Come fare a superare una crisi universitaria?

Inviata da Leo · 19 lug 2018 Orientamento scolastico

Salve a tutti,
Sono un ragazzo di 22 anni , sono uno studente universitario. Sono al secondo anno e mi sono reso conto di essere in crisi da circa 6 mesi ma non ci ho mai fatto caso e ho continuato ad andare avanti dicendomi che ce l'avrei fatta e avrei superato questo momento. Purtroppo a causa di un esame del primo anno che sono riuscito a passare soltanto 5 mesi fa, dopo averlo ripetuto più di 3 volte, ho dato soltanto 3 esami in 2 anni e di questo me ne vergogno un sacco. Sono riuscito a passare la prima parte, ossia lo scritto. Ora però devo preparare la seconda parte, ovvero l'orale. il tempo massimo per dare questa seconda parte è di 6 mesi. Ho iniziato a studiare il libro qualche settimana dopo aver fatto lo scritto ma molto lentamente, fino al punto da iniziare a procrastinare e studiare pochissimo al giorno. Non avevo più voglia di studiare quella materia, non riuscivo a concentrarmi. Iniziai così a studiare le altre con l'intento di togliermi qualcuna per poi avere più tempo per studiare quella che non volevo più studiare. Dopo un mese ho cambiato di nuovo idea e mi sono rimesso a studiare quella materia ma con risultati ancora più scarsi, lasciando perdere tutti gli altri esami. Premetto che non sono stato mai molto bravo a scuola, me la cavavo con risultati sufficienti, però ho scelto di frequentare l'università perché voglio dimostrare a me stesso che ce la posso fare a raggiungere i miei obiettivi, anche se studiare non è mai stato il mio forte. Voglio che il mio sia un buon futuro, ma per fare questo c'è bisogno di molto impegno e forza di volontà, quello che mi manca.
Sono arrivato ad una settimana dall'esame non preparato al 100% come lo ero quando ho fatto lo scritto, infatti ci sono cose che ricordo bene e altre che non ricordo affatto. Ho deciso quindi di non affrontarlo per la paura di fare brutta figura con i professori e di fronte ai miei compagni ma di provarlo soltanto a settembre con la speranza di passarlo definitivamente.
Passo le mie giornate al cellulare (cancro per studenti universitari), guardando video, notizie sportive, navigando su Instagram, Facebook, ecc. Sono davvero demoralizzato, ho la testa che mi scoppia, non so cosa fare per riprendermi.. So soltanto che ce la voglio fare, ma in questo momento mi sento completamente incompetente e incapace di affrontare la situazione.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 20 LUG 2018

Carissimo, non so quanto questo la possa aiutare, ma le assicuro che le difficoltà che lei sta vivendo non esprimono una sua incapacità, anzi, le garantisco che più o meno, ci siamo passati tutti. Al primo esame interessante, ma allo stesso tempo complesso o a quello che non ci piace e dunque, ci arriviamo demotivati, troviamo l'ostacolo e superarlo diventa difficile. A volte sono le situazioni a complicare le cose, come un Prof. che ci prende in antipatia o un testo poco chiaro nelle spiegazioni, ecc. Il tutto comunque, ci sembra un impresa titanica, perché più passa il tempo e più il dover riaprire lo stesso libro, con argomenti che non ci piacciono o per ripetere cose che non riusciamo a fare nostre, diventa frustrante e ci chiediamo come ne usciremo. La cosa che le potrei consigliare e di ridare questo esame il prima possibile, anche rischiando un voto basso. La media degli esami conta solo per poche cose nella vita e un esame solo comunque, non fa la media. Le dico questo perché se pensa di preparare altri esami, questo lo dimenticherà e poi dovrà rifare tutto da capo e per un esame in cui ha già delle difficoltà, non è il caso. Inoltre, col passare del tempo la sua mente continuerà a pensare all'esame che non ha passato e la metterà nella situazione di sentirsi sempre un po' "incapace" facendola sentire insicuro. Deve rendersi conto che se lei ha già dato degli esami nulla le impedisce di poter dare anche questo. Le difficoltà che trova sono solo nella sua mente, nei pensieri che ha intesta. Non si tratta di problemi pratici. Dovrebbe cercare di guardare questi suoi pensieri ma poi, metterli da parte, perché sono loro la causa dei suoi problemi. Lo studio è sacrificio, ma lo si fa per diventare un domani dei professionisti e non lo si può diventare non studiando sodo. Ora arriva il caldo è normale sentirsi stanchi e svogliati. Si prenda un tre quattro giorni di pausa da tutto e poi con la tenacia che lei sa tirar fuori dica ai suoi pensieri di farsi da parte perché la sua vita è nella realtà di tutti i giorni non nelle foto sui social o nei filmati sullo smartphone. Resto a disposizione.
In bocca a lupo.
Dott.ssa Barbara De Luca

Dott.ssa Barbara De Luca Psicologo a Catanzaro

439 Risposte

206 voti positivi

Fa terapia online

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 LUG 2018

Gentile Michele,
il blocco negli studi o la "crisi universitaria" come lei la definisce è una difficoltà abbastanza diffusa. Occorrerebbe indagare meglio i fattori che la spingono a sentirsi in questo modo. Spesso bloccarsi per uno o più esami è l'esito di difficoltà nella concentrazione e nella motivazione dovute a situazioni stressanti che sta vivendo in quel momento particolare. Può trattarsi altrimenti di una situazione conflittuale che lei vive rispetto allo studio, agli esami e alla valutazione in senso ampio e questo andrebbe compreso attraverso dei colloqui psicologici. La demoralizzazione e la fatica a concentrarsi che riporta sono l'esito di questi meccanismi in atto. Cerchi di focalizzare l'attenzione su questi aspetti e, se lo ritiene, provi a rivolgersi agli sportelli di ascolto psicologico spesso presenti nelle università oppure contatti un/una psicoterapeuta privato/a.

Un saluto,
dott.ssa Letizia Pellegrini
Psicologa psicoterapeuta - EMDR

Dott.ssa Letizia Pellegrini Psicologo a Roma

26 Risposte

15 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Altre domande su Orientamento scolastico

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22950 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16600

psicologi

domande 22950

domande

Risposte 84300

Risposte