sono in crisi con il marito, e sto crollando!

Inviata da Kelly · 4 nov 2022 Terapia di coppia

Buongiorno, ho 34 anni e sono sposata da 16..quest’anno sto crollando mentalmente! Abbiamo due figli, grazie a loro che ancora mi ritrovo sposata con mio marito! Premetto è un uomo unico nel suo genere, premuroso mette sempre avanti la famiglia, super papà super tutto.,ma a me sta stretto! Finora il bene dei bimbi e della sua famiglia, mi faceva tenere legati questi legami! Ad oggi sto crollando non sopporto più la sua famiglia più lui..non riesce a capirmi quando ho bisogno! E mi sono anche annoiata a starli a spiegare sempre quando deve far qualcosa! Un po’ di istinto no???
Poi la sua famiglia..ho un bellissimo rapporto con la sua mamma, forse anche più della mia..ma ultimamente mi sta strettissimo..non sopporto neanche più loro..mi fanno arrabbiare perché quando vogliono loro i figli bisogna lasciarglieli..anche se ultimamente eh diciamo quasi 4 anni..ci penso solo io..come giusto che sia! Ma cavolino quando hai bisogno la mia famiglia si sente sempre male o c’è qualcosa che non va..eh quella di mio marito si fa letteralmente i cavoletti propri..ora vorrei un attimo allontanarmi da tutti ho chiesto di lasciarmi un attimo stare..sono nervosa insopportabile ho anch’io dei problemi da superare..eh loro che fanno..pressano pressano di messaggi! Il bello è che si incavolano pure perché non accettano il mio atteggiamento! Capisco che sto sbagliando ma ho bisogno di staccare di uscire da questa situazione marito parenti..vorrei starmene sola con i miei bimbi..ma purtroppo non posso non vogliono che soffrono sono veramente speciali! Aiutatemi a uscire da questa situazione. Grazie

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 5 NOV 2022

Kelly, cavoli, cavoletti e broccolini,
accipicchia non ho capito nulla.
Sembra lo sfogo sfilacciato di una tredicenne capricciosa.
Mi auguro che qualche collega riesca a districarsi e a sostenerla.
Cordialmente

Tiziana Viol Psicologo a Vittorio Veneto

580 Risposte

1932 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 NOV 2022

Buonasera Kelly,

da quello che scrive si comprende bene quello che sta vivendo. L'impressione è che si sia sempre presa carico di tutto e che ora sia arrivata "alla frutta", al limite dell'umana sopportazione. Quando tendiamo a prenderci tutte le responsabilità e i carichi sulle nostre spalle, poi finiamo per crollare; inevitabilmente finiamo per provare rabbia e la voglia di evitare tutti.

A mio parere, più che allontanarsi da tutti, che non sarebbe neanche realizzabile come dice lei stessa al termine del suo messaggio, avrebbe bisogno di imparare a delegare a a chiedere. Se non è possibile contare sui suoi genitori o suoceri per i figli, magari lei e suo marito potreste trovare un'altra soluzione. L'impressione è che non si dia il permesso di trovare una situazione che la alleggerisca da questa situazione. Magari si sentirebbe in colpa perché non farebbe tutto lei? Questa è solo una mia ipotesi.

Inoltre sembrerebbe aver bisogno di mettere dei confini con i suoi familiari, senza lasciare che invadano ogni momento della sua giornata. E' suo il potere di decidere di non rispondere ai messaggi o di rispondere solo quando ne ha voglia.

Insomma, penso che abbia bisogno di prendere sul serio i suoi bisogni, che abbia bisogna di dar loro valore, esprimendoli: confrontandosi con suo marito per trovare una soluzione ad una situazione che sembra sia diventata insostenibile per lei. Sicuramente anche il suo matrimonio e i suoi figli beneficerebbero di una moglie e madre più serena.

Spero di esserle stata in qualche modo utile.

Un caro saluto.

Dott.ssa Claudia Cioffi

Dott.ssa Claudia Cioffi Psicologo a Ancona

45 Risposte

25 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 NOV 2022

Cara Kelly,

qual'era il suo sogno? La sua grande ambizione nella vita? Ho come la sensazione che si sia inizialmente ben adattata a una invasione dei confini della sua famiglia nucleare da parte di quella della famiglia d'origine di suo marito. Tuttavia, a un certo punto si è stancata e quello che vorrebbe ora come ora è fuggire. La domanda è: da chi? Da loro o dalle sue scelte che l'hanno vincolata alle loro condizioni?
Sono a sua disposizione per qualsiasi chiarimento.

Dott.ssa Francesca Orefice.

Dott.ssa Francesca Orefice Psicologo a Bologna

824 Risposte

289 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 NOV 2022

Buongiorno Kelly, nella sua richiesta c'è molta sofferenza ma purtroppo non è possibile risolvere il problema in una chat dove tutto si riduce a poche informazioni. Sicuramente avrebbe bisogno di essere accompagnata in un percorso terapeutico per cercare di comprendere meglio quali sono i reali problemi dietro la sua insofferenza verso il marito e la famiglia di lui. Il suo atteggiamento di chiusura e allontanamento potrebbe aver creato ulteriori tensioni sia in lei perché non si sente rispettata nei suoi bisogni sia nella controparte famigliare che potrebbe invece non comprendere questo atteggiamento. Il setting terapeutico potrebbe diventare uno spazio dove staccare dalle tensioni della vita quotidiana e all'interno del quale trovare le strategie giuste (che non sono la chiusura e l'allontanamento) per potersi aprire sulle sue necessità con la famiglia e per imparare a prendersi degli spazi in maniera sana e funzionale.
Cordialmente,
Ivan Jelenkovic

Dott. Ivan Jelenkovic Psicologo a Trieste

21 Risposte

24 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 NOV 2022

Buongiorno Kelly,
La sua situazione mi sembra legata ad un insoddisfazione profonda all'interno del suo vissuto di madre e moglie, e ad una difficoltà comprensione dei suoi desideri nel momento attuale. Un buon percorso di supporto psicologico aiutarla a fare chiarezza su cosa vuole in questo momento e cosa può fare per ottenerlo. Rimango a disposizione eventualmente anche per trovare un collega nella sua zona.
Cordialmente.

Dott. Angelo Toso Psicologo a Reggio Emilia

31 Risposte

4 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 NOV 2022

Gentile Kelly, mi dispiace molto per le difficoltà che sta affrontando in questo momento. La situazione che descrive sembra molto complessa. Le consiglio, prima di una terapia di coppia, di fare chiarezza nei suoi sentimenti attraverso un percorso di sostegno psicologico individuale. Ci sono molti modi per poter affrontare quello che sta accadendo in questo momento, ma prima di cambiare è necessario capire cosa sta succedendo e di cosa lei sente di avere davvero bisogno e cosa desidera per sé stessa.
Resto disponibile per lei.

Un caro saluto,

Dott.ssa Irma Bassani

Dott.ssa Irma Bassani Psicologo a Firenze

48 Risposte

15 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 36450 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 21250

psicologi

domande 36450

domande

Risposte 124050

Risposte