Da anni mi sento spento.. non provo nulla

Inviata da dani. 10 ott 2018 4 Risposte  · Depressione

Gentili psicologi vi scrivo qui dopo un Po di tempo per chiedere consigli su una situazione che mi sta togliendo molta forza e voglia di vivere. Sono solo in poche parole, non ho amici, non ho un partner e non l'ho mai avuto.. forse perché non l'ho mai cercato? Sono sempre stata una persona abbastanza tempesta, matura, molto più dei miei coetanei, lo dimostra il fatto che già lavoro in pianta stabile e a 24 anni mi sono già fatto carico di un mutuo.. certo le condizioni me lo hanno permesso ma non credo che in molti si sarebbero caricati di tale responsabilità.. Vivo solo, molto lontano da casa, fuori regione da quasi 7 anni ora mai. Non conosco nessuno qui, non ho legato con nessuno a parte una ragazza con la quale mi sono perso di vista dopo aver mollato l'università.. era l'unica compagnia che avevo. Nel paesino natale ho deciso ti tagliare molti rami secchi, legami basati solo sull' opportunismo e sulla falsità e in poche parole mi sono ritrovato completamente solo cullandomi del fatto che essendo stato sempre un rispetto carino che in genere piace e sta simpatico sarei riuscito a ricostruirmi un giro nuovo di amicizie in questa cittadina emiliana.. e invece sono qui a scrivervi dopo un paio di anni per farvi presente che nulla è cambiato se non il mio animo, che ora mai è sempre più cupo, appassiti e irritato da questa situazione.. sono diventato molto intollerante nei confronti delle persone, giudico molto all'apparenza e allo stesso tempo mi sento molto giudicato.. da quando ho aperto gli occhi e ho capito in che mondo di cattiveria viviamo non mi sento più a mio agio con nessuno.. ho la casa disordinata e non riesco a darmi dei ritmi, dei piccoli obbiettivi di crescita personale.. mi iscrivo in palestra e dopo un Po mi stufo, piscina idem, corso di lingue lo stesso.. tutto avvolto da un pessimismo cosmico che non riesco ad estirpare o comunque a diminuire.. nessuno si è mai accorto di me in tanti anni, sono un fantasma, sono invisibile.. sono gay e da sempre sono il grande amore che non è mai arrivato ma ho paura di star investendo troppe aspettative...

Miglior risposta

Gentile Dani,
come sta verificando, essere una persona responsabile e un gran lavoratore, pur essendo qualità importanti non bastano da sole per avere una vita piena e gratificante.
Le mancano gli affetti sia derivanti da una relazione sentimentale e/o amicale che probabilmente derivanti dalla sua famiglia di origine.
Tuttavia, prima di ogni cosa, lei dovrebbe prendere consapevolezza della necessità di migliorare, tramite un percorso di psicoterapia, il rapporto che ha con se stesso e correggere alcuni tratti disfunzionali della sua personalità quali la diffidenaza generalizzata, il timore dei giudizi altrui, l'eccessiva rigidità e la tendenza ad una tonalità depressiva dell'umore.
Più che essere troppo esigente e sognare il grande amore e le cose grandi, la invito a valorizzare tutto ciò che non è grande ma può ugualmente essere apprezzato e dare un senso alla vita.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Salve, mi permetto di rispondere su quello che ho letto… nel senso che non sento dalle intenzioni isolamento ed intolleranza anzi, si dedica a tante cose anche se poi si stanca… ma comunque si attiva, conosce, si relaziona. La delusione può nascere dal non trovare la persona che potrebbe toglierci da questa sensazione di solitudine. Forse il punto è questo, ovvero non caricare gli l'altri di capacità o virtù che non hanno, trovare la persona giusta penso che sia una situazione dove si mettono assieme delle cose, si possono fare delle esperienze, si fa un cammino e poi si decide se andare ancora avanti. Il sentimento della leggerezza è un atteggiamento che penso si possa imparare, anche se costa un certo sforzo, permettere agli altri di essere come sono ci toglie tante pretese.

Grazie per aver scritto, e dare anche agli altri la possibilità di sapere che ci sono persone che vivono un sentimento comune al suo.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

17 OTT 2018

Logo Dott. Gaetano Palacino Dott. Gaetano Palacino

6 Risposte

2 voti positivi

Buongiorno Dani,
una situazione di difficoltà protratta nel tempo dove la dipendenza da fattori invalidanti interni legati a contenuti disturbanti non le permette di definirsi nel tempo con scopi per lei utili , richiede un intervento psicologico di lunga durata. Si avvalga di uno psicoterapeuta della sua zona per ritrovare il senso di Sé e riattivare il proprio potenziale creativo.

Rimango a disposizione per eventuali chiarimenti.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

11 OTT 2018

Logo Dott.re Lorenzetto Claudio Dott.re Lorenzetto Claudio

153 Risposte

54 voti positivi

Buongiorno, da quello che scrive la solitudine che sta provando ha cambiato il suo animo, è diventato intollerante, giudica e si sente giudicato, non riesce a portare a termine le cose che inizia e non sente riconosciuto il suo valore dalle altre persone. In questo momento sembra trovarsi in un circolo vizioso dove la solitudine e l'isolamento la portano a un dialogo interno negativo.Tuttavia non scrive nulla sui rapporti che ha con la sua famiglia di origine e se da loro si sente accettato. Penso che per lei sarebbe opportuno un percorso con uno psicologo della sua zona che le offra uno spazio dove parlare della solitudine che prova, comprendere a pieno l'origine di questa sensazione, al fine di poter elaborare la sensazione di non sentirsi accettato e di essere giudicato.Inoltre, potrebbe aiutarla a sviluppare modalità diverse e più adeguate per affrontare la sua solitudine ed esplorare le convinzioni di base su stesso e sugli altri per capire se le difficoltà relazionali legate alla solitudine possono o meno essere collegate a componenti di vergogna su chi pensa di essere.
Per qualsiasi chiarimento resto a sua disposizione,
Cordiali saluti,
Dott.ssa Sarah Visca

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

11 OTT 2018

Logo Dott.ssa Sarah Visca Dott.ssa Sarah Visca

7 Risposte

8 voti positivi

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Mi sento spenta

6 Risposte, Ultima risposta il 23 Agosto 2016

Mi sento una nullità e non riesco a combinare nulla nella mia vita

4 Risposte, Ultima risposta il 21 Gennaio 2016

Mi sento un nulla e una incapace.

3 Risposte, Ultima risposta il 04 Aprile 2018

Perché lo guardo e non sento più nulla?

5 Risposte, Ultima risposta il 10 Settembre 2014

Ho 24 anni e da tempo mi sento frustrato e senza scopi

8 Risposte, Ultima risposta il 21 Ottobre 2015

Non capisco più cosa provo

1 Risposta, Ultima risposta il 14 Febbraio 2018

Odio e aparte quello non provo altro

2 Risposte, Ultima risposta il 19 Febbraio 2018