Il mio ragazzo non vuole o non riesce a fare l'amore con me?

Inviata da Francesca · 7 gen 2016 Problemi sessuali

Salve, io e il mio ragazzo (entrambi di 20 anni) stiamo assieme da un paio di mesi. Dopo circa due settimane che stavamo assieme è capitato di stare a casa da soli. Come è solito, succede che nascano dei momenti di intimità, perciò una cosa tira l'altra ci ritroviamo senza vestiti, entrambi consapevoli di ciò che stava per succedere. Però, noto che il mio ragazzo è molto ansioso (nonostante non fosse la sua prima volta, ne sono certissima). Proviamo a fare l'amore, ma niente. Non riesce ad avere un'erezione, o meglio, quando arriviamo al momento decisivo perde l'erezione. Da quel momento ne abbiamo parlato e mi ha confidato che la sua ex ragazza di un anno fa ormai lo aveva tradito, molte volte, andando la mattina da il suo "ragazzo" e poi da lui. Lui ne era consapevole e il giorno in cui avrebbe dovuto parlarne con lei perché non poteva più tenerlo per se li ha visti insieme. Da che ha avuto questa esperienza ha solo avuto un rapporto con una donna sei mesi dopo la rottura con l'ex. Poi ha conosciuto me, altrettanti sei mesi dopo. Quando mi ha detto che il problema non sono io, perché lo attraggo sessualmente, ma è questa cosa mi sono un po tranquillizzata. Però ormai è passato più di un mese e mezzo e lui non ha nessun comportamento che mi faccia capire che comunque un po' mi desidera. Vorrei sapere come dovermi comportare, perché inizio a sentirmi frustrata dalla situazione. Mi dice che mi desidera, ma allo stesso tempo non me lo dimostra. Vorrei almeno capire che ci sta provando a uscire da questa situazione, ma non mi sembra così.
Grazie in anticipo.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 8 GEN 2016

Cara Francesca
penso che il tuo ragazzo sia sincero con te e che ti abbia detto onestamente quello che è successo e quello che prova.
Non cadere nel panico e non crearti ulteriori ansie ma sii molto comprensiva e non mettergli fretta, dimostra che ci tieni a lui come persna e dagli il tempo di recuperare un maggior agio fisico e psichico.
Io penso che oltre alla situazione di cui lui ti ha parlato (e che certo lo ha traumatizzato non poco), ci siano stati altri fattori che lo abbiano bloccato, il più importante di questi è il fatto che ci tiene a te e che in quel momento lui è stato preso da "ansia da prestazione"; il fatto che ora non ci riprovi è perché teme di fallire ancora.
Ti ripeto sii molto paziente e quando dice che ti desidera non metterlo in dubbio, stagli vicina fisicamente senza mostrare di volere a tutti i costi un rapporto, si sbloccherà da solo.
Anche un aiuto esperto gli potrebbe essere utile, ma deve essere lui a volerlo, tu non influenzarlo su nulla.
Eventualmente fammi sapere in mail privata come va.
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci Psicologa Psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6996 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 GEN 2016

Gentile Francesca,
penso che, se volete risolvere il problema in tempi brevi, il suo ragazzo debba consultare uno psicologo psicoterapeuta.
E' possibile che ci sia un trauma da elaborare, ma solo uno psicologo o meglio uno psicologo molto più di chiunque altro, è in grado di capire quali strategie adottare, quali rimedi ecc.
Il tempo cura più del medico dice un proverbio, ma non sempre è così e perciò è bene che qualunque valutazione sia fatta da uno psicologo.
Cordiali saluti

Valentina Sciubba Psicologo a Roma

1054 Risposte

722 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 GEN 2016

Gentile Francesca,
da quello che lei scrive sembra che il suo ragazzo viva con ansia il rapporto sessuale, forse proprio perché ha visto, anche in modo esplicito, il tradimento della sua ex, quindi la sessualità per lui è un aspetto critico in questo momento. Affrontare un problema sessuale è difficile per tutti, in particolare per i ragazzi, in quanto avere un deficit di erezione rappresenta uno smacco grande. Bisogna capire quanto a lui non interessa risolvere il problema o quanto invece ha paura di affrontarlo e prova vergogna. Perché non provate a rivolgervi ad un esperto, come un sessuologo?

Cordialmente
Dott.ssa Pamela Formaggi
Psicologa, Conduttrice di Training Autogeno
Treviso

Dott.ssa Pamela Formaggi Psicologo a Treviso

13 Risposte

26 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Problemi sessuali

Vedere più psicologi specializzati in Problemi sessuali

Altre domande su Problemi sessuali

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16900

psicologi

domande 23750

domande

Risposte 85850

Risposte