Attacchi di panico e paura di perdere il controllo e fare un gesto inconsulto

Inviata da Anna · 2 lug 2019 Attacchi di panico

Sono una ragazza di 23 anni.
La mia vita, facendone un bilancio, non è poi così male: sto studiando per specializzarmi in qualcosa che amo (giornalismo e marketing), lavoro come giornalista collaboratore, ho una media del 29, all'università ho molti amici che mi vogliono davvero bene. Nella mia città non frequento quasi nessuno, tranne un paio di amiche che purtroppo vivono fuori. Ma sono circondata da persone che mi vogliono bene: amici dell'università anche se lontani ma sempre presenti, una madre dal carattere un po' forte ma è la persona a cui voglio più bene al mondo, una famiglia che mi stima nonostante i classici piccoli attriti familiari.
Due anni fa, quasi alla fine dell'Erasmus di 12 mesi, ho iniziato ad avere il primo attacco di panico: vivevo all'ottavo piano di un condominio con altri 3 amici e all'improvviso ho avuto come una sensazione incontrollabile di gettarmi giù dalla finestra. Tremavo terribilmente, tisane e valeriana non facevano nulla.
Vivevo con tre amici, di cui uno era il ragazzo di cui ero innamorata che ha pensato bene di fidanzarsi con una nostra coinquilina. Ho sofferto moltissimo, parlandone con i miei amici per aiutarmi, ma poi mi ci sono abituata. Quindi, l'attacco di panico seppure avvenuto dopo mesi l'ho ricollegato a quel grande stress emotivo a cui mi ero sottoposta.
Sono durati anche dopo il mio ritorno a casa in Italia, ho seguito una psicologa che conosco da tempo e grazie a lei ed ai fiori di Bach dopo circa 8 mesi sono stata meglio.
Adesso, dopo circa un anno e mezzo, periodo in cui la mia vita è cambiata in meglio ed in cui sono molto più sicura di me stessa, sto ricominciando da un paio di settimane ad avere attacchi forti di panico e pensiero fisso: adesso vado vicino al castello e mi butto di sotto.
Non voglio farlo, amo la vita anche se questi attacchi mi sottopongono ad uno stress emotivo tale da avere perfino dubbi in merito a questo.
Ho notato che sovente questi attacchi si presentano quando mi costringo a far qualcosa che proprio non voglio fare: ad esempio uscire e fare commissioni necessarie, il che mi capita molto spesso avendo una madre che lavora.
Ho paura ad uscire da sola, chiamo mia madre o una mia cara amica dell'università e chiacchieriamo, ma a volte non basta.
Cosa posso fare? Sottolineo che non ho una situazione economica tale da poter affrontare un altro ciclo di incontri dallo psicologo..

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 2 LUG 2019

Buongiorno Anna,
se l'ansia perdura nonostante lei sia soddisfatta della sua vita, forse significa che c'è ancora qualcosa che va sistemata. L'ansia è come un campanello d'allarme ed è importante capire che cosa lo fa scattare.
Ci sono psicologi che applicano tariffe agevolate o può provare a rivolgersi al Servizio Pubblico della sua zona, dove si paga solamente un ticket. Non resti da sola a gestire le situazioni che la preoccupano, si faccia aiutare ancora, tanto più che in passato ne ha avuto giovamento.
Se lo desidera rimango a disposizione.
In bocca al lupo e un cordiale saluto,
drs Lucia Mantovani, Milano

Studio di Psicologia Dott.ssa Lucia Mantovani Psicologo a Milano

995 Risposte

481 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Attacchi di panico

Vedere più psicologi specializzati in Attacchi di panico

Altre domande su Attacchi di panico

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 30000 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18800

psicologi

domande 30000

domande

Risposte 102150

Risposte