Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Sono disperata, il mio compagno è dipendente da cocaina.

Inviata da Olga · 15 mar 2018 Terapia di coppia

Buongiorno, sono una donna di 40 anni ed ho disperatamente bisogno di aiuto. Ho scoperto pochi giorni fa (per sua ammissione alle mie continue domande) che il mio compagno e padre della nostra bimba di quasi 2 anni fa uso di cocaina...lui dice in maniera saltuaria, un paio di volte al mese solo a scopo terapeutico e per affrontare i suoi viaggi di lavoro ma non è così...
Il mondo mi è crollato addosso, un conto è il sospetto un altro è la dura realtà...forse sono stata io a non aver capito subito il problema, dovevo essere più sveglia ma come avrei dovuto fare? Io avevo dei sospetti ma gli ho sempre creduto (stupida) mai avrei immaginato di ricevere una coltellata al cuore del genere dalla persona che amo e che diceva di essere sincero e di amare me e la nostra bimba...come puoi amarci e farci questo? Non ti fai schifo?
Ho iniziato a capire che qualcosa non andava perché da qualche mese non avevo più accesso al nostro conto corrente, si è voluto occupare lui della gestione (in modo fallimentare) il suo umore era diventato altalenante, di giorno al telefono lo sentivo brillantissimo sul lavoro ma la sera non mi diceva più una parola non avevamo più il minimo dialogo, entrava in casa e si piazzava sul divano... ho cercato disperatamente di fargli capire che a me non andava bene la situazione mi sentivo sola e che desideravo un compagno che mi supportasse, ascoltasse, consigliasse ma anche nel fine settimana anziché godersi la famiglia, la casa ed il tempo libero lui dormiva tutto il giorno..,proprio non riusciva ad alzarsi dal letto se non per mangiare qualcosa od andate in bagno...e questo ha provocato i primi dissapori tra noi ed i miei sospetti (inizialmente pensai ad una depressione... e l’ho pensato e sperato fino alla sua ammissione domenica scorsa).
Ora non so cosa fare...lui mi ha vista disperata e dice di volersi fare aiutare dal Sert, io ho già preso appuntamento ma lui non potrà venire perché si trova in viaggio di lavoro ma io vado lo stesso...cercherò di capire se possono darmi una mano in quanto famigliare. Purtroppo non posso andare da uno psicologo privatamente perché ho scoperto che non abbiamo più nemmeno un soldo, ha speso tutto per il suo schifoso vizio.
Mi sento sola con un peso sul cuore troppo pesante da sopportare, cerco di tenere duro per le mie figlie (ho anche una adolescente di 16 anni che vive con noi avuta dal mio precedente matrimonio) ma soprattutto la grande comincia a capire che qualcosa non va...non ne posso parlare con nessuno e mi sento una fallita...colpevole di aver creduto ad un uomo egoista ed aver messo al mondo una meravigliosa bimba che non si merita tutto ciò...
Non capisco perché devo meritarmi una sofferenza simile, che esempio di donna e mamma sono per le mie bambine?
Alle sue promesse di volersi fare aiutare non riesco a credere, so benissimo che il suo passato è molto doloroso (padre incarcerato più volte per droga quando lui era bimbo piccolo, la sua amatissima mamma da poco morta dopo una lunghissima lotta contro il cancro) ma mai avrei pensato che ricalcasse le stesse orme del padre piuttosto ero convinta che lui avrebbe fatto l’esatto contrario per riscattare tutte le sue sofferenze...gli ho dato fiducia, sbagliando (stupida)...
Non riesco più quasi a guardarlo in viso, mi sento umiliata e tradita dall’uomo a cui ho dato tutto, l’uomo che credevo sarebbe stato il mio compagno di vita che invece si è preso gioco di me calpestando i miei sentimenti. Vorrei specificare che da quando ha confessato (domenica) ho già trovato 3 “sacchettini” (1 al giorno)nella tasca dei pantaloni che usa in casa e sono ancora più shockata (quindi lo fa anche in casa...o comunque porta questo veleno in casa con una bimba piccola intorno...che schifo)
Come troverò la forza di affrontare questa situazione? Riuscirò a fare la cosa giusta per me e le bimbe? Dovrei dargli un’ultima possibilità?
Sono sola e disperata...tradita nell’anima...
Grazie per avermi “ascoltata”.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 17 MAR 2018

Cara Olga, comprendo bene la terribile situazione che sta vivendo.
Per esperienza ( ho lavorato al SERT ) so che difficilmente potrà trovare una concreta, efficace, risposta dal servizio pubblico.
Il problema è che chi cade nella dipendenza da droghe molto spesso rifiuta di riconoscere la gravità del suo stato e di aver bisogno di aiuto per uscirne. Se, come è probabile, è questo il caso, solo se costretto accetterà di rinunciare alla sua tossicodipendenza.
Lei deve essere molto forte arrivando, al limite, a porlo di fronte all'alternativa di accettare un percorso di cura o di lasciarlo. Sperabilmente la paura di perdere Lei e i suoi figli potrebbe essere la motivazione al trattamento che, in questi casi, si articola in incontri di gruppi di terapia e in sessioni individuali con un bravo terapeuta. E' l'unica possibilità per tirarlo fuori. Mi spiace di doverLe dire queste cose così dure ma è necessario avere ben chiara la situazione. Consiglierei anche a Lei di rivolgersi ad un terapeuta che La possa sostenere in questa difficile battaglia.
Come nota di incoraggiamento sappia che la cocaina non è così devastante come la dipendenza da eroina o, peggio, dall'alcool o dal gioco d'azzardo.
Sia forte e ce la farà. Io resto a Sua disposizione per ogni cosa e La saluto con viva cordialità. Dr. Marco Tartari, Roatto Asti

Dott. Marco Tartari Psicologo a Roatto

723 Risposte

427 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 MAR 2018

Provi a contattarmi signora e a ricordarmi la storia, vediamo cone posso fare per aiutarla. Attendo.

Anonimo-169958 Psicologo a Bari

128 Risposte

65 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 21850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16200

psicologi

domande 21850

domande

Risposte 82350

Risposte