Parliamo di Training Autogeno

Il Training Autogeno, una terapia anti-stress e non una semplice tecnica di rilassamento che permette di riappropriarsi di un equilibrio interno attraverso il dialogo mente-corpo.

18 SET 2019 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

Parliamo di Training Autogeno

Parliamo di Training Autogeno, una terapia anti-stress … ma che cosa si intende con il termine stress?

Il concetto di stress oggi è entrato nel linguaggio comune e lo si usa per definire situazioni anche molto diverse tra loro (stanchezza, insoddisfazione, disagio relazionale fino ad arrivare a paura e tensione molto forte), perdendone quindi quello che è il vero significato. Si tratta infatti di una condizione in cui si trova l'organismo che richiede risposte psicologiche e fisiologiche superiori alla norma e che a lungo andare crea degli scompensi veri e propri a livello psicofisico; le normali difese dell'organismo non bastano più a far fronte ad una determinata situazione e si manifestano i primi sintomi, ad esempio, aumenta l'attività cardiaca e respiratoria o si presentano problematiche legate alla digestione, sintomi che non scompaiono con il finire della situazione di disagio. Essere sotto stress rende più fragili e vulnerabili di fronte alle difficoltà quotidiane. Nelle persone molto stressate, c'è un'elevata produzione di cortisolo, il così detto ormone dello stress, questo comporta un'alterazione del metabolismo, un'irritazione della mucosa gastrica e un abbassamento dei fattori immunitari.

E il Training Autogeno come agisce su questa condizione? Il T.A. ha effetti opposti a quelli dello stress, normalizza i parametri corporei attraverso specifici esercizi, si tratta di un "allenamento" (training) che nasce dall'interno del corpo e che genera "da solo" delle modificazioni "auto-indotte" (autogeno) dirette dal cervello al corpo. Non si tratta di una prestazione o di un saper fare ma di una tecnica psicofisica che, a partire da messaggi inviati dalla mente al corpo, produce modificazioni fisiche e psichiche; consente di generare una condizione generale anti-stress. Si tratta di una vera e propria ri – educazione del proprio corpo a funzionare in modo equilibrato, ovvero a recuperare tale equilibrio che in noi è presente ma non funzionante. Nel complesso è un metodo terapeutico che può essere condotto in autonomia una volta appresi gli esercizi.

I suoi effetti principali sono sedazione emotiva (calma e tranquillità), ricarica energetica (si rigenerano le cellule che hanno consumato energia), migliorano le capacità attentive e la concentrazione, maggiore capacità di riconoscere le emozioni e i propri sentimenti.

Per raggiungere questo equilibrio ci sono degli esercizi ben precisi che permettono di sperimentare diverse fasi: esiste un pre esercizio della calma (per recuperare un atteggiamento di tranquillità interno), seguono i due esercizi fondamentali, il primo esercizio è quello della pesantezza e il secondo quello del calore; seguono poi gli esercizi complementari: cuore, respiro, plesso solare (parte dell'addome dove spesso risiedono ansie e tensioni, lo si riscalda per sciogliere le tensioni profonde), fronte fresca e, infine, viene fatta di nuovo la calma e poi la ripresa per riattivare le funzionalità corporee.

Le sue applicazioni sono diverse sia in ambito clinico (medico, psicologico e psicoterapeutico) sia in ambito non clinico (sportivo,educativo, lavorativo).

Tutti possono fare T.A, dai bambini agli adulti, in sedute individuali, in gruppo o anche all'interno della propria coppia (cambiano ovviamente le modalità). È particolarmente indicato per chi è stressato, per chi presenta ansia o disturbi psicosomatici.

Queste le principali informazioni riguardanti il T.A., un corso in gruppo risulta sicuramente arricchente, grazie alla possibilità di condivisione e di confronto, per questo è una delle modalità più consigliate.

PUBBLICITÀ

Scritto da

Dott.ssa Francesca Rigon

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ultimi articoli su stress