Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

cosa devo fare, abortire o continuare la gravidanza ?

Inviata da Verena il 27 mar 2015 Psicologia sociale e legale

Buongiorno,
sono una ragazza di 20 anni e sono felicemente innamorata e fidanzata da 3 anni con Pietro, che ha 30 anni. Conviviamo da 2 anni e stiamo davvero bene insieme. Lui ha un buon lavoro con un buon stipendio e io ho finito di studiare da poco e ho appena trovato un posto di lavoro (da un mese) in una prestigiosa società immobiliare.

Pochi giorni fa ho scoperto di essere incinta...

Io amo i bambini, ma davvero tanto, però penso che non sia giusto che sia capitato proprio adesso che ho trovato un buon posto di lavoro. Tuttavia la cosa che più mi preoccupa è il rapporto con il mio fidanzato, perché lui sostiene che se io decidessi di continuare la gravidanza cambierebbe tutto. La mia paura più grande è da sempre stata quella di perderlo... non potrei pensare ad una vita senza di lui e ho paura che se continuassi la gravidanza finirei col perderlo.

il fatto è che secondo me lui potrebbe sicuramente cambiare idea, perché è successo anche con il cane: all'inizio non lo voleva e quando l'ho portato a casa lo guardava male e lo odiava, però ora lo ama quasi più di quanto ami me.

Un'altra cosa che mi tormenta è la paura di prendere una decisione che poi non riuscirò a gestire. Se non fossi in grado di essere madre? In fondo ho solo 20 anni, ho paura del buio, ho bisogno spesso che qualcuno mi abbracci e ogni tanto non riesco a resistere dal comprarmi un pupazzo con gli occhi dolci...sono ancora bambina io...ho paura di non essere ancora abbastanza matura per avere un figlio...anche se a mandare avanti la casa, pulire, cucinare e fare la spesa me la cavo bene... però un figlio è davvero una responsabilità enorme.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Buongiorno gentile Signorina,
lei necessita al più presto di una consulenza psicologica de visu. Si rivolga al consultorio familiare pubblico più vicino a casa sua e chieda dei colloqui con la psicologa responsabile. Non è on line che può risolvere il pervasivo conflitto in cui versa, inoltre, dovrà essere solo lei con il suo compagno a prendere la decisione di tenere o no questo figlio.
Cordiali saluti
Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Roma

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara vera ho la tua stessa età e mi sono trovata di fronte alla tua stessa scelta. Spero di non essere arrivata tardi. E spero che tu abbia deciso di portare avanti la gravidanza. Abortire è una scelta molto difficile, da non prendere sotto gamba. Un bambino è una gioia e quando arriva non si può fare finta di nulla, o proseguire la propria vita come se nulla fosse. Se sei abbastanza 'grande' per avere una sessualità adulta devi (e dovete anche il tuo compagno) essere in grado di affrontare le possibili conseguenze. Io sono stata adottata e mi sono domandata e se colei che è mia madre biologicamente avesse optato per l'aborto?! Io non sarei qui con la mia splendida famiglia. É un atto egoistico a mio parere privare della vita un bimbo ed una bimba che non ha nessuna colpa. Non avete grossi problemi economici, ci amate... Qual'è il problema?! Se l'amore è veramente AMORE supera qualsiasi ostacolo, quindi non aver paura di perdere il tuo compagno perché se ti ama veramente non sarà vostro figlio ad allontanarci.. Ti auguro il meglio qualsiasi scelta hai preso :)

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Verena
Le sue riflessioni sono legittime e giuste: decidere di avere un figlio introduce cambiamenti nella vita personale e di coppia e può tranquillizzarla il fatto che non so sinceramente se ci sia un'età in qui si è pronti al 100% a diventare genitori...
Decidere di abortire è una scelta difficilissima che dovrebbe essere elaborata in modo adeguato. Nessuno può decidere per lei, né sarebbe giusto prendere una decisione in funzione di quello che l'altro, nella coppia, potrebbe pensare o fare. Pertanto, visto che siete una coppia, dovreste discuterne esplicitamente, magari dopo aver affrontato l'argomento chiedendo una consulenza psicologica individuale. Potrebbe rivolgersi anche in consultorio, dove oltre al personale medico (ad es. un ginecologo), c'è anche uno psicologo. In caso contrario provi a contattare un professionista privato.
Resto a disposizione se ha bisogno di ulteriori informazioni e le faccio un grosso in bocca al lupo!

Dott. Alessio Orlando Psicologo a Ferrara

43 Risposte

93 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve Verena, dalla sua lettera e dal modo in cui spiega tutta la sua routine quotidiana, mi fa pensare a tutto tranne che ad una persona infantile. È vero che ha 20 anni, ma il suo modo di gestire la sua vita, le responsabilità e le situazioni in cui è inserita la rendono una persona matura ed equilibrata. Se poi, quando vede un pupazzo con gli occhi dolci è tentata ad acquistarlo questo fa di lei una persona sensibile ma non certo immatura; l'immaturità è altro.
Capisco bene che la sua paura più grande in questo momento è di non essere all'altezza della situazione ma posso rassicurarla nel fatto che questo è un pensiero che ogni donna si trova a fare "almeno" una volta nel momento in cui viene a conoscenza che diventerà madre..
Fose, la sua paura più grande non è su se stessa e sulle sue abilità organizzative e familiari, ma è nella possibilità che questo avvenimento molto importante possa allontanarla dal suo compagno.. È vero anche che dalle sue parole mi sembra che la vostra relazione si fonda su basi più che solide! Sicuramente un figlio cambia tutto all'interno della coppia, toglie tempo all'intimità e proietta tutti i nostri pensieri non più su noi stessi ma su un "altro" essere umano che gli uomini inizialmente giudicano come minaccioso. Ma poi gli equilibri cambiano di buco, ed ecco che di quell'esserino considerato tanto estraneo all'inizio non si può più fare a meno. È un passaggio di crescita che forse è chiamato a fare più il suo compagno di lei.. Ma è vero anche che se lui la ama così tanto non potrà non amare il frutto del vostro amore. Ci pensi bene: non per spaventarla, ma l'aborto porta con se una ferita che difficilmente non lascia traccia; sembra l'alternativa più semplice ma la invito a riflettere alle conseguenze che poi porta a livello psicologico non tanto nella coppia ma quasi esclusivamente nella depositaria della vita ovvero nella donna.
Un forte abbraccio, e sono sicura che prenderà la scelta più giusta per lei..
Cordialmente, dott.ssa Diaferio Linda

Diaferio Linda Psicologa Psicologo a Montegrotto Terme

4 Risposte

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Verena
certamente lei ha bisogno di supporto e aiuto in questo momento e non è facile poterla aiutare così con un semplice scritto.
Si organizzi per poter fare una consulenza con uno psicoterapeuta.
Quello che io voglio dirle però è che lei deve arrivare a sentirsi pienamente libera in questa scelta.
Si metta in profondo ascolto di quanto le arriva da dentro e davvero decida sulla base di questo "sentire interno" più che sulla considerazione di un contesto che potrebbe essere limitante o facilitante.
Non è facile quanto le consiglio. Provi comunque e poi si confronti con l'esperto che avrà contattato.
Un caro saluto
Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicoterapeuta in Ravenna

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6721 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia sociale e legale

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia sociale e legale

Altre domande su Psicologia sociale e legale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20100 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15500

psicologi

domande 20100

domande

Risposte 77950

Risposte