Le persone vitamina

Le persone vitamina trasmettono energia positiva e vivono intensamente il presente.

27 feb 2019 Crescita personale - Tempo di lettura: min.

psicologi

Sai chi sono le persone vitamina? In questo articolo parleremo delle loro caratteristiche e di tutti i benefici che ha circondarti di queste persone opposte a quelle tossiche.

Molta gente parla delle persone tossiche, si tratta infatti di un'espressione che è diventata oramai estremamente "famosa" e diffusa. Nonostante ciò, non si parla molto delle persone vitamina, ossia l’opposto delle persone tossiche.

Chi sono le persone vitamina?

Sono quelle persone che trasmettono energia positiva, che tirano su il morale e che, dopo averle viste, torni a casa di buonumore, più positivo/a ed entusiasta, con la voglia di conquistare il mondo e con i dolori alla mandibola per il troppo ridere.

Non si tratta solamente di scherzare o di fare umorismo. Si può parlare anche di problemi e di situazioni stressanti, ma il risultato è quello di vedere la vita da un punto di vista più ottimista e deciso e non da quello della lamentela.

Sei una persona vitamina?

Le persone vitamina hanno un modo determinato di intendere la vita, seguendo dei valori e degli atteggiamenti concreti nei suoi confronti.

  1. Ascolto attivo ed empatia: queste persone sono capaci di stare con te e di ascoltarti tutto il tempo, capendo ciò che stai dicendo, senza interromperti. Sono capaci di capire le necessità e le situazioni. Quel caffè non si trasforma mai in una discussione per vedere chi parla di più o nella tipica frase “a me invece…”.
  2. Capacità di risolvere i problemi: di fronte ai problemi propongono soluzioni. Ascoltano la situazione però evitano di lamentarsi o che tu ti crogioli nelle lamentele. Ti aiutano a uscire da quel pozzo e si concentrano sulla ricerca di soluzioni.
  3. Ottimismo: la tendenza è quella di vedere sempre il bicchiere mezzo pieno e cercano le energie per affrontare le situazioni. Hanno la capacità di vedere il lato positivo di tutto e, di fronte alle avversità, non ne fanno mai un dramma, né lasciano che succeda a te. Ti aiutano a vedere la parte buona o a imparare da ogni situazione vissuta, da ogni errore e da ogni esperienza.
  4. Senso dell’umorismo: le risate sono assicurate con le persone vitamina. Stare con loro vuol dire divertirsi la maggior parte del tempo. Si scherza, si fanno battute (non pesanti), si parla del bello e del buono della vita. Hanno e ti danno un’energia positiva contagiosa, si ricaricano le pile e ci si gode i momenti, gustandoli al 100%.
  5. Niente critiche agli altri: non pone l’accento sugli altri. Se le persone tossiche hanno bisogno di sentirsi superiori agli altri e criticano tutti per sentirsi meglio con loro stesse, le persone vitamine, invece, non ne sentono il bisogno. Non vuol dire che non critichino o non si lamentino mai, anche loro hanno il diritto di farlo, ma non criticano costantemente gli altri.
  6. Vivere il presente: lamentarsi di quello che è successo e che non si può più cambiare, non serve a niente. Allo stesso modo, non si può far niente con il futuro che non è ancora arrivato e che non si può ancora vivere. Le persone vitamina lo sanno e vivono intensamente il presente.

Essere o circondarsi di persone vitamina: quali sono i benefici?

  1. Migliora lo stato d’animo e la salute: è dimostrato scientificamente che ridere ogni giorno permette di avere una migliore qualità di vita, previene le patologie cardiovascolari e i disturbi psicologici. Se ti circondi di persone vitamina, i tuoi giorni saranno più divertenti e allegri e, di conseguenza, il tuo stato d’animo ne verrà contagiato.
  2. Aiutano a essere più risolutivi: lamentarsi dei problemi non è la soluzione. Una cosa è sfogarsi, il che va bene. Tuttavia, dopo aver parlato di questo problema, bisogna cercare soluzioni e alternative per migliorare la situazione. Impari, inoltre, a concentrarti su te stesso e non sugli altri. Tendiamo a compararci con gli altri ed è facile rimetterci perché ci sarà sempre qualcuno più bravo o migliore di noi in qualcosa. Per questo, è preferibile concentrarsi su se stessi, facendo comparazione con altri momenti della vita, fissare degli obiettivi e dare valore ai passi compiuti.
  3. Ti servono come punto di riferimento per “allenare” l’ottimismo: il pessimismo non serve a niente. C’è chi crede che previene o ti prepara alle cose negative, ma non è vero. Quando succedono, ti intristisci ugualmente. Per questo, è meglio pensare che le cose possano andare bene perché, per lo meno, vivrai meglio il periodo di incertezza, la tua mentalità e la tua predisposizione ti aiuteranno a essere più proattivo. Il risultato sarà generalmente migliore rispetto a quando hai un atteggiamento pessimista. Non si tratta di magia: semplicemente il tuo atteggiamento a volte può farti cambiare le cose e il risultato delle cose. Circondarti di gente ottimista ti serve da modello per agire e pensare come queste persone e iniziare a cambiare il tuo atteggiamento verso la vita.
  4. Migliora la tua autostima: se sei più ottimista, il tuo stato d’animo migliora e sei più risolutivo/a. È probabile che sarai più benevolo con te stesso/a, che ti apprezzerai di più, che non ti lamenterai tanto né per i tuoi errori né per gli altri e, di conseguenza, la tua autostima migliorerà.
  5. Puoi trasformarti in una persona vitamina: se riesci a ottenere tutti benefici precedenti, se questo modo di fare si converte nella tua filosofia di vita, è piuttosto probabile che possa trasformarti anche tu in una persona vitamina. Fantastico, no?

In conclusione, ricordati questo mantra: vivi il presente, scegli di essere felice.

Articolo di Encarni Muñoz Silva pubblicato su MundoPsicologos.com e tradotto da GuidaPsicologi.it

2 Mi piace

Lascia un commento

INFORMAZIONE BASICA SULLA PROTEZIONE DEI DATI
Responsabile: Verticales Intercom, S.L.
Finalità:
a) Invio della richiesta al cliente inserzionista.
b) Attività di pubblicità e di prospezione commerciale attraverso diversi media e canali di comunicazione dei propri prodotti e servizi.
c) Attività di pubblicità e di prospezione commerciale attraverso diversi media e canali di comunicazione di prodotti e servizi di terzi appartenenti a diversi settori di attività, che possono comportare il trasferimento di dati personali a suddetti terzi soggetti.
d) Segmentazione ed elaborazione di profili per scopi pubblicitari e di prospezione commerciale.
e) Gestione dei servizi e delle applicazioni fornite dal Portale per l'Utente.
Legittimità: Consenso dell’interessato.
Destinatari: È prevista la cessione dei dati ai clienti inserzionisti per rispondere alla sua richiesta di informazioni sui servizi annunciati.
Diritti: Ha il diritto di accedere, rettificare e sopprimere i dati o di opporsi al trattamento degli stessi o di uno qualsiasi degli scopi, così come accade con gli altri diritti, come spiegato nelle informazioni aggiuntive.
Informazione addizionale: Può consultare l’informazione addizionale e dettagliata sulla Protezione dei Dati su guidapsicologi.it/proteccion_datos

Articoli correlati