Sono innamorato e lei si è allontanata. Cosa devo fare per riconquistarla??

Inviata da Gennaro · 30 giu 2013 Terapia di coppia

Salve,
sono un ragazzo di 27 anni e sto con la mia attuale ragazza (di 25 anni) da circa 3 anni e mezzo.
La nostra storia iniziò sicuramente con il piede sbagliato: io ero stato lasciato dalla mia ex e, durante i miei tentativi di riconquistarla (andati tutti a mal fine), cercavo una valvola di sfogo che trovai nella mia attuale ragazza, dunque lei inizialmente fu un ripiego. Ci frequentammo per 3 mesi, ma la mia ex si ripresentò ed io, essendone ancora innamorato, non feci altro che allontanare la mia attuale ragazza per un pò di mesi. La mia ex confermò durante il preve periodo che ci frequentammo di non volermi davvero più, io soffrii parecchio e tentai nuovamente la carta della mia attuale ragazza che, pur avendo sofferto tantissimo a causa mia, tornò da me ed iniziammo il nostro rapporto. Io sono una persona un pò chiusa e non ho fatto mai vedere apertamente i miei sentimenti nei suoi confronti, anzi, molto spesso mi sono comportato malissimo, non le ho mai detto TI AMO (a parte sui bigliettini di auguri), non sono mai stato sdolcinato con lei, mentre lei emanava amore verso di me da tutti i pori. La storia è comunque andata avanti. A settembre 2013 è venuta a vivere nella mia stessa casa studentesca (lei in una singola ed io in una doppia) e da quel momento sono iniziati a sorgere i primi problemi:
-iniziò a calare in me il desiderio sessuale (da premettere che lei ha peso la verginità con me)
-mentre lei voleva dormire nel mio letto io le dicevo che non era opportuno perchè non sarei riuscito a dormire
-passavo più tempo con il mio compagno di stanza che con lei
-lei per me era diventata abitudine e scontatezza, nel senso che comunque sapevo che c'era e ci sarebbe sempre stata.
A febbraio 2013 mi sono accorto di essermi innamorato di lei, di aver bisogno di essere amato, e questo dal fatto che lei iniziò a trattarmi in modo diverso:
-non ero più il suo primo pensiero dalla mattina alla sera
-non ero più la cosa più importante della sua vita
-stava iniziando il leggero distaccamento nei miei confronti.
Ad Aprile, non riuscendo più a reggere il fatto che mi trattasse male e che se ne stesse troppo per fatti suoi, sono esploso (nel senso buono del termine) dichiarandole il mio amore e piangendo davanti a lei che comunque confermò (in lacrime) di amarmi e di essere stata una stupida nel non accorgersi che mi stesse trattando male.
Durante i mesi successivi, purtroppo, le cose non si sono poi così tanto aggiustate, mentre in me l'amore nei suoi confronti è lievitato a dismisura. A maggio ha iniziato il tirocinio che l'ha vista occupata dalla mattina alla sera fino a due giorni fa e durante questo periodo il suo allontanamento è stato palese:
-nessun messaggio o contatto per sapere cosa facevo
-tornava a casa e si chiudeva in camera
-se non l'andavo io a salutare non sarebbe mai venuta lei
Un giorno (durante questo periodo e prima che si recasse al tirocinio) le ho fatto nuovamente la dichiarazione del mio amore e la sua risposta è stata "io ti voglio tanto bene e ci tengo tantissimo a te, ma ora non sono più sicura di amarti...è un periodo che voglio stare da sola" il tutto mentre si preparava per uscire, dando più importanza a quello che doveva fare e non a me. Da qui sono incominciati i miei incubi che mi hanno portato un paio di volte a voler chiarire la situazione, ma in risposta non ho mai ottenuto un "ti lascio". Attualmente stiamo insieme, ci diamo i baci (che vado sempre io a darle), siamo usciti insieme con gli amici (ed è sembrata molto distaccata) ed a livello sessuale non succede nulla, anzi, se cerco di toccarla si innervosisce.
Ho iniziato a pensare che abbia un altro, ma non sono riuscito a trovare riscontri che possano confermare tale ipotesi e comunque se la conosco bene non farebbe mai una cosa del genere stando ancora con me
Io non vorrei commettere gli stessi errori commessi con la mia ex, quando diventai ossessivo nel volerla riconquistare. C'è chi mi dice di allontanarmi e vedere cosa succede, chi mi dice di provare il tutto per tutto.
Da quello che vedo mi sta ripagando con la mia stessa moneta e vorrei davvero capire quale sia la strada giusta da intraprendere per non soffrire e, magari, riuscire a riconquistarla che attualmente è l'unica cosa che io vorrei fare.
Le chiedo gentilmente un consiglio per risolvere al meglio questa situazione.
Aspetto una sua risposta, cordialmente

Grazie

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 4 LUG 2013

gent.le Gennaro,
mi sembra che la storia si ripeta,no? per meglio dire tecnicamente, si è instaurata forse una modalità ricorsiva di relazione: quando mi sento abbandonato, mi faccio prendere dal panico,il pensiero è sempre lì e scopro di amare veramente e comincio la battaglia di recupero del rapporto.
Il particolare,inoltre, delle due relazioni che si sono sovrapposte,fra la chiusura della prima e l inizio di questa, è importante e può fornire delle riflessioni.
Le consiglierei di chiedere consulto vis à vis con un/a collega, per approfondire la sua storia personale, famigliare, dalla quale credo si siano attinti schemi di relazione di riferimento ,che vengono rimessi in atto oggi nello stile di relazione di coppia.
un augurio,
cordialmente

Dott.ssa Elisa Fagotto Psicologo a Portogruaro

334 Risposte

190 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 LUG 2013

Gentile Gennaro, credo che la vostra situazione di alti e bassi sia dovuta alla sofferenza che entrambi avete provato nell'essere stati innamorati di qualcuno e di questi poi delusi, e così quando vi sentite forti, cioè dalla parte di chi è più amato, in un certo senso vi vendicate un pò dell'altro per avervi fatto soffrire e state sul piedistallo. Credo a questo punto che sia importante chiarire il tutto tra voi e magari prendervi entrambi una pausa di riflessione!
Auguri!

Dott.ssa Angela Virone Psicologo a Agrigento

315 Risposte

217 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 LUG 2013

Buongiorno gentile Gennaro,
è positivo che Lei si rende conto delle sue modalità relazionali e come queste rischiano di frapporsi ai sentimenti verso la sua ragazza. Affermare che non vorrebbe diventare assillante con la giovane come le è successo in una storia precedente, significa rendersi conto dei propri limiti. Rifletta su se stesso e se da solo non riesce a venirne a capo, richieda una consulenza psicologica de visu in quanto non è possibile on line dare strategie da seguire per risolvere un problema come il suo, così particolare e privato.
Cordialmente

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Roma

1714 Risposte

2831 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 LUG 2013

Caro Gennaro,
mi sembra che abbiate costruito, anziché una relazione ,una dinamica conflittuale, in cui in alternanza c'è chi cerca e chi si ritrae.
Mi sembra che sei già passato nella fase "fare di tutto per riconquistarla" con la tua ex ed hai ottenuto un definitivo allontanamento. Forse utilizzi delle strategie comunicative non appropriate e involontariamente le rimetti in pratica quando senti la paura di perdere la persona che ami, mantenedo in questo modo il problema dell'incertezza. Ti suggerisco una consulenza psicologica per mettere a fuoco le tue paure e le aspettative che hai nei confronti di una relazione.
Un saluto
dott.ssa Cristina Mencacci

Dott.ssa Cristina Mencacci - Psicologa Psicologo a Perugia

366 Risposte

188 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 LUG 2013

Caro gennaro,
credo che sia importante che lei si rivolga a uno specialista della sua zona per capire meglio quali sono le modalità relazionali ed emotive che mette in campo nel rapporto con le ragazze approfondendo la sua storia personale e famigliare.

Cordiali saluti.

Dr. Antonio Cisternino

Anonimo-128762 Psicologo a Torino

481 Risposte

755 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17250

psicologi

domande 24700

domande

Risposte 88200

Risposte