Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Il mio terapeuta sembra geloso di me

Inviata da anonima · 24 mar 2014 Orientamento professionale

salve sono in terapia da circa 5 mesi...........vorrei sapere come mai
quando parlo di un altro uomo in terapia, lo psicoterapeuta diventa geloso?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 24 MAR 2014

Gentile utente,
se la relazione fosse realmente questa (situazione possibile non voglio dire di no), ovvero che il suo psicologo diventa geloso quando parla di altri uomini, non si potrebbe far altro che parlare di scarsa professionalità e, probabilmente, scarsa efficacia della terapia.
Tuttavia è anche possibile che sia lei a proiettare questo nel rapporto.
Credo che le sarebbe utile parlare chiaramente di questa impressione con il suo terapeuta.

Restiamo in ascolto

Dr Mori, Psicologo Sessuologo Psicoterapeuta Psicologo a Siena

573 Risposte

376 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 APR 2014

Gentile signora credo che sia molto importante che lei parli direttamente con il collega di questo suo vissuto, la invito a farlo al più presto. Cordialità

Studio Di Psicologia In Corso Vittorio Psicologo a Torino

124 Risposte

55 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 APR 2014

Gent.ma,
in una relazione terapeutica si instaurano regole e modalità consce ed inconsce. Spesso puo' verificarsi che nella comunicazione in tutte le sue forme (verbale, paraverbale e non verbale, quindi "corporea") si percepiscano segnali e si interpretano parole che potrebbero non essere quelle che il comunicante emette.
Una buona relazione terapeutica è basata sulla chiarezza, rispetto e riconoscimento dei ruoli e delle dinamiche relazionali nel contesto (setting).
Ciò non è significativo del fatto che la Sua percezione sia sbagliata in quanto la vede come reale ma potrebbe essere "non coerente" e quindi falsata.
Cosa saggia da fare è quella che lei nell'incontro con il terapeuta ne parli apertamente, formulando come percezione di gelosia il suo verbalizzare a proposito di riferimenti ad un altro uomo.
Il suo terapeuta saprà, in quanto "professionista" fornirle risposte giuste ed appropriate e, qualora la sua percezione fosse giusta sarà lui stesso a
lavorarci sopra ed a scegliere le modalità di relazioni future piu' appropriate.
A disposizione e con l'occasione, cordialità.
Dott. Pietro Tranchitella

Dott. Tranchitella Pietro Psicologo a Nichelino

18 Risposte

13 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 APR 2014

Gentile utente,
se ha dubbi a proposito del comportamento dello psicoterapeuta, la cosa migliore è esporli al terapeuta stesso. Il comportamento che lei riferisce potrebbe essere in qualche modo legittimo e motivato se il terapeuta ritiene che gli uomini di cui parla non siano adatti per lei, ma potrebbe anche essere del tutto fuori luogo. Un chiarimento è penso necessario

Valentina Sciubba Psicologo a Roma

1054 Risposte

716 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 MAR 2014

Gentile, dice poco per capire. Credo che possa parlarne con il suo terapeuta. Sarà interessante e di aiuto. Cordiali saluti

Alessandro Degasperi Psicologo a Trento

91 Risposte

55 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 MAR 2014

gentile signora Anonima,
l'unica maniera per sapere con maggior probabilità possibile se , come lei scrive, il suo terapeuta è veramente "geloso di lei" è chiederlo direttamente e apertamente a lui stesso.
dr paolo zucconi, sessuologo clinioc e psicoterapeuta comportamentale a udine

Dr. Paolo G. Zucconi (sessuologia clinica & Psicoterapia) Psicologo a Udine

1087 Risposte

1567 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 MAR 2014

Gentile Anonima,
conviene parlare con il proprio terapeuta e manifestargli il suo dubbio o la sua ipotesi (che cosa le sembra)
penso sia la strada migliore per capire qualcosa della situazione in cui si trova parlando direttamente e apertamente col terapeuta
paolo zucconi sessuologo clinioc e psicoterapeuta comportametale a udine

Dr. Paolo G. Zucconi (sessuologia clinica & Psicoterapia) Psicologo a Udine

1087 Risposte

1567 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 MAR 2014

Carissima,
la tua domanda è estremamente breve e troppo generica per iniziare un discorso serio. Ti suggerisco di parlare di questa tua 'appercezion al tuo terapeuta per chiarire immediatamente la cosa, o forse esiti perché 'proiettivamente' è un tuo desiderio quello di ingelosire , come bisogno di attenzione? Mi viene da pensare a questo perché a livello di 'transfert' può accadere di tutto, ma , dal momento che il 'transfert' è lo strumento principale in psicoterapia, quando si manifesta, va espresso al di là delle resistenze. Effettivamente , anche da questa sede si vive la sensazione che la tua modalità di comunicazione è a senso unico. Concludendo, ti ribadisco caldamente di esporre il tuo vissuto nel contesto terapeutico, fermo restando che da qui io sono disponibile per un eventuale ulteriore contatto. Un caro saluto.

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

633 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 MAR 2014

Non è inusuale che si percepiscano dinamiche affettive all'interno di un rapporto di consulenza psicologica o terapeutico ma spesso non si tratta di dinamiche reali ma semplicemente di proiezioni da parte dei soggetti coinvolti.
le consiglio di parlarne apertamente con il suo terapeuta in modo da appurare se le sue percezioni siano corrette o meno. far finta di niente e procedere in un rapporto non chiaro non porterà al raggiungimento dei risultati previsti.

Dott.ssa Angela Mirabella - Mg Lab Centro di Psicologia Applicata Psicologo a Firenze

4 Risposte

3 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 MAR 2014

Buongiorno
due righe sono davvero poche per capire...
comunque sia, dal momento che lei sente che i suoi racconti suscitano una reazione forte nel suo psicoterapeuta, e dal momento che lei legge questa reazione come gelosia, la cosa migliore che potrebbe fare è quella di esprimere apertamente con sincerità questa sua sensazione.
Dal momento che la Psicoterapia è uno scambio a due che implica l'attivazione anche di emozioni e sentimenti, è importantissimo parlarne in modo che queste reazioni divengano un "materiale" utile da essere elaborato con cura.
In generale approfitto anche per dire che il paziente, che in psicoterapia paga un compenso al terapeuta, deve comprendere che quell'ora è sua e quindi sentirsi il più possibile a proprio agio nel chiedere e nell'esprimersi. Deve cioè utilizzare al massimo quel tempo rendendolo davvero proficuo; anche lo stesso Terapeuta potrà trarre il massimo dalle sue competenze nello svolgersi delle sue funzioni quando aumentano fiducia e apertura.
Quindi caro utente si apra con più fiducia al suo terapeuta e si faccia spiegare come mai quando tocca certi argomenti, lui si sente nervoso, agitato, geloso? La domanda dovrà essere posta in senso interrogativo perché nessuno possiede la verità.
La saluto molto cordialmente sperando di esserle stata utile.
Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologa/ Psicoterapeuta in Ravenna
Possibili consulenze e colloqui via skype.

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6897 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 MAR 2014

Gentile utente,
potrebbe spiegarci meglio cosa intende per "diventa geloso"? Che cosa le dice esattamente? E' veramente difficile rispondere al suo quesito senza sapere nulla di Lei e del motivo per cui è in terapia. Non ci sono risposte standard da poter dare se non quella di parlare di questa sua sensazione proprio con il suo terapeuta.
Cordialmente

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Roma

1714 Risposte

2806 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento professionale

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento professionale

Altre domande su Orientamento professionale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 21700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16200

psicologi

domande 21700

domande

Risposte 82200

Risposte