Dipendenza emotiva? Relazione tossica a distanza? Cosa devo fare?

Inviata da Evelyn23 · 2 giu 2020 Dipendenza affettiva

Salve, sono una ragazza di 25 anni, sono stata 3 anni e mezzo con un ragazzo più piccolo ed è sempre stata una relazione a distanza, solo un anno abbiamo vissuto nella stessa città ed è stato il momento peggiore in realtà. Lui è molto egoista, ama la solitudine ed a volte è stato cattivo a parole.
Non mi sono mai fidata di lui, nonostante non ci fossero fatti eclatanti che mi potessero far dubitare. 3 mesi fa durante la quarantena ci siamo lasciati perché ha scoperto che sono entrata nei suoi social e non ho ammesso subito il mio errore, per questo non si fida più di me.
Ora lui mi colpevolizza di aver pensato a me stessa anziché a lui a seguito del mio errore. Lui vorrebbe stare con me, ma solo quando sarò cambiata, ossia quando mi fiderò di lui, non avrò l’ansia quando esce con i suoi amici e va a ballare, non avrò la smania continua con questi social.
Ho paura che lui stia strumentalizzando un mio errore a suo vantaggio, nonostante io sappia che per il mio bene dovrei cambiare.
Mi trovo in un bivio in cui vorrei stare con lui e penso di essere innamorata (oppure ossessionata ?) ma non so se è la cosa giusta da fare.
Se la cosa giusta è allontanarmi da lui, perché non riesco?
Mi sembra di essere dipendente da lui e da come sto quando siamo insieme.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 5 GIU 2020

Cara Evelyn, dal Suo messaggio emergono alcuni aspetti contrastanti. Lei ammette non essersi mai fidata, al punto da entrare nei social e controllare. Inoltre, il Suo partner La racconta come una persona che ha l'ansia quando lui esce, e che ha "la smania" con i suoi social. Emerge un quadro in cui Lei appare gelosa, ansiosa, controllante. Eppure parla di "strumentalizzazione" a suo vantaggio. Cosa intende? Prima di prendere una decisione rispetto alla relazione potrebbe essere opportuno fare un pò di chiarezza: cosa succede? Lei è come viene descritta? e perchè? come si sente con questa persona? E' la prima volta che Le accade una cosa simile? E cosa intende con "come sto quando siamo insieme"? Cosa Le piace? Sembrerebbe, dalle Sue prime righe, che stare con questa persona a distanza ravvicinata sia stata un'esperienza tutt'altro che piacevole. Ci sono alcuni aspetti, come dicevo, contrastanti, che vanno ampliati e messi a tema. Il significato di questi temi Le permetterà di avere un quadro completo entro cui declinare come si sente e scegliere cosa sia meglio per Lei. Valuti la possibilità di rivolgersi a un professionista per un aiuto in questo percorso. In bocca al lupo! Cordialità, DP

Dott. Daniel Michael Portolani Psicologo a Brescia

1001 Risposte

1009 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Dipendenza affettiva

Vedere più psicologi specializzati in Dipendenza affettiva

Altre domande su Dipendenza affettiva

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 26500 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17650

psicologi

domande 26500

domande

Risposte 92200

Risposte