Cosa posso fare per mia figlia?

Inviata da Luigia · 6 ott 2014 Psicologia infantile

Mi sta facendo andare in crisi il comportamento di mia figlia che si chiude sempre di più e non riesce o non vuole affrontare il mondo. Fa il “mulo”. Ormai sono 3 anni che è a casa e non vuole affrontare il mondo ed il mio insistere provoca l’effetto contrario.
Ci sono stati molti tentativi di prendere la patente tutti andati a vuoto. Altri tentativi di trovare lavoro nulli. Cosa posso fare se non assistere alla sua autodistruzione?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 10 OTT 2014

Cara Luigia
la comprendo pienamente in quanto trovarsi una figlia che immagino abbia 19/20 anni?(non so lei parla di patente ma non ci dice l'età) che se ne sta chiusa in casa con questo costante e caparbio rifiuto di affrontare la vita, è una cosa davvero drammatica.
I motivi che possono aver causato questa "chiusura al mondo" possono essere tanti e vari. Molti figli adolescenti e quasi adulti di oggi, cresciuti protetti e coccolati, spesso straviziati trovano poi che "buttarsi" in un mondo che "non li tratterà coi guanti" non "ci piace" e dunque se ne stanno nel "rifugio casa" pensando di poter protrarre all'infinito una situazione statica.
Poi possono esserci vari disturbi e varie situazioni patologiche legate all'età. Occorre verificare!
Ho parlato in generale e non di sua figlia dal momento che non potrei non conoscendola.
Penso comunque, e questo è certo, che la ragazza abbia bisogno di acquisire molta maggiore sicurezza e di ampliare il suo concetto di mondo anche attraverso la scoperta di hobby e cose che possano interessarla intensamente.
Studi e osservi mentalmente sua figlia (senza assillarla con domande o prediche), la studi silensiosamente per scoprire qualche interesse particolare e poi quando l'avrà trovato faccia leva su quello.
Accenni anche alla possibilità di uno psicologo da cui andare per una "chiacchierata"
non è detto che sua figlia non possa esserne interessata.
Trovi qualche utile strategia e non si arrenda e, comunque, stia vicina a sua figlia.
Coraggio, non perda le speranze e comunichi fiducia in un superamento del problema.
Penso comunque che l'aiuto di un professionista sia indispensabile sia per una accurata diagnosi sia per un per un percorso di Psicoterapia.
Se la ragazza proprio non vuole saperne vada lei, le sarà utile comunque per se e per sua figlia.
Cordiali saluti
Psicoterapeuta Silvana Ceccucci Studio in Ravenna

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6997 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 OTT 2014

C è un modo strategico per farla uscire dal problema.

Dott ioimo

Dott. Giorgio Ioimo Psicologo a Torino

33 Risposte

52 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 OTT 2014

Può essere necessaria una terapia familiare per far emergere quelle inquietudini e paure che oggi sembrano aver paralizzato vs figlia. Alcune sedute potranno chiarire meglio le dinamiche relazionali e aiutarvi a costruire la strategia migliore per superare questo blocco, ad oggi progressivamente invalidante. Buone cose Dottssa Rosanna Tartarelli

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 OTT 2014

Gentile Luigia,
la cosa migliore da fare è richiedere lei che scrive una consulenza psicologica per analizzare nel dettaglio la situazione e farsi aiutare ad attuare strategie di coinvolgimento nella terapia per sua figlia. Richieda una psicoterapia ad impostazione sistemico- relazionale. Oppure proporre a sua figlia di recarsi da uno/a Psicologo/a Psicoterapeuta da sola (presumo sia maggiorenne) per risolvere il suo stato di inattività verso una crescita personale che soddisfi la ragazza.
Cordialmente

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Roma

1714 Risposte

2825 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 OTT 2014

gentile luigia, racconta una storia che purtroppo tante mamme come lei si trovano ad affrontare. credo che con il suo comportamento sua figlia stia provando a comunicare qualcosa al mondo che la circonda, di certo manifesta un disagio. indicare a sua figlia l'esistenza di un luogo in cui il suo dolore possa trovare spazio credo sia già un grande dono.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 OTT 2014

Gentile signora Luigia,
mancano dati importanti per poter capire e esprimersi professionalmente a distanza nel bene di lei e di sua figlia. La stessa privacy impone nei casi delicati essere prudenti, almeno on line. Uno psicoterapeuta veramente capace potrà accogliere la sua richiesta di aiuto ed intervenire personalmente per la salute mentale della figlia anche se sono trascorsi tre anni dall'esordio di una (probabile ed importante) psicopatologia
dr paolo zucconi, psicoterapeuta comportamentale e cognitivo in friuli venezia giulia

Dr. Paolo G. Zucconi (sessuologia clinica & Psicoterapia) Psicologo a Udine

1087 Risposte

1570 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 OTT 2014

Salve sig.ra Luigia,
Sua figlia quanti anni ha precisamente?
Partiamo dal presupposte che sua figlia è un giovane adulto e quindi la sua personalità ormai è stabile ed è ormai un individuo diverso da lei.
Questa raggazza che storie ha avuto in adolescenza per essere così arrabiata con il mondo?
Penso che sia anche molto spaventata dal conoscere il mondoo e che iniziare a fare qualche cosa con impegno sia per lei molto gravoso.

Tutte queste domande hanno bisogno di risposte, come l'altra stragrande quantità di domande che vi state ponendo a casa. Credo con qualche semplice frase non ha di sicuro potuto spiegarci a pieno tutto.

Tutto il sistema familiare è collegato nella strutturazione della propria vita e quindi penso che dovreste richiedere un aiuto ad uno psicologo per arrivare alle tantissime risposte che sono nascoste dietro questo testo così breve.

Non importa chi di voi andrà avanti ma basterà che un solo membro del sistema familiare cambi per avere dei miglioramenti nel resto della famiglia.

Cordialmente,

Dr. Adriano Raffaele Principe
Psicoanalitica Breve - Neuropsicologia - Psicodiagnostica
Infanzia e Adolescenza, Adulti e Anziani

Dott. Adriano Raffaele Principe - Psicologo Benevento Adolescenti Psicologo a Benevento

25 Risposte

20 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 OTT 2014

buongiorno Luigia. Sua figlia ha forse sviluppato una paura che le impedisce di affrontare gli eventi in modo sereno, sembra caduta in un circolo vizioso di fallimenti e chiusura in se stessa che non le dà via d'uscita. Credo che sarebbe utile per lei iniziare un percorso psicoterapeutico che la aiuti ad affrontare le sue paure anziché fuggirle chiudendosi in sé, e le dia una mano a ritrovare fiducia nelle sue capacità: insistere per farla uscire non sembra funzionare, provi a proporle di incontrare uno psicoterapeuta per accrescere il suo benessere,magari aumentare la sua autostima e affrontare le prove della vita in modo più sereno..quando si sentirà più sicura lascerà probabilmente il suo "rifugio" in modo autonomo. In bocca al lupo!

Dott.ssa Alessia Picco Psicologo a Giaveno

54 Risposte

125 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 OTT 2014

Gentile Luigia,
praticamente impossibile per una madre accettare “l’autodistruzione” della propria figlia. Molto è possibile fare prima di gettare la spugna. Potrebbe essere di grande giovamento sia per lei sia per sua figlia richiedere una consulenza ad uno psicologo della vostra città.
I motivi per cui sua figlia incontra tanta difficoltà nell’affrontare il mondo possono essere diversi e andrebbero approfonditi di persona per potervi aiutare.
Per quanto frustrante possa essere per lei assistere all’isolamento di sua figlia, è importante che assuma un atteggiamento di vero ascolto delle sue motivazioni, delle sue paure, delle sue fragilità, facendole sentire prima di tutto il suo affetto di madre e non il suo giudizio.
Resto a disposizione
Dott.ssa Silvia Roberta Villa

Dott.ssa Silvia Roberta Villa Psicologo a Torino

18 Risposte

21 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia infantile

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia infantile

Altre domande su Psicologia infantile

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16900

psicologi

domande 23750

domande

Risposte 85900

Risposte