gay 0o bisex?

Inviata da Michele · 22 feb 2016 Orientamento sessuale

Gentilissimi Dottori, sono un uomo di 38 anni, sono stato fidanzato con un uomo per nove anni, ritenendomi gay. Quando tra noi è finita sono stato da cani, poi ho frequentato due ragazzi e poi ho conosciuto una donna e non ho problemi a farci sesso. Adesso la frequento e vorrei un figlio da lei, anche se non mi sento innamorato ma voglio comunque stare con lei. Voglio un figlio da lei e allo allo stesso tempo vedo un ragazzo ..non mi capisco più non capisco se sono bisessuale, o se llo sono diventato per paura di essere omosessuale e non capisco la fissa del figlio da cosa mi provenga...vi chiedo di aiutarmi a capirmi...

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 23 FEB 2016

Gentile Michele, come detto anche dai colleghi, il rapporto genitoriale è diverso da quello di coppia; il rapporto di coppia può finire, mentre il rapporto genitoriale è un impegno per la vita.

Comprendo la sua domanda sull'orientamento sessuale, è un tema su cui molte persone hanno difficoltà a ragionare per l'incoerenza delle informazioni che abbiamo a disposizione sul tema; ognuno dice la sua e può diventare difficile farsi un'idea autonoma. La risposta migliore probabilmente sarebbe quella che costruisce dentro un percorso personale di terapia, ma solo in parte mi sento di suggerirle una terapia per comprendere il proprio orientamento, mi sembra che il problema piuttosto sia un altro, la fedeltà nel rapporto di coppia.

In questo momento infatti lei sta frequentando due partner diversi e il fatto che siano di due generi diversi (un uomo e una donna) non semplifica le cose, ma anzi le complica. Indipendentemente dalla confusione e dai problemi esistenti, la coerenza e l'impegno richiesto da un rapporto di coppia stabile (a meno che non sia una coppia dichiaratamente aperta) è una capacità che necessita di salde fondamenta emotive che non risiedono nell'adeguatezza dei suoi partner, ma nel suo contatto con l'emotività e la motivazione al rapporto di coppia.

Forse questo argomento potrebbe essere uno spunto per iniziare efficacemente un percorso di psicoterapia personale, provi a contattare un collega che esercita nella sua zona.

Spero di esserle stato di aiuto, non esiti a scrivere per ulteriori dubbi.

Cordiali saluti.

Studio di Psicologia Cognitiva e Sessuologia - Dr. Valerio Celletti Psicologo a Milano

44 Risposte

222 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 FEB 2016

Caro Michele,
percepisco la complessità e il peso della tua confusione sull'identità e sul tuo orientamento sessuale.
Il contrasto tra le due tue relazioni è ovviamente espresso al massimo e sarei curioso di sapere quale di queste due relazioni a livello personale ti gratifica di più dal punto di vista psico-fisico globale indipendentemente dalla evidente impossibilità di avere un ipotetico figlio da un partner maschile.
Un dato però trovo interessante : se "dopo 9 anni" di rapporto omo vissuto con continuità in egosintonia (ed altri rapporti omo sporadici) hai voluto vivere l'esperienza di un rapporto etero che dovesse rimane per te significativo, faccio fatica a pensare che la spiegazione sta nella paura di essere omosessuale e contemporaneamente non sono nemmeno sicuro che sta invece solo nella possibilità di realizzare il desiderio di un figlio.
Tra l'altro, non sappiamo come la potenziale compagna vivrebbe questo progetto.
A proposito del figlio, sono d'accordo con i miei colleghi che ti invitano a non immaginarlo solo come una espressione o proiezione del tuo Ego.
Un percorso di psicoterapia potrà esserti utile per ulteriori riflessioni.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7518 Risposte

21047 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 FEB 2016

Caro Michele
una perfetta definizione del tuo stato sessuale non ti toglierebbe dal dover gestire le diverse situazioni che ti trovi a vivere e tanto meno ti aiuterebbe a prendere delle dicisioni sulla possibilità di diventare padre.
In particolare, per poter fare questo (cioè diventare padre), è importante che tu abbia una reale e fondata relazione con la tua compagna .
Tu parli di questa relazione ma non dici se lei è al corrente del fatto che tu hai altre relazioni... come la prenderebbe?
Sappi che fare un figlio è comunque una cosa molto seria e non va presa proprio sportivamente, ma come impegno responsabile e davvero importante pe la vita.
A me sembra una bella cosa, se lo desideri davvero e se la tua compagna attuale è favorevole.
Pensateci insieme nel confronto.
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci psicologa psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7328 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 FEB 2016

Condivido coni miei colleghi l'opportunità che lei inizi un percorso che le permetta di capire e chiarire la sua confusione. Certo non è un gay (al massimo bisex), tuttavia soffre per questa situazione confusa (se no non avrebbe chiesto aiuto). Intraprendere un percorso del genere richiede però il coraggio di guardare profondamente in se stesso e non è facile e non può sapere ccsa scoprirà. Cordiali saluti e auguri.

Dott. Daniele Malerba Psicologo a Mestre

110 Risposte

34 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 FEB 2016

Buon giorno Michele, la lettura della Sua lettera mi lascia l'impressione di un groviglio di impulsi contrastanti.
Non per sfuggire al desiderio di darLe qualche utile consiglio ma proprio per la complessità della Sua identità che può avere molteplici ragioni profonde, per aiutarLa a capire se stesso sarebbe veramente utile l'aiuto di un bravo terapeuta.
Cordialmente. Dr. Marco Tartari, Asti

Dott. Marco Tartari Psicologo a Roatto

753 Risposte

469 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 FEB 2016

Buongiorno Michele,
Le consiglierei di iniziare un percorso terapeutico dove avrà modo di fare chiarezza su che senso ha per lei una eventualle paternità. Concordo con il collega, che un figlio cambia davvero la vita e che è un impegno a lungo termine. Cerchi di comprendere i suoi sentimenti per questa donna e perchè vorrebbe un figlio da lei. Rimango a disposizione per eventuali chiarimenti, un caro saluto dott.ssa Valeria Bugatti

Dott.ssa Valeria Bugatti Psicologo a Roma

105 Risposte

49 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 FEB 2016

Prima pensare ad una eventuale paternità, credo, sarebbe buona cosa riuscire a mettere a fuoco non tanto la sua sessualità (cosa che per alcuni individui può restare benissimo sfumata) ma che cosa vuole fare e con chi nei prossimi anni, perché un bambino è un impegno enorme e prima di decide di compiere questo passo (uno dei pochi che cambia DAVVERO la vita) sarebbe auspicabile essere quantomeno in una condizione di relativo equilibrio sentimentale e psicologico.

Così le suggerisco di provare a fare chiarezza attraverso una psicoterapia almeno su quello che pensa essere diventare padre, magari l'idea che ne ha, potrebbe scoprire essere molto distante dal reale; oltre a ciò poi credo che una terapia le sarebbe molto utile per ritrovare una rotta, che sembra aver smarrito qualche tempo fa.

Con i miei migliori auguri.
Dott. Cristiano Pacetti

Dott. Cristiano Pacetti Psicologo a Prato

2 Risposte

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento sessuale

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento sessuale

Altre domande su Orientamento sessuale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18650

psicologi

domande 29750

domande

Risposte 101200

Risposte