Non vuole fare l'amore con me

Inviata da Valeria · 19 lug 2018 Terapia di coppia

Buongiorno a tutti , sono una donna di 33 anni e sto insieme ad un uomo da 3 anni (di cui questo ultimo anno di convivenza)
La nostra vita sessuale nei primi mesi che stavamo insieme era discreta a parte il fatto che la durata di un rapporto lasciava molto desiderare e scarseggiava di fantasia. Pensavo che con il tempo questa cosa potesse migliorare ma nel frattempo subentra (da parte sua) lo stress da lavoro...i rapporti diventano meno frequenti....finché si decide di dare una svolta a questa storia e si decide di acquistare casa insieme con l'intenzione da parte mia non immediata (per via dei miei) di andare a convivere ( lui ha una situazione familiare pesante da gestire per via della convivenza forzata tra i suoi genitori di cui io non ne ero a conoscenza dopo due anni di rapporto)
Mi convince (confessandomi che deve per forza andare via dalla casa dei suoi perché non riesce più a sostenere la pesante situazione) nonostante i miei fossero contrari alla convivenza prima del matrimonio.
Andiamo a convivere, iniziano i problemi e le discussioni si fanno sempre più frequenti (la maggior parte per sciocchezze) dopo un mese, perde il lavoro e inizia un periodo in cui non ha più voglia di fare nulla e non fa altro che trascorrere le sue giornate (e anche nottate) tra il letto e la Play station. La nostra intimità si annulla .
Dopo qualche mese gli viene fatto un contratto a tempo determinato con possibilità di prolungamento. Nonostante ciò la situazione tra di noi non cambia, ci scontriamo per qualsiasi cosa, io gli faccio notare che sono mesi che non abbiamo più rapporti (nonostante più volte io ci abbia provato senza nessuna risposta) e sostiene che il problema non sono io ma il suo stress e la sua depressione per via di quello che stava succedendo in ambito lavorativo e mi chiede di non fargli pesare questa situazione (che non riesce ad avere rapporti) Accetto la sua richiesta, e da quel momento faccio finta che tutto vada bene. Non gli faccio più pesare che non facciamo più l'amore da mesi, mi assorbo tutto il suo stress, i suoi rimproveri spesso ingiustificati, ecc... Inizia a fare una serie di cavolate per via della sua passione nonostante non avesse un lavoro sicuro (vende e ricompra auto) il più delle volte a mia insaputa. Ad oggi sono credo circa 10 mesi o forse più, che non abbiamo un rapporto completo. Un'altro dettaglio(per cercare di farvi capire la situazione ): in tutta questa situazione imbarazzante che vive a casa sua, lui ha un rapporto morboso con la sua famiglia e soprattutto con la mamma con la quale si sente svariate volte al giorno e non fa altro che difenderla per ogni cosa (anche sbagliata)che fa o dice tanto da non farmi sentire mai parte di questa famiglia sua. Cosa ne pensate?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 21 LUG 2018

buongiorno Valeria forse alcune domande da farsi sono: sei serena? cosa vuoi dalla tua vita? chi vuoi essere tra tot mesi?..
Perchè un rapporto come tale non è solo perchè si sta insieme sotto lo stesso tetto, e scusa la banalità dell'affermazione. occorre comprendere davvero chi sei cosa ti porta a mantenere un rapporto che non ti fa felice perchè non ci sono gli ingredienti ad ora di un rapporto sereno, mettere apposto le tue fragilità emotive e colmarle di forza di pienezza, in modo da sentire cosa ti fa star bene e non accettare quello che non lo fa.
Non è un percorso immediato ma possibile e lo "apprezzerai" già dalle prime sedute. Sono a disposizione per informazioni e chiarire eventuali dubbi.
buona giornata.

Dott. Davide Milanese Psicologo a Tortona

206 Risposte

64 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 LUG 2018

Buonasera Valeria,
come dice la collega il rapporto di coppia per funzionare si deve basare su uno scambio, sufficientemente equilibrato, affettivo, relazionale e sessuale. Ci deve, insomma, essere “reciprocità” tra le due persone che compongono la coppia.
Sembra che il suo compagno si sia un pò “adagiato” in questa situazione, anche probabilmente, per difficoltà sue personali (umore depresso, mancanza di desiderio sessuale, rapporto con la mamma ecc.) che andrebbero, a mio giudizio, chiarite un pò meglio.

Tenga presente che la sessualità risente molto del nostro stato emotivo, se il suo compagno fosse veramente un pò depresso, come lei sostiene, potrebbe anche starci un calo del desiderio verso di lei. Resta comunque il fatto che a 30 anni, e in assenza di problematiche fisiologiche, una persona dovrebbe essere nel pieno della propria vitalità sessuale.
Per questo, penso, la situazione merita di essere approfondita.

Come le ha suggerito la collega valutate insieme al suo compagno la possibilità di intraprendere un percorso psicologico di coppia o individuale (per il suo compagno).

In bocca al lupo!

Dott. Alberto Mordeglia

Dott. Alberto Mordeglia Psicologo a Busca

81 Risposte

119 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 LUG 2018

Gentile Valeria,
chiaramente la situazione (10 mesi senza un rapporto completo), non è da sottovalutare.

E' necessario però, prima di prendere in considerazione una questione unicamente psicologica, effettuare degli esami clinici di tipo medico.

Potrebbe esserci un deficit di produzione del testosterone, squilibri ormonali di altro tipo o altre cause organiche.

Solo dopo aver indagato le possibili cause primarie di tipo organico si può effettuare una diagnosi psicologica.

I problemi sessuali, anche quando hanno una causa organica, hanno sempre una ricaduta psicologica. Quindi, si interviene su entrambe le condizioni (organica e psicologica) per riuscire a risolvere il problema.

Se poi si escludono le cause di tipo organico, si interviene solo sul lato psicologico.

Gli uomini vivono i problemi sessuali, chiaramente, con estremo imbarazzo, per cui alcuni di loro preferiscono ignorare totalmente la questione.

Bisogna però far presente loro che il problema non è personale, ma di coppia.

E' per questo che dovrebbe convincersi a fare intanto delle analisi mediche e poi andare da uno psicosessuologo.

Lei può dirgli che non sarà da solo ad affrontare il percorso di diagnosi né quello della terapia, che succede a moltissimi uomini e che ci sono ormai soluzioni efficaci.

Dott.ssa Anna Patrizia Guarino

Dott.ssa Anna Patrizia Guarino Psicologo a Ardea

197 Risposte

252 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 LUG 2018

Buonasera Valeria,

capisco la situazione e non deve essere semplice gestirla, è come se per il suo compagno lei servisse solo da "cuscinetto", contro il quale gettare stress e problemi di ogni genere, senza mai però dare nulla in cambia. Il benessere della coppia e l'equilibrio di coppia va a pari passo con la via sessuale, che da quel che leggo è fallimentare. Penso che lei abbia bisogno di una volta, di essere apprezzata e valorizzata, come donna e come compagna, altrimenti il rapporto potrà solo che rovinarsi. Provi a parlare con il suo compagno della possibilità di iniziare un percorso psicologico, insieme o individuale.
Resto a disposizione per eventuali chiarimenti

cordiali saluti
Dott.ssa Alice Noseda

Dott.ssa Alice Noseda Psicologo a Lecco

1663 Risposte

1173 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22900 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16550

psicologi

domande 22900

domande

Risposte 84150

Risposte