Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Nessuno mi vuole bene o mi apprezza

Inviata da Liliana il 5 nov 2017 Depressione

Ho questo problema da sempre...da bambina non avevo amici. Nessuno voleva giocare con me: dicevano che ero povera e puzzavo e impedita e stupida. Avevo l'insegnante di sostegno e questo peggiorava le cose perche per tutti ero l'handicappata. È andata avanti così fino all'università e alla prima laurea. Ho avuto rapporti sessuali solo con due ragazzi ( avrei potuto con molti uomini, ma non avevo voglia) uno di questi è stato fidanzato con me un anno... Ho fatto ricambik di amicizie superficiali un sacco di volte. Ho avuto vari lavori, ma dopo 1 anno o 2 anni iniziavano i conflitti con le colleghe. Non mi sento per niente apprezzata. Gli altri mi sembrano molti più apprezzati di me. Nessuno riesce a volermi bene. A malapena sto riuscendo ad avere rapporti non conflittuali con le persone, ma sento che questi non provano niente nei miei confronti. Sto finendo la seconda laurea e ho vinto un concorso statale. Non penso che qualcuno mi vorrà mai bene o mi amerà. L'obbiettivo ora è solo avere un rapporto pacifico con i colleghi e in altri ambiti. Poi sbaglio a non aver rapporti sessuali...forse mi tirerebbero su...sono una bella ragazza, e forse è l'unico modo per attirare l'attenzione di qualcuno. Ovviamente vogliono solo fare sesso. Boh, molto probabilmente mi sentirò per sempre sola. Posso parlare con 2000 persone ridere, scherzare, uscirci, ma sono sempre rapporti superficiali. Mi sento sempre di troppo, come se tutti si chiedessero : ma questa che vuole??? Non dovrebbe essere già morta? In effetti le persone come me non campano molto, e sto durando fin troppo. Mi fanno sentire perché respiraro l'aria, manco stassi commettendo un reato, un diritto che ad esseri inferiori come me non dovrebbe essere concesso. Mi guardo intorno, e le persone mi fanno sentire un errore. Qualcosa che non dovrebbe nemmeno esserci.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Liliana,
nel suo raccontare e raccontarsi mi viene da immaginare qualcosa, eventi e relazioni, che hanno profondamente segnato la sua autostima e l'hanno portata a credere che le relazioni possono essere solo criticanti. Deve essere pesante soprattutto mi sembra dalle sue parole che sia una prigione in cui si ritrova rinchiusa iniziando a giocare a ribasso ( "mi basta andare d'accordo"). Un percorso di terapia potrebbe darle sostegno rispetto all'autostima, chiarezza rispetto ai suoi schemi relazionali e se vuole possibilità di cambiamento. Non ha dato dettagli sulla sua storia famigliare ma forse le attenzioni che le sono mancate e la rigidità che ha respirato hanno segnato il suo mondo relazionale. Provi un percorso di terapia se crede, alcune relazioni tanto più una terapeutica possono permetterci di vivere più leggeri e andare dove vogliamo. Un caro saluto

Dott.ssa Gilda Di Nardo Psicologo a Roma

70 Risposte

29 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Liliana,
dalle Sue parole mi sembra di capire che, le opinioni e i giudizi degli altri per Lei siano molto importanti. E' come se ciò che pensano gli altri su di Lei, possa definire il Suo valore in quanto persona e in quanto Liliana. Lei ricerca costantemente delle conferme dal mondo esterno, di attenzioni da parte di qualcuno, di relazioni che Lei stessa definisce superficiali. Liliana, è importante che Lei lavori su sé stessa, definisca sé stessa a partire dalla sua storia personale, capisca come mai nonostante abbia raggiunto nella Sua vita importanti traguardi (due lauree e la vincita di un concorso statale per fare degli esempi), Lei non se li riconosca e infine, impari ad apprezzarsi in prima persona. Comprendo la difficoltà di lavorare su tutto questo da sola; infatti, credo sia importante per Lei iniziare un percorso psicoterapeutico. Resto a disposizione.
Grazie per aver condiviso la Sua storia.
Dott.ssa Sara Scalzo
Lecce-Nardò

Dott.ssa Sara Scalzo Psicologo a Lecce

13 Risposte

12 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno, Liliana.
Leggendo le Sue parole mi sono chiesta: come mai ne spende così tante per stare dietro a quello che pensano gli altri? Se la amano e se la apprezzano, ma di quello che pensa Lei di sé? Ecco io partirei da qui: da Lei, Liliana. Forse non l’ha mai fatto prima e non ci ha mai pensato nè se ne è mai accorta, ma la vita è la Sua e stare dietro al riconoscimento degli altri è molto facile perdersi...
Si rivolga a qualcuno della Sua zona con cui poter intraprendere un percorso psicologico psicoterapeutico.
Dott.ssa Ilaria Gisondi

Dott.ssa Ilaria Gisondi Psicologo a Trezzano sul Naviglio

78 Risposte

16 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Depressione

Vedere più psicologi specializzati in Depressione

Altre domande su Depressione

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20100 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15450

psicologi

domande 20100

domande

Risposte 77900

Risposte