La paura di affidarmi ad uno specialista

Inviata da An · 29 gen 2020 Autorealizzazione e orientamiento personale

Nei giorni scorsi ho pubblicato una domanda, a cui hanno risposto ben tre professionisti del settore.
Tutti più o meno rispondevano la stessa cosa, cioè affidarmi a degli esperti e approfondire la situazione.

Ora in questa domanda, vorrei porre un'altra questione:
Lo psicologo fa per me?

Vi spiego meglio;
Ho il timore che andando da uno specialista, lui/lei possa soltanto giudicarmi e accusarmi di essere un individuo lamentoso.

Dubitare quindi, che io possa essere un individuo adeguato, da indirizzare alla figura dello psicologo, e che esso non potendo comprendere il mio disagio, finisse col reputarmi un soggetto lamentoso.

Io vorrei solo cambiare, ricominciare da capo, ma non so come, e col tempo rivivo le stesse sensazioni seppur in situazioni totalmente diverse.
Premettiamo poi, che ho soltanto vent'anni e credo che sia il punto di agire riguardo questa scelta.

L'altra cosa che mi spaventa, è quello di comunicarlo ai miei in quanto non sono molto in confidenza.

Voi cosa mi consigliate? E in caso di "brutta" esperienza?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 30 GEN 2020

Salve, il nostro lavoro non è giudicare ma aiutare, sostenere, far luce su dinamiche apparentemente incomprensibili. Comprendo la sua paura, ma credo che dovrebbe provarci. Cordialità. Dott.ssa Masserdotti Giulia

Dott.ssa Giulia Masserdotti Psicologo a Civitavecchia

169 Risposte

133 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 GEN 2020

Buongiorno, il consiglio dei colleghi di affidarsi ad un terapeuta per un percorso di crescita personale è corretto, questo perché un professionista esperto del settore può aiutarla a lavorare su determinati aspetti come la paura del giudizio, sullo schema della sfiducia, e così via.. inoltre un professionista non può mettersi in una posizione di giudizio, partendo dal fatto che ognuno di noi ha delle proprie " componenti" cognitive e di comportamento, giudicare significa non considerare il punto di vista dell'altro e i suoi bisogni in cui è insita la domanda di aiuto. Sì ricordi che qualora non dovesse trovarsi bene con un terapeuta può sempre cambiare e per legge il professionista è tenuto a rispettare la privacy del cliente.

Dott.ssa Nadia Pagliuca Psicologo a Torino

90 Risposte

28 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 GEN 2020

Buongiorno An,
un bravo professionista non giudica, ma aiuta le persone a trovare le risorse dentro di loro per superare il proprio momento di difficoltà.
Tutti gli individui percepiscono una propria realtà, filtrata dalle proprie sensazioni ed emozioni, in modo diverso da altri, uno psicologo sa che ogni persona è diversa.
Parlarne con i tuoi genitori può essere utile, se lo ritieni tale, puoi anche non parlare del problema, ma semplicemente che hai bisogno di un supporto.
Hai vent'anni, cara An, sei in tempo ad orientare la tua vita dove meglio credi, i tuoi genitori sono certo che preferiscono vederti felice, piuttosto che intrappolata in una situazione a te scomoda.
Se dovessi fare una brutta esperienza in un percorso psicologico, dal mio punto di vista, sarà il caso di analizzarlo solo se dovesse succedere.
Buon Percorso

Dott. Carlo Massarutto Psicologo a Milano

11 Risposte

6 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 GEN 2020

Gentile An il tema dell’inadeguatezza è probabilmente quello che interferisce con il cambiamento e si manifesta anche rispetto a un progetto terapeutico e alla necessità, data la giovane età, di parlarne con i genitori per realizzarlo. . Da qualche parte però bisogna pur cominciare. Può aiutarti tenere presente che lo psicoterapeuta lavora per capire insieme al paziente e non per giudicare.
Le brutte esperienze servono a migliorare. Magari puoi cominciare a documentarti sui diversi tipi di psicoterapia e valutare quale senti più compatibile con il tuo modo di essere.
Un cordiale saluto.
D.ssa Patrizia Mattioli

Dott.ssa Patrizia Mattioli Psicologo a Roma

82 Risposte

36 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 GEN 2020

come hanno scritto anche le mie colleghe, l'aspetto del giudizio è una cosa che non appartiene alla nostra professione. In una psicoterapia il principio cardine è l'ascolto privo di giudizio e finalizzato a far sentire l'altro compreso e in un contesto di aiuto. Le brutte esperienze possono esserci ma la psicoterapia non è uno spazio obbligatorio e, dopo aver condiviso le tue difficoltà e insoddisfazioni con il terapeuta, sei comunque libero di decidere di interrompere, in qualunque momento.
La tua giovane età ti mette nella condizione per intervenire e, forse, uscirne in tempi brevi, credo che dovresti seriamente valutare l'importanza di un percorso.

Dott.ssa Marta Giacomini Psicologo a Roma

25 Risposte

6 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 GEN 2020

Uno psicologo professionista non giudica mai, ascolta e sostiene.
Cordiali Saluti

Monticone Alessandra Psicologo a Asti

257 Risposte

101 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 GEN 2020

Non siamo giudici di nulla, solo strumenti per innescare il cambiamento. Spesso allo psicologo ci si rivolge anche in assenza di una patologia, lo psicologo può risolvere problemi facendo quello che si chiama problem solving.
Un caro saluto.

Dott.ssa Michela Guerra Psicologo a Manfredonia

23 Risposte

5 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 GEN 2020

Gentile An, la possibilità di essere giudicati spaventa e frena molte persone dal confidare le proprie difficoltà (ma anche soltanto i propri pensieri) ad altri. E' quindi comprensibile che Lei avverta questo timore. Ricordi, tuttavia, che il lavoro psicologico spesso origina proprio da sofferenze e difficoltà: il professionista è lì proprio per ascoltare tale sofferenza e, in un atteggiamento di cooperazione e collaborazione con Lei, fornirLe gli strumenti per poterlo risolvere. Il giudizio è un atteggiamento umano che probabilmente ritroverà in alcune persone attorno a Lei, ma nella professione psicologica non trova spazio; esso ostacola la comprensione e impedisce l'aiuto. L'atteggiamento dello psicoterapeuta è aperto, non giudicante, accogliente delle Sue difficoltà e crea lo spazio per la "lamentela", che non è fine a sè stessa ma è il Suo modo attuale di raccontare una sofferenza ed è pertanto fondamentale! Benché non specifichi qui i dettagli delle difficoltà, concordo con i colleghi rispetto alla necessità, anche data l'età, di rivolgersi a un professionista. Essendo Lei maggiorenne non è assolutamente fondamentale la comunicazione ai genitori; può valutare insieme al collega cosa sia meglio fare in sede di primo colloquio, se la cosa La tranquillizza. In caso di "brutta" esperienza, consiglio semplicemente di cambiare terapeuta. A seconda del motivo di tale "brutta" esperienza capirà quali caratteristiche ricercare nel professionista successivo. Tuttavia, mi permetto di consigliarLe di non basarsi su pochi colloqui per esprimere un giudizio: il lavoro è solitamente faticoso, e a volte lungo. Si affidi con fiducia e non resterà deluso. In bocca al lupo! cordialità. DMP

Dott. Daniel Michael Portolani Psicologo a Brescia

880 Risposte

895 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamiento personale

Vedere più psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamiento personale

Altre domande su Autorealizzazione e orientamiento personale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24200 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17050

psicologi

domande 24200

domande

Risposte 86950

Risposte