Mi sento persa, non so che fare

Inviata da Maria · 12 giu 2020 Depressione

Ciao a tutti,
Mi imbarazza molto scrivere qualcosa di così privato su un qualsiasi sito internet, ma sento che sto per esplodere e non c'è niente che mi possa aiutare se non sfogarmi.
Sono talmente incasinata che non saprei da dove iniziare, non riesco bene ad individuare il vero problema o la causa del mio malessere.
In ogni caso, è già da un po di tempo che mi sento persa. Mi sembra di vivere in un mondo che non mi appartiene, un mondo che non fa per me. Trovo tutto e tutti così superficiali, vuoti, tutti sono fotocopie degli altri ed estremamente noiosi. Non mi sento più a mio agio con le persone: non trovo più "feeling" con nessuno, nemmeno con le persone a cui ero più legata.
Mi sento sola, incompresa, abbandonata.
Vorrei tanto fuggire lontano, scappare dove nessuno mi conosce e ricominciare da zero. Fare vedere agli altri come sono davvero. Stando qui mi sento soffocata. È come se guardassi la vita che mi scorre davanti e io me ne sto li, senza fare niente. Ho smesso di provare emozioni. Niente più gioia, amore, tristezza. Solo una grande rabbia e odio. Per non parlare dell'invidia che sta distruggendo tutti i rapporti e mi logora da dentro. E ciò che mi sconforta è il fatto che non riesco a parlarne con nessuno. È troppo tempo che mi tengo tutto dentro e fingo che sia tutto a posto. Ho bisogno di urlare tutto ciò che non va, e sfogarmi fino a quando non avrò finito le parole. Ma sembra a nessuno importi davvero come sto e nessuno si accorga di ciò che vivo.
Ho 18 anni, non credo abbia senso vivere in questo modo. Ho bisogno di un consiglio, di qualcuno che provi ad aiutarmi e mi spieghi cosa mi sta succedendo

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 16 GIU 2020

Cara Maria,

potrei avanzare un'ipotesi che tutto ciò che ha scritto sia rivolto alla sua famiglia? Mi hanno fatto riflettere molto le parole "troppo tempo che mi tengo tutto dentro", "a nessuno importa davvero come sto" e "invidia che sta distruggendo tutti i rapporti".
Lei ha 18 anni, dovrebbe sentirsi protetta all'interno del suo nucleo familiare. La non comprensione di come si senta, il fatto che nessuno si accorga della sua sofferenza è un "grido" di aiuto disperato verso i suoi genitori, che probabilmente non le riservano le giuste attenzioni o il giusto affetto.
Da queste mancanze poi si generano tutte le visioni stereotipate e negative circa il mondo esterno. Probabilmente vede tutte le persone con sorrisi finti (invidia), o che reputa "superficiali e vuoti" perché vivono in modo semplicistico (senza sofferenze) non guardando mai oltre una certa soglia.
Il consiglio che posso darle e di ricercare un dialogo con i suoi genitori, urli a loro, finisca le parole, si sfoghi. Solo allora sapranno accogliere il suo grido di aiuto. Non si tenga nulla dentro, tiri fuori tutto e non abbia paura di farlo. Se non riesce, chieda supporto e sostegno ad uno psicologo. Data la giovane età si rivolga all'ASL del suo territorio per accedere con più facilità (quasi gratuitamente) ad un aiuto professionale immediato.

Cordiali saluti

Dott. Emmanuele Rosito Psicologo a Guglionesi

146 Risposte

374 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 GIU 2020

Cara Maria, emerge una grande sofferenza che si declina in un senso di mancata proprietà della Sua vita e di apatia, uno stallo che crea una rabbia vissuta come distruttiva e isolante. Per poterLa aiutare, è necessario approfondire i modi in cui si sente, che sono validi e meritano uno spazio privato e dedicato, al fine di comprendere cosa significhi per Lei nello specifico questo cocktail di emozioni negative. Uno spazio tutto per Lei aiuterebbe a darLe un primo, concreto segnale che c'è anche per Lei un posto in questo mondo che oggi non Le appartiene, ma che in futuro potrebbe farlo. Valuti un percorso psicoterapeutico: l'obiettivo ultimo della psicoterapia è proprio quello di renderLa padrona della propria esperienza e della propria esistenza. Lei è molto giovane e ne varrebbe la pena, inoltre avrebbe a disposizione anche gli strumenti tecnologici per poterla svolgere online. A disposizione, DP

Dott. Daniel Michael Portolani Psicologo a Brescia

1001 Risposte

1009 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Depressione

Vedere più psicologi specializzati in Depressione

Altre domande su Depressione

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 26500 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17650

psicologi

domande 26500

domande

Risposte 92200

Risposte