È possibile cercare per un periodo sesso anche con gli uomini?

Inviata da mauro · 30 gen 2013 Problemi sessuali

Salve, sono sposato da circa 3 anni con una figlia di 1 anno,
premetto che so benissimo i problemi delle donne legate al post gravidanza, quindi anche la carenza di sesso dovuta alla loro situazione psicofisica, ora mi sono ritrovato che dopo circa 5-6 mesi dal parto in un periodo di carenza di sesso ho iniziato a frequentare chat a sfondo erotico e mi sono messo a chattare con donne e uomini. Dopo un breve periodo di chat ho preso l'infelice idea di incontrare un'uomo (forse l'idea di andare a donne la ritenevo un tradimento verso mia moglie che amo tantissimo) con il quale nel periodo successivo sono passato dalla masturbazione al sesso orale forse portato dal desiderio di sfogarmi sessualmente. Gli incontri sono stati solo 3 e successivamente a questi incontri non è ho voluto più sapere..anzi sentivo un vuoto dentro di me impressionante ma nonostante ciò ho continuato a chattare senza però avere più incontri...giocando in chat spacciandomi per bisex.
Adesso mi ritrovo che mia moglie ha scoperto i contatti di chat su messenger e confessandogli che ho avuto delle esperienze con gli uomini non crede più chi io sia, si chiede se quest'esperienza non sia dovuta al fatto che non ho conosciuto nessuna donna.
Non ho mai avuto altre esperienze e non ho mai avuto fantasie rispetto al mio stesso sesso e ora mi chiedo se questa situazione è stato solo un momento di confusione mentale oppure come dice mia moglie sono realmente Bisex?
In attesa di risposta
Grazie

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 1 LUG 2017

Gentile,
le consiglio di affrontare un percorso con un collega psicologo, grazie al quale sbloccherà i sensi di colpa e le paure che la bloccano per stare meglio.
Le auguro buona giornata
Dott.ssa Ilaria Albano
Psicologo a Roma

Dott.ssa Ilaria Albano Psicologo a Milano

269 Risposte

332 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 FEB 2013

Gentile Mauro, cosa vuole risolvere?! Cosa c'è da risolvere?
Forse da risolvere c'è solo il problema che si è creato nella relazione con sua moglie nel momento in cui è venuta a conoscenza di quanto accaduto, sicuramente in questo senso ci sarà una relazione da recuperare e sicuramente capire insieme cosa è accaduto potrebbe aiutarvi a farlo.
Molti uomini hanno nella loro vita un'esperienza omosessuale e non per questo sono omosessuali.
Non conoscendo sua moglie e la vostra relazione di coppia non posso fare delle ipotesi su quanto le è accaduto.
Forse dovrebbe riflettere su questa carenza di intimità e di attività sessuale che lei attribuisce ad una "normalità" post partum, forse l'arrivo di questo terzo è stato per lei destabilizzante della relazione con sua moglie. Forse la difficoltà di entrare all'interno di questa nuova svolgendo il ruolo che compete al maschio ha a che vedere con la sua parentesi di ricerca di una relazione con il maschile.
Le consiglio di rivolgersi ad uno psicanalista iscritto alla società (SPI o AIPA)
Cordiali saluti

Dott. Luca Altieri Psicologo a Perugia

29 Risposte

57 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 FEB 2013

Gentile Mauro, anche se quello che è accaduto non fa parte della normalità più assoluta, se lei dice di non pensare più di andare con uomini e se mai in passato ne è stato attratto, forse non si parla di bisessualità ma di noia e di depressione post-partum che colpisce anche gli uomini, per cui credo che lei si dovrebbe preoccupare solo se queste fantasie con uomini le dovessero ritornare e comunque può prendere appuntamento con un collega psicologo e potere fare chiarezza su chi è e cosa vuole realmente.
Tanti auguri.

Dott.ssa Angela Virone Psicologo a Agrigento

315 Risposte

220 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 GEN 2013

Caro Mauro,
è difficile darle una risposta esauriente in poche righe poiché la situazione mi sembra davvero complessa, nel senso che gli elementi in ballo sono molteplici, dagli individuali a quelli di coppia. Inoltre scrivendo qui vedo che preferisce mantenere un contatto virtuale ma io la invito a rivolgersi ad un terapeuta reale della sua zona con cui potrà approfondire i motivi e i bisogni che hanno portato a questa situazione, le fantasie e i comportamenti, i vissuti emotivi che hanno caratterizzato questa fase della sua vita. Inoltre c'è il versante di coppia, anche lì sarebbe opportuno un intervento. Posso immaginare, magari azzardando, che lei si senta un po' di imbarazzo e di senso di colpa per tutta questa storia nei confronti di sua moglie, ma anche paure e incomprensioni nei suoi stessi confronti, avendo fatto esperienze completamente nuove e stravolgenti. Se riesce a andare oltre il carico emotivo che porta dentro di sé e a condividere tutto ciò con un terapeuta in carne ed ossa credo sia la soluzione migliore.
In bocca al lupo per tutto
Cari saluti
DR.ssa Scipioni, roma

Anonimo-126894 Psicologo a Roma

272 Risposte

167 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 GEN 2013

La scelta di un percorso terapeutico l'ho già fatta e nei prossimi giorni inizierò tale percorso....fondamentalmente io credo di sapere cosa sono e cosa voglio(in fondo non ho mai desiderato un uomo neanche per gioco)...il dubbio riguarda più mia moglie in quanto ad oggi si domanda chi ha sposato,con chi è stata in questo periodo...naturalmente per lei è inaccettabile tutto ciò ed inutile cercare di spiegare la situazione in quanto avendogliela nascosta non crede più alle mie parole.
La mia condizione è anomala in quanto secondo il mio punto di vista o si è omosessuali/bisex o non lo si è...e questa parentesi(chiamiamola così) fa saltare tutti i miei schemi.
Forse sarò ripetitivo ma secondo voi e la vostra esperienza possono accadere queste situazioni di parentesi che escono fuori da uno schema di cui uno è sempre stato consapevole per cause diverse(rabbia,gioco,sfogo..)?
Ho bisogno almeno di una certezza sapere che possano accadere e potenzialmente si possono risolvere con l'aiuto di un professionista andando a trovare le cause e le soluzioni.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 GEN 2013

Caro Mauro,
il sesso può avere tanti significati e giocare tanti ruoli diversi in diverse fasi della nostra vita: sfogo, gioco, noia, rabbia, autocompiacimento, amore. È importante a mio avviso essere sempre consapevoli di quale parte stiamo usufruendo o mettendo in scena. Altra cosa e' l'identità sessuale, legata di più a chi siamo, cosa desideriamo e come ci vedono gli altri.
Mi sembra confuso rispetto a questo aspetto, più che altro, come se l'esperienza omosessuale che ha vissuto le abbia fatto perdere contatto con sé.
Se il disorientamento rimane potrebbe essere utile rivolgersi ad un esperto psicoterapeuta per ritrovare il centro e capire qualcosa in più su se stesso. Ne vale sempre la pena conoscere di più se stessi, i confini spesso vanno ridefiniti, così come i desideri.
In bocca al lupo

Maria Francesca Basoni

Dott.ssa Maria Francesca Basoni Psicologo a Milano

17 Risposte

8 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 GEN 2013

Gentile Mauro,
credo che il momento, sicuramente di gran confusione, abbia smosso questioni e vissuti che meritano il giusto approfondimento. Questo lo deve prima di tutto a se stesso e poi alla sua famiglia. Da soli non vi è possibile gestire il carico emotivo generato da qualcosa di cui si è perso un po' il controllo e dalle conseguenze derivate. Rivolgersi ad un terapeuta per un percorso di coppia può rappresentare a mio avviso un valido aiuto alla vostra condizione. Un augurio. Dott.ssa Sabina Orlandini

Dott.ssa Sabina Orlandini Psicologo a Torino

336 Risposte

207 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Problemi sessuali

Vedere più psicologi specializzati in Problemi sessuali

Altre domande su Problemi sessuali

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 31300 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 19350

psicologi

domande 31300

domande

Risposte 107400

Risposte