Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Perché lui pensa che io sia ciò che non sono?

Inviata da Giacoma il 19 set 2017 Terapia di coppia

Salve, mi chiamo Giacoma ho 24 anni. Sto con il mio ragazzo da 7 mesi, eravamo colleghi di lavoro e quando ci siamo conosciuti io stavo con un'altra persona. Tra noi c'è sempre stata quella chimica che ogni coppia dovrebbe avere. Quando mi lasciai col mio ex cui avevo dei problemi irrimediabili e ormai nessun sentimento reciproco, da subito è sfociata la passione con lui, adesso stiamo insieme ma lui è estremamente geloso. Cosa che non mi dispiace poiché la sua gelosia la interpreto come paura di perdermi. Malgrado ciò lui mette in discussione qualsiasi mia parola, azione, non riesce a fidarsi di me, una volta mi disse" penso che sei maligna voglio smascherarti!" . Io lo amo da impazzire mi sento proprio legata a lui in modo quasi patologico. Faccio qualsiasi cosa lui mi chieda, faccio in modo che lui sia sereno, ma lui vede ogni mio gesto come un modo di mascherare la mia furbizia, crede che io voglia ingannarlo. Quando arrivo ad essere talmente frustrata da scoppiare in lacrime lui ammette di esagerare e che mi ama e che non potrebbe desiderare compagna migliore di me. Cosa devo fare? ogni volta sento il mio cuore che si spezza che va in frantumi, vorrei solamente essere fonte di felicità per lui, come lui lo è per me!

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Salve Giacoma,
da quanto scrive non mi sembra che lui sia per lei fonte di felicità, così come lei non riesce, suo malgrado, a esserlo per lui.
Il suo ragazzo cerca in lei una rassicurazione alle sue insicurezze che lei non potrà mai dargli perché il problema non è lei ma qualcosa che appartiene a lui e che può essere superato solo se decidesse di guardarsi dentro e di mettersi in gioco lavorando su questo. Se questo, come credo, non avverrà continuerà a cercare all’esterno e nella sua partner i motivi della sua insoddisfazione, insicurezza, paura di essere tradito, di essere abbandonato.
Purtroppo questa situazione è deleteria per chi sta vicino sentimentalmente a queste persone poiché comincia a subire una serie di pressioni, manipolazioni e violenze che possono essere sottili o palesi perlopiù di natura psicologica ma che possono diventare, in alcuni casi, anche aggressioni fisiche.
La soluzione migliore per lei sarebbe guardare oltre ma non credo che al momento prenderà in considerazione questa possibilità visto che scrive di amarlo da impazzire e di sentirsi legata a lui in maniera quasi patologica.
Quello che può fare e capire come mai si sia innamorata perdutamente di un ragazzo che dubita non solo del suo amore ma anche di lei come persona. Potrebbe fare un po’ di incontri con una/un professionista che quanto meno l’aiuti a conoscersi meglio e a comprendere la natura della sua relazione e a quali bisogni risponde.
Scriva ancora se posso esserle di aiuto
Un saluto

Dott.ssa Lucia Rinaldi

Lucia Rinaldi Psicologo a Roma

91 Risposte

153 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Giacoma,
comprendo il suo innamoramento per questo ragazzo, ma la fiducia è il presupposto di base di una relazione serena.
Non può certo essere felice se si sente costantemente controllata, giudicata e considerata soltanto quando minaccia la chiusura del legame.
Un spazio di riflessione personale attraverso una consulenza psicologica, potrebbe esserle d'aiuto per comprendere i suoi sentimenti e le sue aspettative nel rapporto di coppia.
I miei migliori auguri
Dott.ssa Vanda Braga

Dott.ssa Braga Vanda Psicologo a Rezzato

1280 Risposte

1091 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Giacoma, della sua lettera mi ha colpito una sorta di "filo rosso" che la lega: la felicità di lui, come lui mi vede, come faccio a fargli capire... leggendola mi sono domandata "E Giacoma, in tutto questo dov'è?".
Sembra che più lei mette al centro di tutto il suo compagno e più cresce il malcontento di entrambi: del compagno perchè più lei si mostra "perfetta" e più lui ingaggia una lotta a "ti smaschero", e lei si preoccupa ed è infelice.
Forse questo potrebbe essere un punto di partenza per cercare di capire che cosa succede, Lei che ne pensa?

Dott.ssa Silvia Moretto Psicologo a San Bonifacio

24 Risposte

17 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Giacoma,
Questo rapporto le causa notevole sofferenza, la possessivita' e la diffidenza del suo ragazzo sono elevate.
Difficilmente tale rapporto potrà essere soddisfacente e gratificante così come si presenta ora.
Le consiglierei di prendersi uno spazio personale con una psicologa per riflettere sulla propria modalità relazionale ed eventualmente lavorare sulla coppia.
Cari saluti
Dott.ssa Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2442 Risposte

2061 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Giacoma, con queste premesse il rapporto difficilmente potrà evolvere in qualcosa che possa renderti (e forse rendervi) felici.
Se la gelosia è pervasiva (come in questo caso mi pare) non ci sono azioni che può fare per metterla a tacere; ci sarà sempre qualcosa che dice o che fa capace di destare le reazioni che ha descritto. L'unica cosa che può fare è provare ad aiutare il suo compagno a prendere consapevolezza del problema tenendo conto che non è detto che lui riesca a rendersi conto (il fatto che a volte ammetta di essere esagerato non vuol dire necessariamente che sia convinto). Un saluto - Luisa Fossati-

Dott.ssa Luisa Fossati Psicologo a Firenze

323 Risposte

373 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Ciao, dalle poche ma chiare parole con le quali descrivi la situazione, non è difficile notare che se il vostro rapporto continua in questo modo, diventerà un tormento e tu dovresti riuscire a rendere consapevole, quanto prima, il tuo ragazzo. Forse non sarà semplice, ma se lui non se ne renderà conto, dovrai avvalersi di una consulenza psicologica per farti aiutare. Io potrei farlo da qui e se lo riterrei opportuno, puoi telefonarmi.
Dott.ssa.CarlaPanno psicologa-psicoterapeuta in Milano

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

618 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15500

psicologi

domande 19050

domande

Risposte 77950

Risposte