ANSIA DEPRESSIONE E SCARSA PROGETTUALITÀ DEL PARTNER

Inviata da JohnSnow · 12 ago 2022 Terapia di coppia

Buongiorno a tutti,
È la prima volta che scrivo per un caso indirettamente personale. Sto con la mia compagna da circa 6 anni, non conviviamo ma io vorrei iniziare a pensare più o meno a breve a un passo del genere e qui c'è un primo problema: lei non se la sente, dice che è un passo importante e non si sente matura abbastanza da prendere questa decisione. Io la capisco e attendo da circa 1 annetto che questa maturità maturi. Nel mentre, lei persona con un passato di ansia e lieve depressione diagnosticata da centro specialistico, e per cui ha effettuato terapia poi interrotta perché più o meno tutto sotto controllo, ha cominciato a lavorare in un contesto certamente difficile ma oggettivamente a misura di lavoratore (con tutti i diritti del caso con persone intellettualmente e socialmente sopra la media che l'hanno più o meno subito integrata). Durante questa prima fase del lavoro ha ricominciato a soffrire di attacchi di ansia e panico ma non è che prima del lavoro andasse bene: regnava apatia , scarsa voglia di affrontare le cose e anche anaffettività nei miei confronti. L'ho convinta non senza difficoltà a intraprendere un percorso psicologico che l'aiutasse ad affrontare questi demoni anche perché mi ero innamorato di una persona che era diversa rispetto a quella che vedevo ultimamente (in realtà parliamo di un periodo di 2/3 anni in cui il suo umore non era il massimo). Il fatto è che la situazione sta degenerando , gli attacchi di panico sempre peggio, l'ansia quasi sempre presente , l'umore ballerino con più bassi che normali. Dal punto di vista sessuale / fisico le cose non vanno per niente bene , per via delle sue ansie e fobie siamo riusciti a fare l'amore per la prima volta solo poco tempo fa e dopo periodi più o meno lunghi di silenzio sessuale, ma ovviamente il dolore fisico l'accompagna quasi sempre e quindi sia per questo motivo , sia per il fatto che tende a sottrarsi da quei momenti le occasioni per provare sono poche e i litigi ultimamente parecchi a causa di tutto ciò. io non so più come comportarmi: le sono stato sempre vicino questi anni e come risposta in momenti in cui era più o meno bene mi sono sentito dire che sono un partner che le da troppe certezze, ho cercato di affrontare insieme a lei questi mostri e nell'ultimo periodo sono partecipe (passivo) nel senso che l'accompagno agli specialisti, mi informo per trovarne di specializzati su questi argomenti etc ma nulla. Il suo è più o meno sempre un atteggiamento di distacco, di chiusura a tratti e a me sembra che io stia prendendo solo le briciole da questa relazione. Non sono giovanissimo quindi mi comincio a porre mille interrogativi in quanto il mio obiettivo è creare una famiglia e mi chiedo quanto ci sia di patologico nello scarso interesse quanto invece ci sia di 'normale' anche negli obiettivi non comuni (anche se a dire il vero lei non ha obiettivi). Sinceramente non so che fare, avrei pensato a una terapia di coppia ma a che pro? Io ho cercato di fare tutti i passi possibili verso di lei e come risposta ho solo promesse non mantenute anche nelle cose più stupide in quanto non riusciamo neanche a cenare insieme , non le va neanche di cenare insieme. A parole dice che mi ama, ultimamente mi dimostra molto più affetto ma non so se questo sia dovuto al fatto che le sto vomitando tutto e abbia paura di perdermi o se effettivamente sia un approccio che rientri nella normalità. Quindi non so se la terapia di coppia sia utile in questi casi in cui forse la motivazione è propria solo ad uno dei due partner o se effettivamente posso considerare la storia finita. Vorrei mi aiutaste a fare chiarezza anche con consigli pratici di rivolgermi o meno a uno dei vostri colleghi e soprattutto per quale motivo. Grazie

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 16 AGO 2022

Gentile JohnSnow,
Dalle sue parole emergono l’atteggiamento pieno di attenzioni e premure verso la sua ragazza e i tanti sacrifici - sia dal punto di vista sessuale che sociale e della progettualità - che lei accetta pur di mantenere la relazione.
Tuttavia per vivere un rapporto equilibrato e costruttivo non bisognerebbe lasciarsi coinvolgere troppo nelle difficoltà psicologiche del partner, supportarlo sì, ma senza partecipare troppo attivamente al suo disagio. L’impegno con cui cerca di sostenere la sua compagna non è così “passivo” come lei lo definisce: cercare gli specialisti, accompagnare la sua ragazza alle visite e soprattutto convincerla a intraprendere un percorso psicologico sono infatti interventi piuttosto attivi. Inoltre dalla sua lettera sembrerebbe che lei attribuisca le difficoltà della relazione unicamente al disagio profondo della sua compagna (sul quale aleggia un suo giudizio, si rilegga le sue parentesi...) e non ai meccanismi inconsci che potrebbero essersi instaurati tra voi e che fanno sospettare una collusione di coppia. Non si può che incoraggiare quindi il suo desiderio di intraprendere una terapia di coppia. Ma nel caso in cui questo bisogno non fosse condiviso, forse anche per lei sarebbe opportuno rivolgersi a un professionista che la aiuti a fare chiarezza sulle sue motivazioni, a capire cosa la spinga a dare tante “certezze” alla sua compagna e a restare in una relazione che (apparentemente) non soddisfa le sue aspettative né risponde al suo bisogno di progettualità.
Un cordiale saluto
Dott.ssa Elisabetta Falcolini

Dott.ssa Elisabetta Falcolini Psicologo a Sansepolcro

78 Risposte

49 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 AGO 2022

Buongiorno,
Accettare che i sentimenti possano cambiare è certamente difficile. Sembra però che nella sua ragazza ci siano delle incoerenze o quanto meno delle resistenze a fare chiarezza dentro di sé.
Probabilmente lo storico della sua ragazza non l’aiuta e consiglierei di farla seguire da qualche collega.
Resto a disposizione e le auguro il meglio
Dott.ssa Oriana Parisi

Dott.ssa Oriana Parisi Psicologo a Bari

1412 Risposte

781 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 35650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 20950

psicologi

domande 35650

domande

Risposte 121150

Risposte