Ho 25 anni e mi sento

Inviata da Raph · 20 mag 2021

Buongiorno a tutti,
Sono inciampata per caso su questo sito e sento il bisogno di raccontare ciò che sto vivendo da ormai un paio di anni.
Mi chiamo Raffaella e ho 25 anni, sono una studentessa iscritta a due università. Appena finito il liceo, mi sono iscritta alla facoltà di lingue e letterature europee conseguendo molti esami con buoni voti, nel frattempo però mi stavo preparando per le ammissioni in conservatorio dove tutt ora studio canto jazz. La musica è sempre stata la mia principale aspirazione, ho sempre amato cantare e da quando ho scoperto la musica Jazz ho poi deciso di intraprendere questo tipo di studi al conservatorio. Considero la musica la mia vita, mentre l'università una sorta di "piano B" a cui affiancarla. Il problema è sorto un paio di anni fa, quando, arrivata al terzo anno universitario mi sono "bloccata" a causa di un esame propedeutico di lingua del primo anno che purtroppo mi sono portata dietro e adesso mi ritrovo a dover fare ancora tutti e tre gli esami di quella lingua. È stato uno sbaglio di cui mi pento tantissimo, un esame che ho rimandato perché era difficile e richiedeva tanta concentrazione e siccome mi stavo dedicando molto al conservatorio decisi di rimandarlo... Adesso però mi ritrovo a 25 anni ancora senza essermi laureata all università ... Rimando ancora questo esame senza riuscire ad aprire libro, pensando che ormai è troppo tardi per laurearmi (mi mancano 5 esami alla laurea triennale)... In tutto questo tempo ho però conseguito la laurea triennale in canto jazz al conservatorio e almeno questo mi rende felice, ma dall'altro lato i miei genitori non sono contenti di me perché avrebbero preferito che terminassi gli studi all università, credendo che la musica non mi darà alcun sbocco lavorativo concreto.
Sono in una situazione molto brutta, mi sento debole, inutile. Sento di aver sprecato anni e anni di studi all'università senza aver conseguito ancora una laurea, e ho paura che la musica non riesca davvero ad aprirmi delle porte concrete per il lavoro... Sarò forse influenzata da quello che dicono i miei genitori? Non so cosa pensare... Sono bloccata e sento che se cominciassi di nuovo a studiare per l università adesso sarebbe inutile perché ho 25 anni e sono già "vecchia"... Non varrebbe nulla la mia laurea triennale se conseguita a 26 o 27 anni... E la musica? Che ruolo ha davvero nella mia vita? Mia madre dice sempre che devo fare anche qualcos altro oltre quella.. Perché non si riesce a vivere solo di musica, sarà vero? Mi trovo in un vero e proprio abisso... Sono bloccata da entrambi i lati e non riesco più a fare niente... Mi sento inutile e poco intelligente per le scelte che ho fatto nella mia vita... Mi sento molto persa. Per favore ho bisogno di un aiuto.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 21 MAG 2021

Cara Raffaella,

sei tutto tranne che debole e inutile; ti sei imbarcata in ben due Università perchè avevi la convinzione di poter riuscire a portarle avanti con la tenacia necessaria. Tuttavia il blocco che sperimenti è probabilmente dettato anche dalle aspettative deluse dei tuoi genitori, i quali condizionano la tua percezione sulla concretezza del tuo futuro lavorativo. Non è vero che la tua laurea non varrebbe nulla se la conseguisci a 26 anni; molte persone hanno terminato la magistrale a 28 e sono riuscite a trovare degli sbocchi lavorativi. Non conta necessariamente quanto ci metti a terminare un percorso, ma quanto investi nell'impegno e nella dedizione delle tue capacità nella ricerca del tuo posto nel mondo del lavoro.
Visto che ti senti come in un ponte in cui il jazz da un lato ti chiama, mentre dall'altro lato ci sono le pressioni dei tuoi genitori, ti invito ad affidarti a un terzo punto di vista che non ha alcuna intenzione di tirarti da una parte o dall'altra, ma di accogliere la narrazione della tua storia relazionale alla luce dei contesti di appartenenza in cui sei inserita, con l'obiettivo di ridefinirla nel significato e nell'intreccio che ne è scaturito.
Rimango a tua completa disposizione, anche online.

Dott.ssa Francesca Orefice.

Dott.ssa Francesca Orefice Psicologo a Bologna

589 Risposte

194 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 MAG 2021

Carissima Raffaella,
il tempo non è mai "sprecato", soprattutto quando è legato allo studio. Lei ha intrapreso due percorsi molto difficili e richiedenti e, per quante energie una persona abbia, possono anche arrivare a livelli molto bassi se quello che pretendiamo da noi è tanto. Posso quindi comprendere perchè lei adesso si senta "svuotata" e stanca. Un sostegno con un professionista in questo momento potrebbe aiutarla a recuperare queste energie, a ritrovare le giuste motivazioni che le consentirebbero di capire cosa vuole fare e anche di "reggere" il confronto con i suoi genitori. a 25 anni non si è affatto vecchi, ha tutto il tempo.
Sono a disposizione
Un caro saluto
Dott.ssa Stefania Barbaro
(ricevo anche on line)

Dottoressa Stefania Barbaro Psicologo a Milano

696 Risposte

202 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 MAG 2021

Cara Raffaella
mi dispiace molto per questo blocco che stai vivendo, portare avanti due percorsi di studio, in due università diverse con materie diverse, non è semplice e probabilmente è arrivato il momento di decidere a quale delle due strade dare la priorità.
Questo non implica che una delle due debba essere necessariamente abbandonata, ma devi cominciare a pensare quale delle due strade ti renderebbe più felice, su quale cavallo puntare per far partire la tua carriera professionale.
Non esistono percorsi più semplici di altri, inserirsi nel mercato del lavoro è difficile per tutti i laureati, la passione è quello che fa la differenza tra chi molla e chi non smette di lottare per ottenere quel lavoro o per arrivare a quel traguardo.
Se hai difficoltà a fare chiarezza sappi che offro percorsi di orientamento anche online.

Un caro saluto
Dott.ssa Mariagrazia Stabile

Dott.ssa Mariagrazia Stabile Psicologo a Salerno

72 Risposte

25 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 MAG 2021

Cara Raffaella, innanzitutto non c'é un tempo limite in cui laurearsi, e la laurea non perde valore perché raggiunta ad una età anziché un'altra. É molto importante che possa definire un progetto entro cui realizzarsi, centrato su ciò che desidera e Le dà soddisfazione, senza essere abbattuta dalle pressioni esterne. Se un obiettivo lo si vuole raggiungere e si lavora sulle proprie risorse, questo sarà raggiunto, anche se non con facilità.
Le consiglio un supporto psicologico per comprendere maggiormente se stessa e superare il blocco che sente dentro Lei, per attivare le Sue risorse e realizzarsi, individuandosi e trovando un Suo equilibrio.
Buona fortuna
Dr.ssa Amanda D'Ambra.

Dr.ssa Amanda D'Ambra Psicologo a Torino

1615 Risposte

881 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 31150 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 19300

psicologi

domande 31150

domande

Risposte 106900

Risposte