Non esistono fallimenti!

Come cambiare i nostri fallimenti, insuccessi, errori, in opportunità per migliorare la nostra vita?

15 DIC 2014 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

Non esistono fallimenti!

Quante volte nella nostra vita abbiamo cercato di cambiare? Quante volte nella nostra vita abbiamo cercato di percorrere una strada diversa ma ci siamo accorti come fosse cosi difficile? Quante volte abbiamo creduto di farcela ma alla fine ci siamo ritrovati con pochi o nessun risultato raggiunto? Anche se abbiamo la risposta a queste domande, anche se siamo consapevoli di tutte le volte nelle quali non ce l'abbiamo fatta, la domanda più importante è: e adesso? Siamo capaci di affrontare il fallimento, la delusione, lo sconforto, di qualcosa che non è andato come ci aspettavamo? Siamo capaci di rielaborare tutti gli stati d'animo che percepiamo come negativi e che nascono da questo insuccesso?

Qualsiasi sia la risposta, non importa. Il segreto non è qui, non giace nella risposta a queste domande.

Il fallimento non esiste

Quando chiesero a Thomas Edison (l'inventore della lampadina) come si fosse sentito dopo tanti fallimenti in quanto non riusciva a creare ciò che sperava, lui rispose: non ho fallito! Ho solamente provato 10.000 modi che non hanno funzionato.

Eccolo il segreto: allontanatevi dall'idea del fallimento! Non esistono fallimenti, non esistono insuccessi, ma come affermava Ugo Foscolo: non esistono errori ma solo opportunità per conoscere le cose. Il fallimento, l'insuccesso, l'errore, nasce solo e soltanto se voi lo permettete! Nessun evento della vita si trasforma in fallimento se non ha spazio, tempo e modo per farlo!

Il binomio successo-insuccesso è un'idea che per troppi anni ha fatto parte delle nostre vite! Allontanatevi da questa idea! Smontate questa convinzione poichè essa si nutre delle vostre risorse, della vostra energia. Quando qualsiasi evento della vostra vita va nella direzione per voi più giusta sarà indubbiamente un grande successo ma quando ciò non accade fermatevi un attimo, fermatevi ed entrate in contatto con voi stessi e chiedetevi: cosa ho imparato da tutto ciò? Come posso adesso trasformare quello che mi è accaduto in un'opportunità per conoscere meglio le cose?

Sviluppiamo la nostra grande capacità di concettualizzare e diamo libero sfogo al nostro essere "esseri" intelligenti e sensibili. Analizzate le alternative, analizzate nuove strade per fare le cose, siate creativi e coscienti del fatto che non è possibile ottenere un risultato se continuiamo a percorrere la stessa strada che prima non ha funzionato.

Il segreto del cambiamento

Il segreto sta nel cambiamento, nella diversità di azione e nel chiedersi sempre: cosa posso fare di nuovo nella mia vita. Di fronte alle difficoltà create nuovi schemi di pensiero. Colombo scoprì l'America perchè pensò che la via più breve per le Indie fosse quella di esplorare i confini dell'Oceano Atlantico, al di là delle Azzorre.

Ricordate sempre: un semaforo rosso è un'opportunità per riflettere su noi stessi e per capire cose nuove. Non fermiamoci, non lasciamo che la delusione e lo sconforto di uno Stop ci pervada. E' tutto nelle nostre mani. Guardiamoci attorno, ascoltiamo la nostra voce interiore e percepiamo il nostre cuore e il nostro respiro. Infine saremo pronti per scoprire qualcosa di nuovo.

Marco Magliozzi

PUBBLICITÀ

Scritto da

Dott. Marco Magliozzi - Psicologo Psicoterapeuta

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ultimi articoli su autorealizzazione e orientamento personale