Che cos'è l'amore?

Ti sei mai chiesto che cosa sia l’amore o se è amore vero quello che stai provando? Vediamo cosa significa amare e come possiamo definire l’amore in psicologia!

23 SET 2019 · Ultima modifica: 23 OTT 2019 · Tempo di lettura: min.
Che cos'è l'amore?

Cosa significa amare una persona

L’amore non si può definire attraverso un concetto unico e universale. Potremmo dire che il vero amore è quello che rende liberi e ci fa sentire migliori. 

Molto spesso sembra che sia l’amore a scegliere noi e ci capita di sentire le farfalle nello stomaco ancora prima di aver deciso di amare una persona. L’amore non è una scelta non si può misurare né contenere, ed è proprio qui che risiede la sua magia. A livello scientifico sappiamo che l’amore è chimica, ed è causato da dinamiche ormonali e fisiche, mentre a livello psicologico sappiamo che la cultura e il periodo storico in cui nasciamo, oltre alla storia personale di ciascuno di noi, possono influenzare l’idea del nostro partner ideale o di chi ci innamoriamo.

Ma quello che scatta quando capisci di amare una persona, non è sempre così decifrabile: è quel lato magico e romantico che dobbiamo sempre cercare di conservare. Ma vediamo tutti questi aspetti più da vicino.

La chimica dell’attrazione

A livello di chimica dell’attrazione e dell’amore, esistono varie fasi che iniziano proprio dal corteggiamento.

Gli studi di neuropsicologia, hanno infatti dimostrato che nella fase del corteggiamento, alcuni neurotrasmettitori possono creare esperienze uniche: in particolare in questa fase vengono rilasciate grandi dose di dopamina, un neurotramsettitore responsabile dell’effetto di piacere e euforia. A questo segue l’ipotalamo che comanda al nostro corpo di inviare segnali di piacere e attrazione.

Man mano che il tempo passa, e la frequentazione con questa persona avanza, i livelli di dopamina diventano sempre più alti favorendo il desiderio e l’eccitazione, e la voglia di passare sempre più tempo con il partner. Quando il rapporto si approfondisce abbiamo l’apparizione di due altri tipi di neurotrasmettitori: la noradrenalina e la feniltilamina responsabili delle farfalle nello stomaco di altri tipi di atteggiamenti, come l’insonnia, la riduzione dell’appetito o la sensazione di energia che ci pervade, insieme ad altri comportamenti calmanti come la tenerezza o gli atteggiamenti “a forma di cuore”. In questa fase viene rilasciato anche un altro ormone, chiamato ormone dell’amore: l’ossitocina. Questo ormone facilita il mantenimento e la creazione di legami emozionali, ed è responsabile delle sensazione di benessere e di volerci prendere cura uno dell’altro.

Viene rilasciata quando c’è uno stimolo che ci ricorda la persona amata (la sua voce o il pensiero) ma anche durante l’orgasmo: questo ormone produce gratificazione emotiva e piacere fisico (viene sprigionato anche durante l’allattamento e il parto per creare un legame amoroso immediato con il neonato).

Durante l’orgasmo viene anche rilasciato un altro tipo di ormone che si chiama vasopressina, che oltre a dare una sensazione di appagamento e relax è anche responsabile della sensazione della territorialità: la gelosia nei confronti del partner è dovuta a questo ormone e che spinge inoltre verso la fedeltà e la monogamia.

Questo terremoto ormonale e emotivo è il momento in cui decidiamo e valutiamo se il nostro partner è quello giusto per noi, se saprà aiutarci se stiamo male o se ci sarà in caso di necessità. Passato questo periodo, in un lasso di tempo che va dai 18 ai 30 mesi, quello che accade è che il cervello si è assuefatto agli ormoni dell’innamoramento come le fenilanfetamine e non reagisce più come prima. A questo punto inizia a produrre endorfine che ci fanno sentire bene, quando siamo con il partner. Il partner diventa colui che sa toglierci le tensioni, sa capirci e ascoltarci e che è diventato un po’ l’altra metà della nostra mela. È in questo momento che inizia la fase di amore vero e puro. Anche se tutto questo processo non sembra molto magico e romantico, in realtà è solo una faccia della medaglia.

L’amore è molto di più: sono due corpi e due anime che si uniscono, portando con loro i valori e la cultura dei loro tempi, le loro esperienze e i loro progetti passati e futuri, e la possibilità di creare una nuova famiglia. La chimica dell’attrazione è solo l’inizio.

cos'è l'amore psicologia

Cos’è l’amore in psicologia

Secondo la psicologia normalmente in amore cerchiamo partner che hanno caratteristiche che ci risultino in qualche modo familiari, per poter valutare qualcuno anche se non lo conosciamo bene o magari ci adattiamo a regole sociali per il timore dell’opinione pubblica.

Secondo la psicologia ci innamoriamo molto spesso di uno stereotipo che risulta più adatto a noi, secondo dei costrutti sociali e mentali che molto spesso ci siamo creati, per la paura di saltare nell’ignoto di questo sentimento così inglobante.

Per definire l’amore lo psicologo cognitivo Sternberg ha ideato un metodo che cerca di spiegare le diverse tipologia d’amore, attraverso la combinazione di tre elementi: intimità, passione e decisione/impegno.

L’intimita definisce quanto la coppia è in grado di prendere cura uno dell’altro attraverso i sentimenti di condivisione, affinità e confidenza.

La passione riguarda la fisicità e appunto la passione

La dimensione decisione-impegno definisce due componenti che potrebbero differire: la decisione riguarda la decisione di amare qualcuno, mentre l’impegno ha a che vedere con la voglia di mantenere nel tempo la relazione. Da queste 3 dimensioni escono 7 combinazioni di amore possibile.

I 7 tipi di amore

Secondo il triangolo di Sternberg esistono 7 tipi di amore che derivano dalla combinazione delle dinamiche intimità, passione, impegno-decisione.

  1. simpatia: coinvolge solo la dimensione dell’intimità. Tra le persone vi è unione ma senza passione né le caratteristiche dell’impegno
  2. Infatuazione: coinvolge solo la dimensione della passione, ossia vi è un’idealizzazione dell’altro che una e vera e propria conoscenza.
  3. Amore vuoto: solo impegno-decisione. Ossia le due persone stanno insieme solo per una decisione presa razionalmente che può includere motivi economici, di valori, i figli, etc..
  4. Amore romantico: include intimità e passione. È l’amore delle grandi storie della letteratura, del cinema e … della gioventù. Un amore immaturo ma ricco di pathos.
  5. Amore-Amicizia: include la dimensione della decisione-impegno e quello dell’intimità, ma manca la componente passionale. Sono quelle relazioni in cui la coppia funziona, ma la passione è poco a poco sfumata.
  6. Amore Fatuo: include le dimensioni passione e decisione-impegno. In queste relazioni l’impegno è dettato solo dalla passione e del desiderio di possesso. Sono le classiche storie passionali, che al primo inghippo corrono il rischio di infrangersi.
  7. Amore Perfetto: è l’amore che include che tutte e 3 le dimensioni. Un tipo di amore completo e difficile da raggiungere e mantenere, ma che non è impossibile da trovare.

Ogni storia può passare attraverso diverse di queste tipologie in momenti differenti, ma l’impegno e il lavoro costante della coppia possono portare l’amore sulla direttrice dell’amore perfetto. E voi in quale tipo di amore vi trovate in questo momento?

Non è amore

Non è amore se

Non è facile dare una definizione dell’amore, ma è sicuramente facile definire cosa NON è amore.

Non è amore se vi fa stare male, se vi usa solo per riempire il suo vuoto emotivo.

Non è amore se non vi rispetta e non vi accetta per quello che siete.

Sapete cos’è l’amore incondizionato?  È quel tipo di amore senza se e senza ma, che accetta e ama l’altro a prescindere e senza volerlo cambiare. Se qualcuno vi ricatta e vi vuole cambiare o dice che non siete abbastanza non vi ama, vi sta solo manipolando.

Non è amore, se vi cerca solo quando è da solo o non sa cosa fare.

Non è amore se è violento. Se vi mente. Se non si fida, è geloso e controlla ogni vostro passo. Se non vi lascia uscire da sola e vi controlla.

Non è amore se sta con voi solo per dei privilegi.

La sofferenza e la violenza non fanno parte dell’amore. L’amore è stare insieme e rispettarsi, due individui già completi che uniscono le loro anime per migliorare le loro vite.

vero amore

Il vero amore è dappertutto (e per tutti)

Il vero amore non conosce regole o età, né distinzione di sesso né genere o colore, né ideologia. Il vero amore non è egoista.

Nella società odierna in cui vincono le apparenze, il minimo sforzo e l’intercambiabilità delle persone, l’amore diventa un valore speciale da condividere e coltivare per rendere speciale quella relazione che riteniamo ne valga la pena (di cuore e di testa).

La stessa coa vale se ancora non avete conosciuto qualcuno che pensate sia giusto per voi. Cercate di aprire il vostro cuore e non lasciarvi condizionare da pregiudizi e preconcetti, per permettere agli altri di avvicinarsi.

Potreste scoprire che esistono tante persone che meritano di essere conosciute, e che l’amore si può esprimere attraverso diverse forme.

In ogni caso se aveste bisogno di consigli e aiuto, o se ritenete che la vostra relazione stia prendendo una relazione che non vi piace o ritenete che non sia amore, non abbiate timore a consultare uno psicologo o un terapeuta.

Frasi sull’amore

Le frasi sull'amore sono tantissime: La musica, le parole, la pittura, la scultura e il genio umano hanno cercato di descrivere l’amore attraverso mille mezzi.

Molto spesso sono state raggiunte opere sublimi, ma in tutti i casi l’espressione dell’animo umano è sempre affascinante e degna di esser ammirata in questi casi.

In maniera leggera e poetica, lasciamo una canzone e una poesia per riscaldare il cuore e la mente.

Sonetto XVII (Pablo Neruda)

Non t’amo come se fossi rosa di sale, topazio

o freccia di garofani che propagano il fuoco:

t’amo come si amano certe cose oscure,

segretamente, tra l’ombra e l’anima.

T’amo come la pianta che non fiorisce e reca

dentro di sé, nascosta, la luce di quei fiori;

grazie al tuo amore vive oscuro nel mio corpo

il concentrato aroma che ascese dalla terra.

T’amo senza sapere come, né quando, né da dove,

t’amo direttamente senza problemi né orgoglio:

così ti amo perché non so amare altrimenti

che così, in questo modo in cui non sono e non sei,

così vicino che la tua mano sul mio petto è mia,

così vicino che si chiudono i tuoi occhi col mio sonno.

Conclusioni: il futuro dipende da te

L’amore è davvero così fuori dal nostro controllo? Quanto possiamo influire sulla nostra relazione?

Se è vero che molto spesso scatta una scintilla d’amore quando meno ce l’aspettiamo, è vero che la relazione che viviamo ha bisogno di noi per poter crescere e continuare a esistere.

L’amore è un insieme di fattori ambientali, chimica, fattori culturali e personali, e tutto questo insieme di fattori rende l’amore magico e in qualche modo non prevedibile. Ma l’amore vero implica sempre un rispetto, un’accettazione dell’altro e sentirsi migliore in presenza dell’altro. Essere innamorati vuol dire essere felici, partecipare delle gioie degli altri e sentirsi migliore.

Se qualcuno cerca di cambiarvi, esercita violenza psicologica o fisica, vi ricatta emotivamente o se vi sentite dipendenti da qualcuno, forse quello che state vivendo non è amore, ma un sentimento patologico, e in questo caso non abbiate timore a chiedere aiuto a un professionista del settore.
 

Il futuro dipende da te, nel momento in cui, dopo una fase più casuale di innamoramento iniziale, si decide di portare avanti una relazione con amore, intimità e passione, in un rapporto dove si riesce ad essere davvero sé stessi e dove c'è rispetto e comunicazione.

psicologi
Linkedin
Scritto da

GuidaPsicologi.it

Bibliografia

  • https://it.wikipedia.org/wiki/Robert_Sternberg
  • https://www.mayoclinic.org/healthy-lifestyle/stress-management/in-depth/how-to-be-happy/art-20045714
  • https://www.healthline.com/health/love-hormone
  • https://www.psychologytoday.com/intl/blog/hot-thought/201903/when-you-love-someone-what-do-you-love

Lascia un commento
3 Commenti
  • Paola grosso

    Articolo molto bello e ben fatto, Complimenti

  • Marialaura Ilardi

    Complimenti! Grazie della dedizione che mostrate di avere supportando i lettori nella comprensione delle proprie dimensioni emotive, anche chiarendo concetti difficili da esprimere. Leggere questo articolo ha indotto in me diverse riflessioni. Grazie ancora.

  • Laura D'Ariano

    Mo piace molto questa spiegazione . Mi fa riflettere e mi spaventa. Sono molto confusa e non riesco più a valutare Le mie emozioni tantissime che mi pervadono In questo periodo difficile.

ultimi articoli su terapia di coppia