Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Iscriversi all'università a 26 anni

Inviata da Hhhh il 12 nov 2014 Orientamento scolastico

Ho 26 anni, una laurea magistrale scientifica e sono iscritta alla facoltà di odontoiatria e protesi dentaria. Vivo con i miei e lavoricchio facendo la promoter, l'animatrice e facendo ripetizioni a ragazzini. La laurea che avevo scelto non faceva per me, e ho deciso di intraprendere il percorso per diventare dentista: il lavoro dei miei sogni. Vorrei diventare chirurgo odontostomatologico e avviare un mio studio odontoiatrico. l'anno passato per la preparazione del test ,é stato orribile perché tutti mi criticavano; dopo ho superato il test, e sono stata doppiamente criticata. Ho la patente e guido, però non posso comprare un auto mia. Il problema, é che da quando sono laureata tutti mi danno della vecchia, e dicono che non dovrei più studiare all'università. Esco con le amiche e viaggiamo all'estero, e mi sono sentita dire che sono troppo veccia (ancora) per uscire con le amiche e viaggiare. Mi chiedono sempre se sto facendo colloqui e inviando curriculum, quando, sanno tutti che non sto cercando un lavoro di 8 ore. Tutti mi chiedono pure quando mi sposerò e se ho figli o quando voglio avere figli. Non voglio sposarmi, né avere bambini, e sinceramente, non voglio andare a convivere con nessun ragazzo. Conosco molti ragazzi che si sono laureati a 34/35 anni, e nessuno glielo ha mai fatto pesare ( forse perché sono uomini) questi ragazzi non hanno mai lavorato, e sono arrivati al traguardo della laurea molto tardi. Ora, a 35 anni lavorano, contrariamente a chi si é laureato a 24 anni, ma vivono ancora a casa dei loro genitori, e nessuno gli scassa le balle con commenti. Conosco davvero tanti ragazzi così, anche se sono tutti uomini. Possibile che ci sia ancora tutto questo maschilismo? possibile che quando dico che ho 26 e che studio odontoiatria all'università, tutti mi chiedono che ne pensano mio marito e i miei figli? anche se sanno che non sono sposata e non ho figli! La gente che mi rompe sono tutti conoscenti, gli amici e parenti, ragazzo sanno la mia situazione e non rompono. Il problema sono i conoscenti, che mi fanno vergognare e mi fanno sembrare una vecchietta; ma a 26 anni si é davvero così vecchie? Davvero a quell'età siamo da buttare via? faccio anche un sacco di palestra per sta storia che mi dicono che sono vecchia. Davvero a 26 bisogna essere sposate, con figli e un affitto da pagare?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Buongiorno gentile Melissa,
lei ha coraggio e determinazione verso il suo progetto di vita, perchè lasciarsi destabilizzare dalle voci di altri non significativi per lei? Se questo accade, al di là dei luoghi comuni, potrebbe esserci in lei un conflitto su sue aspettative che vede rispecchiate negli altri e su questo varrebbe la pena lavorarci con l'aiuto di uno/a psicologo/a psicoterapeuta in presenza. Ma se intende superare questo disagio dovuto alle intromissioni gratuite della gente, è necessario che trovi in lei la forza di non dare peso alle dicerie e andare a testa alta avanti nella sua vita. Coraggio!
Cordialmente

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Melissa
Ci pone un quesito che sembrerebbe avere solo in apparenza una risposta facile. Credo che una rassicurazione non basti a placare tutto ciò semplicemente perché i rimandi dei conoscenti colpiscono forse un nervo scoperto, un conflitto interno.
le chiederei se anche lei si giudica per non aver sin da subito seguito la sua passione e se ha paura di aver perso del tempo. Insomma se emotivamente ha accettato di aver chiuso un capitolo e di averne iniziato uno nuovo. Magari confrontarsi con gli altri smuove questi tasti, tutto il resto può essere proiettato sullo sfondo.
Ci vuole molto coraggio e molta forza per fare quello che lei ha scelto di fare, mettersi in gioco nuovamente e lottare; alcuni individui magari in modo orgoglioso e ostinato al suo posto avrebbero rifiutato di rimettere tutto in discussione per poi trovarsi però a vivere in una condizione di frustrazione maggiore.
Pertanto vada a testa alta, ha tempo per tutto (ha 26 anni!)

Dott. Alessio Orlando Psicologo a Ferrara

43 Risposte

93 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Melissa
come è giunta a dare così tanta importanza a quello che dicono e affermano altri?
Altri che poi non sono nemmeno persone vicine ma semplici conoscenti...!
Si tratta del "Coro delle tristi voci" che era presente nelle tragedie greche e che stava a simboleggiare l'amplificazione dei tormenti mentali dei protagonisti.
Se queste chiacchiere (senza senso) hanno fatto così tanta presa in lei ciò significa che lei nasconde dubbi e indecisioni sul suo personale percorso e quindi sente risuonare all'interno queste critiche che non dovrebbero, minimamente, interessarla.
Oppure, più semplicemente, si sta facendo suggestionare così..quasi senza motivo per semplice pigrizia mentale.
Si riprenda e riprenda, al suo interno, il senso del suo percorso personale in modo pienamente deciso e consapevole.
Lasci che queste voci, che la sfidano per invidia o per semplice amore di conformismo, vaghino da sole come un vento che passa senza scuoterla dai suoi chiari intenti e propositi perseguiti con amore.
Auguri per il suo percorso e per i suoi piani!
Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicoterapeuta in Ravenna

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6721 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve Melissa, leggendo il tuo comprensibile "sfogo" ho provato a immaginare con curiosità quali possano essere i volti e le vite di queste persone (così singolari) che con tanta convinzione sostengono che una ragazza a 26 anni sia "vecchia" e quasi fuori tempo per fare determinati passi nella vita. Comprendo il disagio che ti può procurare portare avanti le tue scelte nonostante questi fastidiosi rumori di fondo e comprendo che malgrado la convinzione e la passione con cui stai portando avanti il tuo progetto questa situazione alla lunga possa stressarti. Ognuno di noi ha bisogno di un certo grado di appoggio morale da parte degli altri ma è necessario per la sopravvivenza imparare ad attuare un'accurata selezione di questi "altri". Da come scrivi sembri molto convinta e serena delle tue scelte perciò se possiamo escludere che la voce di questi conoscenti non sia forse un interruttore che fa scattare dei tuoi dubbi personali su quanto stai facendo...ti consiglio di andare dritta per la tua strada, con i tuoi giovanissimi 26 anni e magari cercare il lato comico dei comportamenti di alcune persone ai quali risponderai se vorrai in modo irriverente, oppure commiserevole, oppure ironico, oppure deciderai di non rispondere affatto e tagliare i ponti. Ad ogni modo senza smettere mai di chiederti se quello che stai facendo è realmente ciò che desideri, se ti rende felice, se ti permette di essere e di diventare la persona che sei. un caro saluto!
Dr.ssa Ilaria Beltrami, Psicologa Clinica, Roma.

Dr.ssa Ilaria Beltrami Psicologo a Roma

76 Risposte

109 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Melissa,
ho letto con curiosità la sua richiesta, credendo, finché non l’ha esplicitato lei stessa, che queste cose le venissero rimproverate dalle persone a lei care e vicine.. Giungendo all’ultimo quesito mi viene ora invece da chiederle... come mai è così importante ciò che dicono queste altre persone? E’ necessario che lei si adegui ai loro “parametri” o pensa di poter continuare serenamente a seguire la sua strada? Dalle sue parole mi sembra una persona con degli interessi, amicizie, passioni, con degli obiettivi già raggiunti. Questi commenti la fanno vacillare nella sua decisione.. come mai? Potrebbe provare ad utilizzare tali “critiche” come un mezzo per prendere in considerazione, con tutta calma, tutto il ventaglio di possibilità che il futuro le offre. Decidere di studiare non implica necessariamente rinunciare a tutto il resto, o non volere altro dalla vita. Sarebbe anche interessante comprendere meglio questo “vecchia” che risuona spesso.. alcune persone potrebbero prendere questi commenti come un “sei adulta, cresci, non fare la bambina!” ..quella che riporta negli ultimi passaggi mi sembra somigliare ad una vecchiaia vista già come una “fine” (“da buttare via”) tanto da doversi iscrivere in palestra per “mantenersi giovane”.. come se il passaggio fosse diretto da "studentessa-giovane" a persona "vecchia-finita". Che rapporto ha con il diventare adulta? Con il futuro che avanza? Credo che un breve percorso psicologico potrebbe aiutarla a sbrigliare alcuni dei suoi dubbi e delle sue incertezze…
un caro saluto,
Dott.ssa Chiara Francesconi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Melissa, immagino che i commenti degli altri, che si inseriscono in cose che non li riguardano, siano molto fastidiosi. Tuttavia, mi sembra che ti importi un po' troppo del giudizio degli altri. Si tratta della tua vita e non puoi essere che tu a scegliere come viverla. I pregiudizi esistono ed esisteranno sempre, fanno parte dell'essere umano, ciascuno di noi ne ha, consapevoli o meno consapevoli. E riguardo all'età: non è mai troppo tardi.
Un saluto
Maria Rita Milesi
Psicologa Psicoterapeuta a Bergamo e a Milano

Dr.ssa Maria Rita Milesi Psicologo a Bergamo

140 Risposte

187 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Altre domande su Orientamento scolastico

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15500

psicologi

domande 19050

domande

Risposte 77950

Risposte