Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Soffro di dipendenza affettiva?

Inviata da Lucia il 9 set 2017 Dipendenza affettiva

Buongiorno, racconto la mia storia.
Mi era venuto il dubbio di soffrire di dipendenza affettiva già diversi anni fa, quando ho avuto una storia con un narcisita, storia la cui fine mi aveva provocato una forte crisi depressiva ed attacchi di ansia.
Poi sono stata con un altro ragazzo (normale, questa volta), con cui ho avuto la mia relazione più lunga, ma a causa di vari problemi mi ha lasciata. Con lui stavo bene, ma sentivo poca attrazione e mi annoiavo ed irritavo facilmente.
Dopo la rottura mi sono sentita molto sola e depressa, anche a causa della perdita del lavoro, ed ho riaperto un vecchio account su un sito (non di incontri) a cui mi era iscritta tempo prima. Qui mi ha contattato un ragazzo e abbiamo iniziato a parlare. Mi trovavo bene e durante i primi mesi è stato molto gentile. Abbiamo parlato per un 3 mesi in chat, poi su Skype, tramite chat e tramite voce/webcam. Identità reale, tutto ok. Notavo che parlava un po' troppo di sè, ma per il resto mi pareva tutto normale. Aveva però tantissime ragazze su fb, e più volte mi ha detto di avere quasi tutte amiche donne perché si trovava meglio a parlare con loro. Durante i contatti Skype, mi aveva detto che sarebbe venuto da me (abitiamo a 250 km di distanza) per vederci. Gli avevo poi dato anche il numero di tel., ma stentava molto a chiamare. A detta sua diceva che non aveva privacy (cosa in parte vera), ma credo che un attimo avrebbe potuto trovarlo. Ci sentivamo principalmente su Whats App. Notavo che a volte aveva la tendenza ad eludere le domande o a girare un po' le cose a modo suo, facendo passare il mio pensiero per " distorto " (ero io che pensavo in modo negativo, in sostanza). L'incontro salta. Per vari motivi lui non può, e non si sa quando potrà per via della sua difficile situazione economica (su cui mon ho dubbi). Io inizio ad andare in palla ed avere ansia quando non lo sento. Insisto molto perché mi chiami, e per un periodo va tutto bene. Poi, boh ... non riesce più a chiamare perché non ha wifi e non può ricaricare il cell. So che è in una situazione economica non rosea, come detto, e che non ha un'altra, quindi lo chiamo io, ma per via del mio operatore posso chiamare molto poco. Continuiamo a sentirci, ma praticamente solo su Whats App. Io inizio a diventare gelosa. Lui inizia a diventare sempre più distaccato. Non mi chiede più come va, noto una mancanza di interesse in generale. Se gli dico che sto male per la situazione (non possiamo sentirci nè vederci), mi risponde in modo sbrigativo. Risponde ai messaggi con ritardo. Continuo a non capire cosa ho fatto. A detta sua, nulla. Cerco di fissare un incontro a metà strada, ma non può nemmeno stavolta e posticipa. Gli dico di non sentirci più, ma lui insiste dicendo che ci tiene. Io però vedo una freddezza geberale ed un'enorme discrepanza tra fatti e parole e ho la sensazione che gli piaccia più parlare di sè a me, che parlare con me. Mi sembra di essere quasi una forma di intrattenimento. Anche se non penso sia una cattiva persona. La situazione, unita altre gravi problematiche che ho avuto (tra cui lutto e un ricovero in ospedale), mi ha causato una crisi depressiva e forti attacchi di ansia. Inoltre ora non ho lavoro, ho pochissimi amici, vivo con mia madre che è iperprotettiva e probabilmente è un'altra persona da cui dipendo, e quando sto da sola sto male. Io questa persona non riesco ad allontanarla perché mi prende il senso di vuoto. Non capisco sino a che punto sia narcisista (ammesso lo sia), se mi immagino io, se siano solo normali tratti di una persona, boh ... cosa devo fare? Sto cercando uno psicologo, ma non so nemmeno se ho identificato o meno il problema. Credo sia dipendenza affettiva perché ho ansia/depeessione quando sto da sola, mi annoio quando sono sola, ed ho un senso di vuoto. Senza un compagno mi sembra che la vita non abbia senso. Questa persona che sento è molto carismatica, e sentirmi apprezzata da lui era bello. Mi faceva sentire più sicura di me, ma ora non so che fare. Grazie!

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Salve Lucia,
Ho letto con attenzione il suo racconto e più che una dipendenza affettiva, su cui sarebbe necessaria la valutazione di uno specialista, ho notato un tendenza a giudicare se stessa in base alle reazioni di persone per lei importanti.

Ad esempio, ha descritto questo ragazzo come freddo, che cerca distanza, evita incontri e che ha problemi economici. In che modo questo è legato a lei o al dubbio "di aver fatto lei qualcosa di sbagliato"?
Le è capitato o le capita anche in altre relazioni di sentirsi così o di pensare di essere responsabile?
Provi a fermarsi un attimo e a notare questa sua tendenza, può aiutarla a capire meglio le sue reazioni emotive.

In questo momento difficile, anche a seguito del lutto e del ricovero cui ha accennato, potrebbe aiutarla avere un confronto vis a vis con in collega che sia per lei un riferimento sicuro da cui ripartire.

Disponibile anche telefonicamente per dubbi o necessità,
Le auguro intanto una buona giornata.

Camilla Marzocchi
Bologna BO

Dott.ssa Camilla Marzocchi Psicologo a Bologna

341 Risposte

166 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Lucia, quello che ti invito a fare è chiederti se vuoi davvero accanto una persona che definisci narcisista e che sembra così inaffidabile. Ricorda che una coppia è formata da due unità e non da due metà. Se prima non trovi la completezza in te stessa, un potenziale partner fungerà solo a colmare in modo parziale e incompleto i tuoi vuoti affettivi. Impara ad amarti di più comprendendo che meriti qualcuno che ti offre tutte le attenzioni che cerchi e che non ti dedichi solo il 10 % del suo tempo.... Non cercare la tua sicurezza e la tua stabilità in un'altra persona. Siamo tutti soli con noi stessi e con noi medesimi dobbiamo conviverci il meglio possibile. Quando avrai appreso questo insegnamento sarai pronta per vivere un rapporto di coppia sereno ed appagante. Ti auguro proprio questo! Un abbraccio

Dott.ssa Grimaldi

Dott.ssa Francesca Grimaldi Psicologo a Roma

14 Risposte

6 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Lucia,
l'esposizione molto dettagliata è indicativa del disagio che sta vivendo.
Diverse sono le dinamiche emergenti: insoddisfazione a livello lavorativo, elaborazione di un lutto, possibili problemi di salute.
In particolare si evidenziano difficoltà a livello relazionale, sia con la figura materna, sia con un possibile partner.
Nel caso specifico una relazione a distanza è delicata da gestire e se non esistono chiari presupposti da entrambe le parti, si rischiano costanti conflittualità.
Infine la sensazione di solitudine che le deriva dalla mancanza di un legame affettivo, per quanto instabile possa essere.
Certamente uno psicologo può offrirle uno spazio terapeutico accogliente in cui può iniziare a valutare le sue difficoltà ed al tempo stesso mettere in atto cambiamenti che la portino ad una migliore qualità di vita.
Rimango a disposizione
Dott.ssa Vanda Braga

Dott.ssa Braga Vanda Psicologo a Rezzato

1280 Risposte

1088 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Dipendenza affettiva

Vedere più psicologi specializzati in Dipendenza affettiva

Altre domande su Dipendenza affettiva

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15450

psicologi

domande 20050

domande

Risposte 77800

Risposte