Cos'è la sindrome premestruale? Sintomi per identificarla e cosa fare al riguardo

Provi dolore fisico ed emotivo prima del ciclo mestruale? Forse soffri di sindrome premestruale. Scopri i suoi sintomi e cosa fare al riguardo.

13 GIU 2022 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

sindrome premestruale

La sindrome premestruale si riferisce ai sintomi fisici e psicologici che le donne possono avvertire prima del periodo mestruale. Alcuni dei sintomi premestruali più comuni sono mal di testa, gonfiore, crampi e sbalzi d'umore. Ma quando si tratta di sindrome premestruale, le donne che ne soffrono hanno spesso sintomi così gravi da interferire con la loro vita quotidiana. Come identificarlo e cosa fare per il dolore premestruale?

Che cos'è la sindrome premestruale?

La sindrome premestruale si riferisce a un'ampia gamma di sintomi fisici e psicologici che spesso si manifestano prima del periodo mestruale.
Questi sintomi pre-ciclo sono dovuti alle fluttuazioni ormonali naturali che si verificano nelle donne, in particolare quelle legate agli estrogeni e al progesterone.
Durante la settimana che precede il ciclo mestruale, l'oscillazione dei livelli di questi ormoni può influire sulla serotonina, una sostanza chimica coinvolta nella regolazione dell'umore, del sonno e dell'appetito.

Tuttavia, quando le donne sperimentano la sindrome premestruale con dolori forti o debilitanti, ciò può indicare la presenza di una condizione di salute sottostante (fisica o mentale). In questi casi è importante rivolgersi a un medico e a un professionista della salute mentale.

Sintomi della sindrome premestruale

Dobbiamo specificare che la sindrome premestruale è diversa per ogni donna, ma in generale possiamo evidenziare i seguenti sintomi:

Sintomi emotivi:

  • Sbalzi d'umore
  • Sentirsi tristi o sconvolti
  • Mancanza di energia
  • Diminuzione dell'interesse per le attività che normalmente vi piacciono
  • Sentirsi sopraffatti o senza speranza
  • Ansia
  • Difficoltà di concentrazione

Sintomi fisici:

  • Sensibilità o gonfiore del seno
  • Dolore ai muscoli e alle articolazioni
  • Mal di testa
  • Sensazione di gonfiore
  • Sperimentazione di cambiamenti nell'appetito, come sovralimentazione o desiderio di cibi specifici
  • Problemi di sonno

Quanto è comune la sindrome premestruale?

Secondo una ricerca, oltre il 90% delle donne riferisce di aver sperimentato alcuni dei sintomi della sindrome premestruale. Tuttavia, anche se questi sintomi possono essere avvertiti occasionalmente, la sindrome premestruale implica che vengano avvertiti regolarmente. Infatti, affinché si possa fare una diagnosi, deve essere vero quanto segue:

  • i sintomi interferiscono con le attività quotidiane
  • i sintomi compaiono 5 giorni prima dell'inizio delle mestruazioni e terminano 4 giorni dopo la fine delle stesse
  • i sintomi si manifestano per almeno 2-3 mesi

Sintomi ciclo mestruale

Come posso trattare la sindrome premestruale?

Le opzioni di trattamento per la sindrome premestruale variano spesso a seconda dei sintomi avvertiti dalla donna che ne soffre. Tuttavia, vi consigliamo di prendere in considerazione le seguenti opzioni per la fase premestruale:

  1. Utilizzare tecniche di rilassamento: per affrontare lo stress, l'ansia o gli sbalzi d'umore che si verificano con questi sintomi pre-ciclo, si consiglia di provare a utilizzare diverse tecniche di rilassamento. Infatti, la meditazione o pratiche come lo yoga possono aiutare a gestire gli squilibri emotivi che la sindrome premestruale può causare.
  2. Provate a fare un po' di esercizio fisico: fare un po' di esercizio fisico può aumentare i livelli di estrogeni e progesterone, alleviando molti dei sintomi della sindrome premestruale. Ad esempio, fare una passeggiata nella natura può essere un buon modo per affrontare la situazione.
  3. Assumere determinati nutrienti: Apportare alcune modifiche alla nostra dieta può aiutarci a ridurre i sintomi della fase premestruale. Alcune raccomandazioni includono l'introduzione di magnesio (come le verdure a foglia verde, il cavolo o gli spinaci), il consumo di più acidi grassi insaturi o monoinsaturi (presenti nel pesce, nelle noci e nelle verdure verdi) e l'assunzione di più calcio.
  4. Chiedere una consulenza: se i sintomi del pre-ciclo influenzano la vita quotidiana, è importante cercare un aiuto sia medico che psicologico. Non farlo può essere pericoloso, perché quando i sintomi della sindrome premestruale sono troppo dolorosi può indicare che alla base c'è una condizione medica o psicologica.

Va sottolineato che la maggior parte delle donne ha sperimentato i sintomi premestruali in qualche momento della propria vita. Tuttavia, quando parliamo di sindrome premestruale ci riferiamo al fatto che questi dolori interferiscono con la vita quotidiana quando si manifestano.

PUBBLICITÀ

Scritto da

Dott. Matteo Agostini

Psicologo
Nº iscrizione: 26275

Sono il Dott. Matteo Agostini, laureato in Scienze Psicologiche Applicate e con Laurea Magistrale in Psicologia Clinica. Ho acquisito competenze nell’ambito della psicologia clinica, della neuropsicologia clinica, e della psico-sessuologia. Sono Tutor per bambini e ragazzi con ADHD/DSA presso il CCNP San Paolo di Roma e consulente sessuale e nutrizionale.

Bibliografia

  • Daw, J. (2002, October). Is PMDD real? Monitor on Psychology, 33(9). https://www.apa.org/monitor/oct02/pmdd
  • Premenstrual dysphoric disorder (PMDD). Mind. https://www.mind.org.uk/information-support/types-of-mental-health-problems/premenstrual-dysphoric-disorder-pmdd/about-pmdd/
  • Eske, J (2019). What to know about premenstrual syndrome (PMS). Medical News Today. https://www.medicalnewstoday.com/articles/325314#what-is-pms

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ultimi articoli su autorealizzazione e orientamento personale