Ordiniamo il disordine

Il disordine non è tutto uguale, in base al luogo in cui si manifesta, assume un differente significato. Qui di seguito spiegando i differenti tipi di disordine, verranno dati alcuni consigli pratici e le motivazioni per cui è importante mantenere questi luoghi ordinati.

4 LUG 2014 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

Ordiniamo il disordine
Il disordine può essere la manifestazione, più o meno cosciente, di un malessere personale o sociale. Dietro molti comportamenti e abitudini quotidiane si nascondono i simboli della nostra personalità. Primi fra questi ci sono il disordine e l’ordine, soprattutto quando si manifestano in maniera eccessiva e dannosa. Vivere in un contesto poco ordinato, sia esso lavorativo o abitativo, blocca la circolazione dell’energia e in realtà, rispecchia  disordine mentale e difficoltà nella progettazione nel medio-lungo periodo.

Il disordine e l’accumulo di oggetti non sono comportamenti casuali. Infatti, fare pulizia e mettere in ordine sono azioni che stimolano la circolazione dell'energia eliminando quella passata e stimolandone il rinnovo.

Il disordine non è tutto uguale, in base al luogo in cui si manifesta, assume un differente significato. Qui di seguito spiegando i differenti tipi di disordine, verranno dati alcuni consigli pratici e le motivazioni per cui è importante mantenere questi luoghi ordinati.

Zone di disordine nella tua casa

Scantinato: gli oggetti accumulati in questo luogo rappresentano gli argomenti del passato non affrontati pienamente.

Mansarda: ti poni da solo differenti limiti che ti impediscono di affrontare le cose.

Ripostiglio: l’energia oscura che emana può essere un ostacolo per qualsiasi ambito della tua vita.

Ingresso: la casa in cui viviamo rappresenta un’estensione del nostro corpo e l’ingresso è il tramite attraverso cui guardiamo il mondo esterno e verso cui esso entra in contatto con noi. Se questo spazio è disordinato può restringere il flusso di opportunità che sorgeranno nella tua vita e impedire un avanzamento nel mondo.

Dietro le porte: quando le porte non si possono aprire completamente, l’energia non sarà libera di fluire e tutto ti sarà più difficile.

Soggiorno o sala da pranzo: l’importante è che la casa abbia un cuore e in genere questo è il tavolo della cucina o del soggiorno, punto di riunione dell’energia. Quindi è importante prevedere alcuni accessori della casa (ad es. tende o quadri) che trattengano l’energia più tempo possibile in questa zona.

Camera da letto: l’energia vecchia si accumula nei vestiti sporchi, quindi lasciali sempre in bagno e cambia le lenzuola almeno una volta alla settimana. Ed inoltre, cerca di riporre sotto al letto solo indumenti e biancheria puliti.

Armadio: è importante tentare di non mettere nulla sopra gli armadi, ed inoltre, cercare di utilizzare tutti i vestiti che si possiedono. Vestirsi bene e curarsi sono alcune delle migliori forme per aumentare il nostro buonumore e l’energia.

ID-100117891.jpg

Disordine delle carte

Libri: rappresentano ciò in cui credi e le tue idee, però se non li rinnovi, la loro energia si perde e tu non hai spazio per nuovi stimoli.

Giornali: seleziona solo le parti che t’interessano e ricicla il resto del giornale.

Oggetti sentimentali: cartoline, bigliettini, diari, etc… Difficilmente si vanno a rivedere, però ci danno la percezione che attraverso l’oggetto si possa conservare l’essenza dei bei momenti passati. Per ogni viaggio, festa o momento importante cerca di non accumulare troppi ricordi in modo tale da non ancorarti eccessivamente al passato.

Fotografie: esponi solo le foto che evocano i momenti migliori della tua storia. Ricordando questi, manterrai l’energia e il vigore di quei momenti più a lungo.

Scrivania: gli uomini di successo hanno una scrivania ordinata e con poche carte. Ciò vuol dire avere una mente sistemata dotata di visione e prospettiva a medio e lungo termine. Lo stesso vale anche per il computer, mantieni sempre tutti i file all’interno delle cartelle ed evita di avere un desktop confusionario.

Per riprendere il controllo della tua postazione di lavoro:
  • butta le carte superflue frequentemente
  • usa i cassetti e i sistemi d’organizzazione della scrivania
  • non prendere appunti su foglietti volanti, usa un unico quaderno o un’agenda
  • quando puoi, cerca di non rimandare troppo e posticipare le cose da fare, così eviterai l’accumulo di post-it
Mettendo ordine nei tuoi ambienti, vedrai che la tua energia sarà più fluida e raggiungerai i tuoi obiettivi in modo più semplice.

In questo link trovi gli psicologi esperti in psicologia del benessere

PUBBLICITÀ

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ultimi articoli su autorealizzazione e orientamiento personale