchi di panico alternati al desiderio di tagliarmi o autopunirmi in qualche modo. È come se avessi subito un "trauma" che ha segnato la mia adolescenza e sento di aver deluso me stesso ma soprattutto le persone che mi stanno accanto, come i miei genitori. Ad esempio quando si parla di pedofilia e robe varie mi sento tirato in ballo e mi da fastidio, poiché non sono mai andato dietro bambini o ragazzi e mai mi permetterei di farlo perché voglio il bene di tutti.( Per fare un esempio ho due procugini molto piccoli(oltre al fatto che non ho mai avuto cuginette femmine )e con loro ci gioco tranquillamente senza che io pensi a cose orrende). È come se non avessi più il diritto di discutere con gli altri, di giudicare qualcosa o qualcuno, perché sono stupido e penso sempre a ciò che ho fatto di sbagliato nella mia vita. Aggiungo inoltre, che sin dalle medie ho pochissimi amici maschi e soprattutto non ho avuto amiche femmine accanto (tranne a 17 anni in cui ho avuto una relazione seria a distanza con una mia coetanea conosciuta mediante un amico, ma con la quale non ho avuto rapporti) e sia adesso che ho ricominciato l'università (perché ho cambiato ancora una volta facoltà a seguito di un anno passato tra stress ed esami falliti). Quindi in sostanza ,ho paura...paura di essermi isolato troppo da questa società, dalle persone che mi vogliono bene. Ho provato molte volte a nascondere questa cosa, ma è molto difficile soprattutto appena esce un argomento simile. Ho provato a confrontarmi con un mio amico e giustamente non poteva fare altro che consolarmi e ribadirmi che alla fine non sono queste le cose importanti della vita, ma il problema è che quel periodo non sta andando via come vorrei, sto ancora un po' male e non posso fare altro che evitare cose che mi facciano pentire di essere nato. Vorrei quindi, dei consigli su come dimenticare almeno in parte ciò che ho fatto, o per lo meno conviverci e apprezzare il fatto che io abbia compreso minimamente dove ho sbagliato.

Grazie in anticipo.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 21 GEN 2020

Caro Marco,
Sembra che lei si stia punendo con l'isolamento per queste foto guardate durante la masturbazione. Mi sento di dirle che c'è una grande differenza tra una fantasia e la realtà, e ciò che lei ha visto o immaginato nei suoi momenti privati di intimità non fa di lei un pedofilo e nulla di simile. Piuttosto sembra che il suo ritiro dal mondo reale l'abbia rinchiusa in una quotidianità solitaria dove realtà e fantasie si mescolano. Anche io le consiglio di provare a parlare con qualcuno per elaborare questo senso di colpa e questa idea negativa su di sé che la porta a ritirarsi dalle relazioni.
Le auguro un buon percorso.
Dott.ssa Businaro Marta

Dott.ssa Marta Businaro Psicologo a Battaglia Terme

10 Risposte

5 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 GEN 2020

Buongiorno Marco,
sono d'accordo con le colleghe che hanno risposto. Perché rimanere intrappolato in questi dubbi? Sei giovane, molto giovane e davvero puoi decidere tante belle cose per la tua vita, la direzione che vuoi darle. Quello che chiami trauma conviene raccontarlo ad un professionista ed elaborarlo insieme in modo che tu possa estrarre da quel dolore che ti provoca una decisione di amore nei confronti della tua vita e non di espiazione rispetto alla colpa che ti senti. Questo può essere un passo importante, una decisione profonda che può darti fiducia in te stesso e nella vita.
Rimango a disposizione. Un saluto.

Dr.ssa Francesca Brabanti

Dott.ssa Francesca Brabanti Psicologo a Prato

44 Risposte

16 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 GEN 2020

Gentile Marco,
mi sembra descriva l’aver sviluppato un comportamento sessuale di rifugio e di alleviamento rispetto a situazioni di difficoltà come ansia,isolamento, insicurezza ed esperienze difficili. Credo le sarebbe utile un aiuto psicoterapeutico per conoscere e approfondire tutto ciò per comprendere e affrontarle.
Disponibile per approfondimenti
Dr.ssa Elisabetta Ciaccia

Dott.ssa Elisabetta Ciaccia studio di psicologia Psicologo a Milano

504 Risposte

170 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 GEN 2020

Ciao Marco, descrivi una situazione molto complessa che meriterebbe molti approfondimenti. L’adolescenza è un periodo critico e tu ti rendi conto di avere uno stato di sofferenza che rischia di peggiorare se non intervieni. Ti consiglio di chiedere un aiuto professionale che sappia guidarti nella comprensione profonda delle tue attuali difficoltà di cui quelle relative alla sfera sessuale rappresentano solo un aspetto.
Un caro saluto, Dott.ssa Michela Roselli

Dott.ssa Michela Roselli Psicologo a Aprilia

135 Risposte

50 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento sessuale

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento sessuale

Altre domande su Orientamento sessuale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 27750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18000

psicologi

domande 27750

domande

Risposte 95700

Risposte