Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Ansia fortissima nella relazione

Inviata da Fabio il 12 feb 2015 Ansia

Buongiorno,
mi trovo a scrivere perché ho da circa 20-25 giorni ho una fortissima ansia, dormo malissimo la notte, mangio poco e faccio fatica a concentrarmi sul lavoro.
Ho conosciuto una ragazza, molto bella, che probabilmente sopravvaluto, e della quale penso di non essere all'altezza anche perché, dai suoi racconti, ha avuto molte esperienze.
Abbiamo entrambi 30 anni.
Usciamo da circa 1 mese e mezzo e abbiamo fatto sesso.
Dopo lei ha detto che non vuole un legame serio perché esce da 2 convivenze burrascose e si sente ancora legata al passato.
A me la cosa ha dato fastidio ma, a pensarci, nemmeno io aspiro ad una relazione seria.
Amici di sicuro non restiamo, lei mi ha proposto di incontrarci ogni tanto senza impegno e di fare anche del sesso.
Ora, non capisco perché ho comunque questa ansia tremenda...
Cioè, sia ad incontrarci occasionalmente che a frequentarci come coppia io durante il giorno son sempre in ansia.
Ringrazio tutti in anticipo.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Fabio
andiamo in ordine: lei si trova, innanzitutto, in una situazione di ansia causata dal fatto di sopravvalutare la ragazza causa le sue precedenti relazioni sessuali.
Diciamo che si tratta di un' ansia da prestazione, già questo è un problemino che potrebe aumentare con questi "ipotizzati" incontri di sesso casuali (perché, a ben guardare, è questo che le ha proposto la ragazza.).
Lei avrebbe voluto qualcosa di molto diverso, una relazione, su cui investire di più.
Ora si trova a dover attuare un ripiego sui suoi interessi ed è nel forte dubbio se accettare.
Secondo me, gli uomini dovrebbero iniziare a dire di no se le relazioni, anzi, le modalità di relazione che vengono proposte, non sono quelle che realmente si desidererebbe anche se dire di no ad una bella donna può non essere facile.
Penso che lei dovrebbe guardarsi dentro e dare valore a questo sintomo di forte ansia che è anche per lei un segnale della direzione da prendere.
Forse questo sintomo vuole segnalarle che la proposta della ragazza non fa per lei.
Cordiali saluti
Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6778 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Fabio
Questa storia non rientra nei canoni delle tue esperienze ed è per questo che credi di non essere all'altezza.L'ansia è sintomo di un malessere psicologico in quanto di questa vicenda,,che ti ha investito come un ciclone,al momento non conosci la sua evoluzione. Sei a contatto con una donna bella e disponibile ad avere con te una storia di sesso;sai anche che la donna non è alla prima esperienza e,quindi,scatta in te la preoccupazione di non essere all'altezza della situazione.Se mi permetti un consiglio,fermati per un istante e valuta con razionalità tutta la storia;metti da parte l'aspetto emotivo e cerca di capire cosa effettivamente desideri da questa situazione.
dr.LUCIANO DI RIENZO

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Caro Fabio
La ragazza che hai occasionalmente incontrato,sicuramente esce dai tuoi schemi e,quindi,t'impone alcune domande alle quali devi dare una risposta.Da quello che leggo mi sembra che tra voi non esiste un sentimento,ma attrazione fisica e sesso.Questo può provocare in te ansia di prestazione,nel senso che temi di non essere all'altezza della situazione e l'incertezza di non sapere come evolverà la storia.Se p0sso permettermi un consiglio,valuta attentamente la situazione e cerca di capire quali sono i tuoi reali sentimenti.Lo Stato ansioso non porta ad alcuna soluzione e non facilita i processi logici , valuta la situazione con razionalità scaricando la storia della forte componente emotiva.
Dr.LUCIANO DI RIENZO

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Fabio,
l'ansia è un segnale che ci dice che non sa bene che cosa potrà aspettarsi e soprattutto se riuscirà a gestire la situazione che le si prospetta davanti, e questa ragazza sembra chiederle una relazione in un modo in cui non si sente molto esperto, cosa che se forse da un lato spaventa, dall'altro attrae e le fa scegliere di accettare. Ma può essere che quest'incontro abbia mosso in lei qualche questione che riguarda il suo modo di stare nelle relazioni, non solo con le donne, ma forse in generale che sembra essere nei termini di "essere all'altezza" oppure che riguarda l'accettare il volere di qualcun'altro, cosa che sembra darle fastidio ma poi assecondare (o forse le due cose connesse).
Se fosse così sarebbe interessante capire in che modo di solito si pone nelle relazioni, cosa questo modo le permette di fare o non fare e se ci possono essere altre possibilità magari più interessanti.
Buone esplorazioni!

Dott.ssa Nicole Francesca Lisi Psicologo a Legnaro

1 Risposta

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve Fabio,
bisogna valutare innanzitutto quali tipi di cambiamenti sono avvenuti in questa fase di vita per provocarti un'ansia così forte. Valutati tali cambiamenti possiamo orientarci per affrontare a cosa è veramente legata l'ansia, per gestirla ed eliminarla.
Se ritiene opportuno, possiamo fissare un incontro per valutare insieme la sua situazione.
Cordiali Saluti
Dott.ssa Baiocchi Cristina Ilaria

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Caro Fabio,
ciò che scrive m'incuriosisce molto.
Vorrei saperne di più, lei dice che avete fatto sesso, e com'è andata? Come è andata per lei, Fabio e come crede sia andata per questa ragazza?
Lei scrive che questa ragazza è molto bella e che ha molta più esperienza di lei e quindi lei la "sopravvaluta".
La mia fantasia è che lei stia dando un po' le "redini" della vostra relazione a questa ragazza, da come scriveva all'inizio mi sembrava quasi "invaghito", oserei dire "innamorato", poi dice che la frequentazione occasionale le da fastidio, parole sue, e poi ci ripensa e dice che anche per lei va bene così.
Insomma sono davvero curiosa: cosa vuole lei da questa ragazza?
Una frequentazione occasionale o qualcosa di più?
Mi sembra sia importante per lei chiarirlo dentro di sè per poter prendere lei in mano le "redini" della relazione e soprattutto per realizzare ciò che vuole ed esserne soddisfatto.
Spero che la mia risposta le sia stata utile, come ho già detto, rimango comunque curiosa di saperne di più e sono a sua disposizione per qualsiasi tipo di approfondimento.
Un caro saluto

Dr.ssa Paola Carosio

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Fabio,
non mi è chiaro cosa la metta in ansia: la relazione con questa donna "inarrivabile", la relazione con una donna o stupirsi nel provare un desiderio che forse non può essere corrisposto?
Ci pensi.
A presto
Dott.ssa Claudia Giangregorio

Dott.ssa Claudia Giangregorio Psicologo a Milano

64 Risposte

29 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Fabio,

l'ansia di cui parla potrebbe essere stata scatenata, ma non causata, dalla relazione che descrive.
Se l'ansia dovesse ancora persistere, potrebbe esserle di aiuto chiedere un consulto ad uno psicologo psicoterapeuta della sua città: in tal modo, riuscirebbe ad approfondirne le cause e a collegarla ad una serie di elementi della sua storia pregressa e attuale.

Sperando di esserle stata di aiuto, le porgo un caro saluto

Dr.ssa Valentina Nappo
Psicologa e Psicoterapeuta Napoli Soccavo

Dott.ssa Valentina Nappo Psicologo a Napoli

41 Risposte

107 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Il timore e le aspettative legate all’evento, di cui Lei ha parlato, sono una tra le maggiori cause scatenanti l'ansia. Uomini/donne ed i loro partners si interrogano su questi temi: timore/aspettative... E sempre più spesso, soprattutto chi è alle prese con la prima relazione ambigua, si trova a dover rimettere in gioco la propria personalità ed i propri modi di essere; la propria identità subisce una profonda trasformazione, si modifica la relazione con l'altro e il legame con il partner deve essere sempre rinegoziato. Tutto ciò richiede un considerevole lavoro sia sul piano personale-relazionale che affettivo per trovare un equilibrio tra le proprie esigenze e quelle dell'altro. Allora chiedo: e' disposto a fare ciò? E per quanto tempo? Se ciò mi crea ansia allora l'attesa? Mi telefonerà, non mi telefonerà, quando ci vediamo... Sono disposto a restare appeso...
Cordiali saluti D.ssa G.P.

PSICOLOGICAMENTE - Dott.ssa Giusi Passalacqua Psicologo a Roma

2 Risposte

4 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Caro Fabio, le colleghe hanno detto credo quasi tutto il necessario.. Le consiglierei se vuole, di dire "la sua" a questa ragazza, di esprimere le sue perplessità e le sue richieste... E appunto " rifletta" magari su ciò che desidera da questa relazione..perché da come e' stata da lei Raccontata sembra la relazione di " un altro" non la sua.. Di certo della ragazza che frequenta, che pur con ragionevoli motivi, ha messo forse, qualche paletto di troppo. Negoziate e comunicate.. Strada facendo la relazione e l'ansia che ne deriva, prenderanno la giusta forma. La relazione per cui, sarà più chiara, e l' ansia sarà forse più una alleata che un intoppo,
In bocca al lupo,
Dott.ssa Tiziana Vernola
Psicoterapeuta Milano

Dott.ssa Tiziana Vernola Psicologo a Milano

1 Risposta

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Fabio, le consiglio di prendere in considerazione l'idea di poter intraprendere un percorso di psicoterapia che possa aiutarla in primis ad avere una comprensione emotiva di ciò che le accade, per poi trovare in se le risorse per farvi fronte. L'ansia è uno stato psico-fisiologico-emotivo che rappresenta un campanello di allarme per il Se, indica che qualcosa verso cui ci sentiamo impreparati sta accadendoci, oppure che si stanno riattivando dinamiche emotive tipiche di un passato "rimosso". Si affidi con fiducia ad un/a professionista. Cordiali saluti, dott. Ssa Annalisa Sammaciccio psicologa psicoterapeuta (Padova)

Dott.ssa Annalisa Sammaciccio Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Padova

24 Risposte

14 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Risulta evidente che tu involontariamente reprimi una o più forti emozioni. Ad esempio quando dici"neanche a me interessa una relazione seria" e più avanti " amici non restiamo certamente" sembrerebbe che tu non voglia ammettere un legame molto più intenso di quello che descrivi. Un legame che non si accontenta della amicizia ma al contempo è negato da te quando neghi di volere una relazione. Un altra ipotesi riguarda il non sentirsi all'altezza della situazione. Sentiamoci ed approfondiamo se credi.Dott. Ghezzi Luigi

Dott. Ghezzi Luigi Psicologo a Limbiate

7 Risposte

11 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Evidentemente qualcosa in questa faccenda non va, e forse riguarda anche altri aspetti della sua vita. Ovvia la necessità di un approfondimento per capire cosa vuole veramente dalla vita e cosa le impedisce di realizzarlo.

Dott. Daniele Malerba Psicologo a Mestre

110 Risposte

31 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Fabio, le consiglio di prendere in considerazione l'idea di poter intraprendere un percorso di psicoterapia che possa aiutarla in primis ad avere una comprensione emotiva di ciò che le accade, per poi trovare in se le risorse per farvi fronte. L'ansia è uno stato psico-fisiologico-emotivo che rappresenta un campanello di allarme per il Se, indica che qualcosa verso cui ci sentiamo impreparati sta accadendoci, oppure che si stanno riattivando dinamiche emotive tipiche di un passato "rimosso". Si affidi con fiducia ad un/a professionista. Cordiali saluti, dott. Ssa Annalisa Sammaciccio psicologa psicoterapeuta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve gentile ragazzo, solitamente quando si attiva un ansia del genere siamo difronte ad esperienze che ci ricordano e ci fanno sperimentare emozioni vissute in passato. Il nostro corpo prontamente reagisce avvisandoci che c'è una situazione pericolosa che sfugge al nostro controllo e la cui imprevedibilità non ci permette di trovare soluzioni logiche. Lavorare sulle sue emozioni, sull'autostima, sulle esperienze passate credo sia la chiave di svolta.

Dott.ssa Silvia Rotondi Psicologa - Psicoterapeuta Psicologo a Roma

125 Risposte

40 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve Fabio ,
Sicuramente l'ansia e' un campanello dall'arme che ci avverte che qualcosa non va o non sta andando e quindi ci invita a riflettere , a farci delle domande .
Mi sembra di capire che l'ansia e' arrivata in concomitanza con la decisione da parte della ragazza di non aver intenzione di avere una relazione seria .
Se fosse questo il motivo ,si è' mai chiesto se a lei va bene continuare a frequentare questa ragazza in questi termini ?
Se la sua e' stata una decisione vissuta in modo passivo pur di non perdere la ragazza ?? Si e' mai chiesto quali siano i suoi di bisogni e se sono rispettati o sottovalutati ??
L'ansia talvolta non e' altro che l'espressione di un nostro malessere interiore e quindi bisogna fermarsi e ascoltarsi.
Rimango a sua disposizione

Dr.ssa Carmen Avitabile Psicologo a Napoli

4 Risposte

2 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Caro Fabio proprio come tu scrivi, la tua è la classica ansia da prestazione. Ciò che ti crea ansia è la tua paura di non essere all'altezza, è la tua insicurezza e la poca fiducia nei confronti di te stesso. Cerca di avere un po'più di autostima e vedrai che riuscirai a viverti meglio questa relazione. In fondo se questa ragazza sta uscendo con te è perchè tu gli piaci quindi viviti il tutto più serenamente.

Dott.ssa Cinzia Marzero

Dott.ssa Cinzia Marzero Psicologa-Psicoterapeuta Psicologo a Moncalieri

143 Risposte

144 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gent.mo Signor Fabio,
credo l'abbia detto lei stesso: questa ragazza la vuole a metà, per fare del sesso. Evidentemente a lei questo ruolo provoca ansia, soprattutto alla luce dei precedenti ragazzi che questa ha frequentato. Credo quindi che i motivi ansiogeni siano due: la sessualità e non essere "totalmente" voluto e accettato da lei. Se così fosse, lei fa i conti, forse improvvisamente, con un senso del Sé un po' indebolito.

Studio Medico Psicoterapeutico e Psicoanalitico Psicologo a Milano

15 Risposte

39 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Caro Fabio, l'ansia può essere il campanello d'allarme per un disagio interno che, probabilmente, lei in questo momento non riesce bene a definire.
Le consiglio di chiedere aiuto ad uno psicologo che la potrà sicuramente aiutare ad affrontare le sue difficoltà e a capire le motivazioni della sua ansia.
Cari saluti
Dott.ssa Barnaba

Dott.ssa Barnaba Valentina - psicoterapeuta Psicologo a Taranto

94 Risposte

301 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Fabio,
se questa storia sentimentale le causa tali sintomi, significa che ha mosso dei tasti e delle problematiche importanti nella sua psiche. Evidentemente questa ragazza non le è molto indifferente, anzi probabilmente lo ha affascinato.
Se quindi potrebbe essere una storia seria, vale la pena di adottare tutti i mezzi a disposizione perchè abbia la migliore riuscita, compreso l'aiuto di uno psicologo, preferibilmente anche psicoterapeuta, che potrà esserle di validissimo aiuto nel condurre una comunicazione efficace in cui emergano e siano rispettati i suoi bisogni e desideri.
Cordiali saluti

Valentina Sciubba Psicologo a Roma

1054 Risposte

710 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Fabio,
ho la netta sensazione, come psicoterapeuta e donna, che tu ti trovi di fronte a qualcosa che desideri da tempo, la persona con la quale coinvolgerti completamente, ma lei invece, probabilmente a causa di recenti esperienze concluse in qualche modo, non è nelle condizione favorevoli per sintonizzarsi con te. Questo determina in te una situazione emotiva quale elemento disturbante nel vivere la relazione adeguandoti alle restrizioni che ti vengono imposte. Del resto, considera che lei si sta soltanto difendendo da una temuta delusione, quindi, se tu senti di amarla veramente non puoi fare altro che rispettare il suo vissuto e magari, con molta discrezione affrontare l'argomento più avant, in vista di una rassicurazione reciproca.Non posso aggiungere altro, in quanto non ho altri elementi di riferimento ma se lo ritieni utile, rimango a disposizione per ulteriori comunicazioni.
Dottssa Carla Panno
psicologa-psicoterapeuta

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

623 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Caro Fabio, sembrerebbe che questa ragazza abbia smosso in lei qualcosa di bello e speciale, ma allo stesso tempo anche qualcosa di profondo e conflittuale. Potremmo fare molte ipotesi, per esempio sul suo modo di vivere l'intimità e la sessualità, o sul suo bisogno di sentirsi all'altezza o che gli altri le riconoscano il fatto che lei sia, in effetti, all'altezza. Per capire meglio cosa le sta succedendo, soprattutto se questo stato di forte ansia dovesse continuare, le consiglio di cercare una consulenza con uno psicoterapeuta della sua città. Un caro saluto. Dott. Massimo Perrini

Dott. Perrini Massimo Psicologo a Roma

86 Risposte

136 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19800 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15700

psicologi

domande 19800

domande

Risposte 79150

Risposte