È tradimento questo?!?

Inviata da Ilaria · 13 mag 2015 Terapia di coppia

Salve.. Probabilmente penserete che non sono una persona normale, che ho dei seri problemi e che dovrei farmi aiutare. Lo farò, ma per il momento ho solo bisogno di una risposta molto semplice.. O sì o no.. La risposta alla domanda: "ho tradito il mio compagno?"
Ho 22 anni, lui 30. Conviviamo, non facciamo l'amore quasi mai, da più di un anno. Io ho appena iniziato un'accademia teatrale dove si lavora molto col contatto fisico, e mi sono affiorate delle voglie che non provavo da molto. Inoltre sono all'inizio, e a differenza di un attore professionista, non riesco ancora a scindere il lavoro dalla vita reale, soprattutto per quanto riguarda queste voglie che sento...In particolare sto preparando un pezzo di Shakespeare dove il personaggio maschile cerca in tutti i modi di sedurmi. Prov a baciarmi, mi si struscia addosso, mi tocca, e a un certo punto, mi si attacca sul fianco mentre io ho le mani lungo i fianchi.. È successo questo: la prima volta che abbiamo provato mi sono accorta che avvicinandosi così tanto al mio fianco, il suo pene si appoggiava sul dorso della mia mano, quindi ho sempre cercato di spostarla subito prima che mi abbracciasse.. Oggi, non so cosa mi è preso, senza pensarci troppo non l'ho fatto. L'ho lasciata li, sapendo che l'avrei toccato, forse l'ho fatto apposta perché volevo toccarlo (anche se in realtà lo "toccavo" con il dorso). E mi sono accorta che era anche un po' duro. Giuro non so come ho potuto farlo. Di solito cerco di evitare il più possibile ste cose, inece l'ho fatto apposta. Mi sento malissimo. Ho dei senso di colpa mostruosi. Sento di aver tradito. Non centrava nulla con il lavoro, era una cosa che non dovevo fare. Non lo dirò mai al mio compagno, mai. Lui impazzirebbe. Si rovinerebbe tutto. Che faccio?? Cosa faccio? Lo so che non sto bene, ma per ne questa cosa è di una gravità enorme, mi sento schifosa. Vi prego aiutatemi.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 13 MAG 2015

Buongiorno Gloria,
io mi interrogherei sulle motivazioni che spingono una coppia a non avere rapporti sessuali per un periodo così prolungato.
Inoltre, dovrebbe dire qualcosa su come lei e il suo compagno vivete la vostra relazione; solo così potremmo capire se si sia trattato di vero e proprio tradimento.
Cordiali saluti
Dott.ssa Loredana Aiello

Dott.ssa Loredana Aiello Psicologo a Como

18 Risposte

276 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 MAG 2015

Tranquilla non ha tradito nessuno. Anzi il fatto che Lei si pone molto il problema depone a suo favore. E' umano avere dei desideri sessuali, il problema è gestirli in modo adeguato, San Paolo diceva molto saggiamente: "piuttosto di friggere è meglio sposarsi", le suggerisco di seguire il suo consiglio, pensi a migliorare le relazioni sessuali con il suo compagno e, perché no? magari pensi a sposarsi, Cordiali saluti.

Dott. Daniele Malerba Psicologo a Mestre

110 Risposte

32 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 MAG 2015

Buongiorno Gloria, rispondo in modo diretto alla sua domanda: non è stato un tradimento.
Ma questo non mi pare sia il nocciolo della questione, quanto piuttosto: perché non c'è una vita sessuale attiva tra lei e il suo compagno? Cosa succede tra di voi? C'è attrazione fisica?
Queste e altre domande incentrate su lei e il suo compagno sono quelle bisognose di risposta.
Tanti auguri per la sua vita!
D.ssa Barbara Paolinelli

Dott.ssa Barbara Paolinelli Psicologo a Trento

42 Risposte

33 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 MAG 2015

Cara Gloria,
dal mio punto di vista non ha tradito il suo compagno. Le consiglio, però, di non focalizzare la sua attenzione su "tradimento sì/tradimento no", ma sui suoi vissuti emotivi relativi a questo sfioramento col dorso della sua mano, forse troppo enfatizzati. E sicuramente sulla vostra relazione di coppia e sulla vostra vita sessuale: lei ha 22 anni e il suo compagno 30: trovo inusuale che da più di un anno non facciate quasi mai l'amore.
Le faccio i miei più sinceri auguri
Dott.ssa Cristina Montanaro
Psicologa e Psicoterapeuta

Dott.ssa Cristina Montanaro, Psicologa e Psicoterapeuta Psicologo a Chivasso

4 Risposte

16 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 MAG 2015

Cara Gloria
dovendo affrontare una vita come attrice ( se è questo che vuoi fare) dovrai imparare innanzitutto ad essere più sciolta e non parlo di scioltezza fisica ma soprattutto mentale.
Questo tipo di lavoro si svolge molto a contatto col corpo sia proprio che di altri e non credo sia sempre possibile spostare una mano o evitare accuratamente di sfiorare "certe parti"
Il tuo problema va affrontato alla radice, cioè devi imparare a saper dare il giusto valore alle cose anche basandoti sul contesto e devi accettare il fatto che nel "contesto recitazione" possano anche avvenire non solo "sfioramenti" ma anche affiorare emozioni connesse.
Tuttavia il tutto è parte di un mestiere che si svolge col corpo, con la mente (anche immedesimandosi nei vari ruoli rappresentati) e con le emozioni che saranno provate e trasmesse al pubblico.
Quindi cara Gloria la tua domanda è posta "molto a valle" e il lavoro deve essere "molto a monte" cioè nel saper scindere vita reale, sentimenti e legami importanti, da finzioni ed emozioni vissute sulla scena e che appartengono al personaggio più che a noi.
Ti mancano le idee chiare. A mio parere questi temi dovrebbero essere affrontati apertamente in una scuola o accademia di recitazione che vuole formare attori professionisti.
Non ti dico certo di parlarne in pubblico ma parlarne devi farlo e farti aiutare da uno psicoterapeutain modo che tu possa totalmente affrontare questi temi, più affrontare i temi che riguardano la tua vita in generale e di coppia.
Un caro saluto.
Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6992 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 MAG 2015

Non lo è, ma è un campanello di allarme che dovrebbe cogliere. Quello che è successo è assolutamente normale nella situazione nella quale vi trovate.

Chiarisca con il suo fidanzato che la mancanza di rapporti per un periodo così lungo non è una situazione normale alla vostra età. Gli parli con dolcezza e rispetto, ma con fermezza perché questa situazione rischia seriamente di compromettere la relazione.
Cercate di contattare uno psicosessuologo che chiederà eventualmente di effettuare anche dei controlli medici, da effettuare presso un altro specialista (urologo, endocrinologo, ecc..).

Si ricordi che anche quando il problema sessuale è organico, comporta sempre una componente psicologica da affrontare.
Non faccia passare troppo tempo perché questi problemi tendono a cronicizzarsi.
Cordiali saluti.
Dott.ssa Anna Patrizia Guarino

Dott.ssa Anna Patrizia Guarino Psicologo a Ardea

197 Risposte

256 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 MAG 2015

gent-ma lettrice, non ha tradito il suo compagno. E' opportuno che lei parli con il suo ragazzo, non di ciò che è accaduto, ma dei sentimenti e delle osservazioni che lei scrive nella sua lettera, circa il rapporto che vivete.Usi questa esperienza con il suo collega lettore, per aprire un dialogo con il suo attuale fidanzato.
riscriva se vuole.
cari saluti .
dssa patrizia pezzella psicoterapeuta, sessuologa in Roma

Studio Medico In Trastevere Psicologo a Roma

20 Risposte

7 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 MAG 2015

Gentile Gloria,
il suo "turbamento" è comprensibile, viviamo di emozioni che si attivano attraversi i sensi.
Più che chiedersi se sia stato "tradimento" o meno, dovrebbe chiedersi cos'è per lei il "tradimento", un desiderio inespresso?...una sensazione "rubata"?... o piuttosto un concedersi e affidarsi ad un'altra persona che non sia il suo compagno.
Quest'ultima ipotesi dovrebbe farla riflettere sul senso di quello che ha provato sfiorando il suo collega di studi.
Se nel rapporto col suo attuale compagno, non ci sono momenti di intimità da molto tempo, sarebbe il caso di chiedersi se sia il momento di fare una verifica sull'importanza che ha per entrambi la vostra storia.
Un sinsero augurio per tutto.
Dott.ssa Maria Tinto
Psicologa Clinica e Consulente Sessuale

Psi-Dunamis - Dott.ssa Maria Tinto - Psicologa e Consulente Sessuale Psicologo a Grottaferrata

16 Risposte

23 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 MAG 2015

Gloria,
come lei stessa già avverte è un po' tutto ingigantito, a partire dal senso di colpa che la fa esordire mettendo le mani avanti e anticipando una "diagnosi" che nessuno di noi le farà mai, cioè che lei non è anormale.
Tuttavia è sicuramente inusuale (ma potreste avere i vostri validi motivi) che a 22 anni lei e a 30 il suo lui, voi non facciate sesso da un anno, fatto che lei cita così con nonchalance ma che è decisivo relativamente al suo desiderio sessuale che si manifesta cosi “drammaticamente” durante le prove teatrali.
Guardi, l’impressione è che il tradimento in sé, cioè determinare se vi sia stato un tradimento o meno, sia una marcata deviazione mentale rispetto alla riflessione circa il fatto di un anno di astinenza, circa la paura di essere ritenuta anormale, circa i sentimenti di colpa che sembrano diffondersi a macchia d’olio un po’ in questo ambito e un po’ altrove.
Lasci stare l’episodio contingente, che, mi creda, è ingigantito e distorto dalla sua attuale ansia, e cerchi qualcuno (fosse anche un’amica) con cui parlare del suo sentirsi “schifosa” e del suo vivere ciò che ha vissuto come un fatto di una “gravità enorme”.

Cari saluti
Dott. Alessandro Pedrazzi

Alessandro Pedrazzi Psicologo a Milano

54 Risposte

49 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 MAG 2015

La mia risposta vuole essere brevissima e penetrante, rovesciandola in una domanda:"Se ti avessero fatto recitare in una scena nella quale nel corso di un incendio c'era da attraversare le fiamme, avresti potuto impedirne la sensazione?".
Nella vera arte, l'artista per essere definito tale, prova sempre intensamente quello che fa. Se non è chiaro, sono disposta a continuare.Buon lavoro!
Dott.ssa Carla Panno
psicologa-psicoterapeuta

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

641 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 MAG 2015

Gentile Gloria,
i pensieri non sono cose innocue perchè poi producono fatti.
Ad ogni modo piuttosto che starsi a tormentare su ciò che è successo, se sia grave o no (a chi non viene qualche pensiero irato, di invidia, lascivo ecc?) penso dovrebbe rivolgere le sue attenzioni al rapporto di coppia con il suo fidanzato, che a quanto dice sembra presentare delle difficoltà. Se non è praticabile una terapia di coppia, vada lei intanto da uno psicologo psicoterapeuta che credo saprà aiutarla, cordiali saluti

Valentina Sciubba Psicologo a Roma

1054 Risposte

722 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 MAG 2015

Gentile Gloria,
l'episodio non mi sembra un tradimento, certamente è però qualcosa che ha innescato in lei un profondo turbamento. Come lei stessa afferma ha bisogno d'aiuto, non perché "non sia una persona normale", ma per fare chiarezza sulla relazione non serena con il suo ragazzo, su cosa si aspetta da questo legame e quali bisogni interiori soddisfa, visto che non fate l'amore da parecchio tempo ma continuate a restare insieme.
Un saluto
dott.ssa Cristina Mencacci

Dott.ssa Cristina Mencacci - Psicologa Psicologo a Perugia

366 Risposte

181 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 MAG 2015

Buongiorno Gloria,
LA risposta si o no non è possibile trovarla fuori da se.. purtroppo o per fortuna.
Il teatro è un campo molto importante e metaforico, ci sono ruoli, maschere e schemi da seguire ma c'è sempre un minimo comun denominatore: noi stessi. Cosa differenzia un grande attore da uno mediocre ?! Come riesce ad "indossare" la maschera del personaggio. Pensi anche ad i divi del cinema, riesce a pensare ad un Bruce willis che non interpreti il ruolo del duro ma in un film comico/parodia??! forse no perchè lui stesso non riuscirebbe ad "indossare" quella maschera.
Scindere lavoro e vita reale non è mai semplice e quando si vive in coppia anche l'altro deve essere in grado di farlo.
Certo, in questo caso che Lei descrive c'è un'intenzionalità nel gesto... a me sembra però uno specchietto per le allodole, una valvola di sfogo per un contenitore di pieno di energia repressa (ed andando avanti con il teatro scoprirò tale energia cosa comporta e come può essere utilizzata). Sicuramente dovrebbe approfondire la questione; in coppia o singolarmente con un percorso terapeutico. QUi non si tratta di "farsi curare" come dice Lei ma di scoprirsi e scoprire punti della propria vita che ad un certo momento hanno iniziato a funzionare male/diversamente.

A Sua disposizione
Un caro saluto.

dott. Fabio Glielmi

Dott. Fabio Glielmi Psicologo a Roma

174 Risposte

259 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 MAG 2015

Cara Gloria, mi sento di dirle questo: da una parte non è tradimento perchè non c'è l'intenzione di intraprendere una relazione anche solo da un incontro, con un terzo. Dall'altra vediamo l'intenzionalità nel sfiorare, seppur col dorso della mano, le parti intime dell'attore. Ma non è tradimento, per come io lo intendo. La questione principale però è un'altra: come mai che la vita sessuale di questa giovane coppia è quasi azzerata? Non mi meraviglierei se uno dei due sentisse il bisogno di realizzare davvero una relazione sessuale con un terzo!

Dott.ssa Torti Elisabetta Katia Psicologo a Sampierdarena

25 Risposte

46 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23600 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16800

psicologi

domande 23600

domande

Risposte 85450

Risposte