Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Confessare è uno sbaglio?

Inviata da Mario · 17 nov 2015 Relazioni sociali

Buongiorno,

Mi è capitato nella vita qualche volta di fare qualcosa di sbagliato nei confronti di qualcuno, poche volte in realtà, e solo quando non vedevo vie d'uscita e non per cattiveria nei confronti dell'altro; da questi fatti ho tratto l'esperienza e non l'ho più ripetuto e mi accorgo che spesso quando capita che mi renda conto di aver fatto un torto ho la necessità di raccontare tutto a qualcuno. Che sia un amico, un diretto interessato al torto subito, un po' come una ricerca di un perdono.
Il fatto è che spesso è molto controproducente la "confessione", però tacendo so solo io ciò che ho fatto e mi da fastidio, perché non avrei un parere imparziale sul mio operato, inoltre io conosco una parte negativa che ho fatto e gli altri no (parenti o amici) e mi pare disonesto nasconderla.
Così facendo è un po' come mentire su me, mi pensano in un modo più positivo di quel che sono e forse confessare sarebbe giusto per far capire cosa posso fare di negativo.
Sembra la ricerca di un perdono tramite la confessione, ma sono ateo e non ho mai dovuto confessare nulla a nessuno.

Ci sono due sfumature quindi: ricerca di un perdono con il racconto a qualcuno (anche non al diretto interessato) per giudizio imparziale e voglia di esternare a qualcuno che conosco per far capire ciò che di negativo ho fatto, per non nascondere a chi mi conosce una mia parte negativa.
La sensazione è duplice come dicevo: 1)ricerca perdono-giudizio 2) far sapere di aver fatto qualcosa di sbagliato a chi mi conosce per fargli rendere conto di un mio errore.
L'unica cosa di cui mi rendo conto che non sempre è meglio confessare in fatto di ripercussioni (un esempio fra tutti, non è il mio caso ma è un buon esempio, i rapporti amorosi), ma a livello interiore mi appiana il fastidio dell'errore commesso.
Ecco perché a conti fatti non capisco se per me sia meglio confessare o meno, vedendo gente che riesce a tollerare il senso di colpa pur non confessando a nessuno.

Vi faccio un esempio, 2 settimane fa mi era capitato di rovinare la macchina aziendale e ho deciso di non fare rapporto (per paura di dover pagare) e mi son sentito in colpa, ma ormai l'ho riconsegnata.

Voi che dite di questo mio modo di sentire la colpa?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 17 NOV 2015

Gentile Mario,
intanto credo che confrontarsi con gli altri sia sempre positivo come è positivo non mantenere segreti giacchè in psicologia il segreto può essere patogeno.
Ovviamente dire la verità è inversamente proporzionale al senso di colpa e direttamente proporzionale alla capacità di assumersi le proprie responsabilità.
In tutto questo occorre coerenza, altrimenti si rischia di andare in confusione come probabilmente a volte ti succede.
Infatti, se hai rovinato la macchina aziendale ed hai nascosto la verità ai tuoi superiori sei preda del senso di colpa e contemporaneamente dimostri di avere poca capacità di assumerti le tue responsabilità. Poi può darsi però che confessi la cosa a un tuo amico nel tentativo di lenire il senso di colpa ed ottenere una sorta di condono indiretto ma così è tutta una confusione perchè la confessione va fatta a chi di dovere.
D'altra parte, quando si fa un torto a qualcuno, per azzerare il senso di colpa bisognerebbe volere e potere riparare il danno fatto.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6881 Risposte

19182 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 NOV 2015

Buongiorno, dilemma interessante il suo: confessare e pagare e sentirsi sincero e onesto o tenersi il senso di colpa e non avere costi (economici o affettivi)? Lei è ateo quindi non le interessa se finisce all'inferno o meno, resta solo il problema etico, facilmente risolvibile.... se si ha coraggio di pagare per i propri errori. Ma se l'etica è il semplice tornaconto personale basta capire quanto è il costo per ogni situazione e pagare il meno possibile: non è semplice, ma sarebbe da approfondire, le consiglio un corso di filosofia etica. Indipendentemente dalla scelta che farà comunque è un buon spunto per cominciare una riflessione sulle cose, che è sempre utile. Cordiali saluti, Daniele

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 NOV 2015

Grazie dottoressa Sassu, ogni altra risposta è benaccetta per avere spunti di riflessione.

Buona serata.
Mario

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 NOV 2015

Il sentirti o meno in colpa per aver o meno taciuto di aver commesso un fatto dovrebbe essere direttamente proporzionale al tuo grado di benessere nel farlo.
Ti fa stare meglio confessare uno sbaglio o tacerlo? E' una questione di scelte... Di fatto se non impari a "sentire" ciò che provi e rimani sempre ad un livello " cognitivo" il dilemma sarà difficile da risolvere .... Prova ad ascoltare meglio le tue esigenze .... L'analisi degli eventi fine a se stessa non è sufficiente .

Psiconsult - Dott.ssa Valeria Sassu Psicologo a Sassari

3 Risposte

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Relazioni sociali

Vedere più psicologi specializzati in Relazioni sociali

Altre domande su Relazioni sociali

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22550 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16400

psicologi

domande 22550

domande

Risposte 83650

Risposte