12 anni: é finita o é paura della fine?

Inviata da Antonio · 18 set 2017 Terapia di coppia

Buonasera, mi chiamo Antonio ho 31 anni e vorrei provare a condividere brevemente la mia storia , le mie sensazioni e perplessità con voi. Da circa un mese io e le mia ragazza, anche lei di anni 31, abbiamo deciso di lasciarci. La nostra é una storia che tra alti e bassi è andata avanti per 12 anni di fidanzamento ( alti e bassi vuol dire che é la terza volta che ci lasciamo). Questa volta é diverso. La prima volta nel 2006, dopo prolungati problemi lei ebbe una "sbandata" per un ragazzo lei ne parlò con me e decise di lasciarmi. Rimanendole a fianco poiché ero innamorato e aver ricostruito il rapporto tornammo insieme dopo un anno. La seconda volta nel 2011, dopo anche qui prolungati problemi, lei mi lasciò. Nel giro di poco iniziò a frequentare un altro ragazzo, ma anche lui, probabilmente risultò poco valido e lo lascio perdere. Nonostante anche qui le rimasi vicino quasi sempre, Tornammo insieme solo a fine 2013 nel momento in cui cominciai, a capire come stare da solo. Questa volta é diverso. A maggio di quest anno lei ha avuto, di nuovo una sbandata per una persona, non corrisposta, io decisi di non lasciarla e tentare di starle vicino... Solo che il rapporto era "rotto", lei si circondava di nuovi amici/amiche non voleva più passare del tempo con me e alla fine, forse per ripicca forse non so per cosa ho deciso di conoscere nuove persone anch io. Fra le varie persone conosciute c é una ragazza che nel giro di poco é riuscita a darmi quello che da mesi non ricevevo dalla mia ragazza... baci, abbracci, dolcezza etc... Questa ragazza, però é particolare, forse problematica, con un passato di violenze sessuali e tentati suicidi tanto da averla trasformata in una persona molto paranoica con una bassa fiducia verso gli altri, me compreso. Per cercare di colmare la fiducia nei miei confronti lei ha deciso di contattare e scrivere più volte alla mia ragazza, chiedendole chiarimenti su di me e raccontandole le nostre uscite. Questa situazione ha portato prima alla rottura ( lasciarci) del rapporto tra me e la mia donna, e poi ad un peggioramento della situazione. Il problema è che pur oggettivamente sbagliato il comportamento di questa persona, io ho un gran desiderio di conoscerla meglio, aiutarla e non so cos altro .D'altra parte la mia ex sentendo ora la mia lontananza di giorno in giorno, si sta riavvicinando ed io in un misto di rabbia ( per la sua sbandata), paura, ansia fortissima non riesco ad avvicinarmi e risulto freddo come un ghiacciolo. 12 anni non sono uno scherzo ma ho paura che sia la fine, ho paura di iniziare qualcosa di nuovo perché mi sento in colpa e fortemente bloccato e nello stesso tempo ho paura di fare scelte sbagliate in qualsiasi direzione. L'ansia mi divora testa e stomaco, la rabbia mi calma. Pensare di stare in un limbo in un tempo indefinito o di dover scegliere con la preoccupazione di fare una scelta sbagliata mi angosciano. Tutti parlano di " impara a stare prima da solo"... Io sono figlio unico e in 3 volte in cui ci siamo lasciati sono stato spesso "da solo". Una figura femminile per me é qualcosa di essenziale, mi piace buttarmi nel rapporto anima e corpo, perché so quanto é brutto alle volte stare soli e quanto é bello sentirsi importanti e accettati da qualcuno... Non voglio far soffrire la mia ex ragazza, non vorrei sbatterle la porta in faccia e non sono sicuro di tante cose. Questa volta è diverso, vorrei solo capire se é la fine ...
Vi ringrazio in anticipo per le risposte
Cordiali Saluti
Antonio

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 19 SET 2017

Buongiorno Antonio,
da quanto esprime ho la sensazione che adotti spesso il ruolo del "buono". La sua ragazza per ben tre volte ha investito affettivamente su un'altra persona, sapendo che lei era disponibile a raccogliere eventuali cocci. L'ultima relazione è con una ragazza problematica, che ha bisogno di essere rassicurata. Ma i suoi bisogni Antonio, quali sono? Le consiglierei di regalarsi un percorso psicologico che rinforzi la sua autostima e attivi cambiamenti nelle sue dinamiche relazionali, al fine di poter migliorare la qualità della sua vita affettiva.
I miei migliori auguri
Dott.ssa Vanda Braga

Dott.ssa Braga Vanda Psicologo a Rezzato

1356 Risposte

1207 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 SET 2017

Gentile Antonio,
da quanto scrive ho la sensazione che abbia una certa tendenza ad adottare il ruolo di "Salvatore". Sicuramente una relazione durata 12 anni, ha creato sentimenti importanti, ma la sua ragazza per ben tre volte ha investito affettivamente nei confronti di un altro, sapendo che lei rimane disponibile a raccogliere eventuali cocci.
L'ultima relazione non le ha dato certo sollievo, anzi aumentando le sue sensazioni di ansia e rabbia.
Pensi un po' a se stesso. Valuti l'opportunità di un percorso psicologico in cui affrontare il, suo disagio, elaborare le emozioni e attivare strategie di cambiamento che le permettano di stabilire serene relazioni.
I miei migliori auguri
Dott.ssa Vanda Braga
Non le consiglio di stare da solo, ma di valutare l'oppotunità di un percorso psicoologico che l'aiuto a comprendere e modificare postivimanete le sue dinamiche relazioni.

Dott.ssa Braga Vanda Psicologo a Rezzato

1356 Risposte

1207 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 SET 2017

Caro Antonio, la situazione mi sembra molto complessa e ho la percezione di cogliere qualche dinamica disfunzionale in tutto questo (paura della solitudine, meccanismi di dipendenza affettiva, paura delle reazioni degli altri, poca chiarezza ecc.).
Il mio consiglio è quello di fermarsi un attimo e darsi il tempo di chiarire a se stesso, magari con l’aiuto di uno psicoterapeuta, come sta vivendo questa situazione, quali sono i suoi bisogni e le sue paure più profonde e magari di cui non ha piena consapevolezza.
In questo modo potrà essere più consapevole delle sue scelte senza cadere in meccanismi che la fanno soffrire.
Un caro saluto – dott.ssa Luisa Fossati – Psicologa psicoterapeuta

Dott.ssa Luisa Fossati Psicologo a Firenze

370 Risposte

427 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16650

psicologi

domande 23050

domande

Risposte 84400

Risposte