Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

É possibile avere tre disturbi di personalità?

Inviata da Nini il 17 nov 2018 Disturbi della personalità

Tipo narcisista, paranoide ? Ho fatto dei test online per tutti i disturbi, e sono uscita positiva per questi due. In più ho dei problemi di dipendenza; però non presento i tratti dell'elenco, e infatti il test mi è uscito negativo. Io prendo decisioni da sola( odio sentire il parere altrui) sono molto combattiva e uno spirito libero; e sono una che tende a far tutto da sola. In pratica faccio fatica a difendermi da persone con cui non ho confidenza: se mi tirano frecciate, se non conosco la persona, non so reagire. Ho sempre paura di offendere o far rimanere male qualcuno( è per questo che sento di far fatica) Non riesco a mangiare carne per lo stesso motivo: mi sento in colpa. Non uccido nemmeno le zanzare e non strappo i fiori perché non voglio far soffrire nessuno. Penso di essere più sensibile rispetto alla media. Sono infatti molto creativa, in pratica un'artista, anche se di lavoro ho scelto di fare il medico( amo la scienza: mi affascina) vorrei portare avanti lavorativamente anche la mia vena artistica. Questa sensibilitá però mi rende vulnerabile e indifesa, perché io non voglio ferire, mentre gli altri non si fanno problemi. Penso di aver capito che succede: io non sono empatica, e sono molto egoriferita: parlo sempre di me e non lascio parlare e sono logorroica. Sono molto ambiziosa, e parlo sempre dei miei progetti, dei miei viaggi, spesso urtando chi mi circonda( non capisco se qualcuno sta male o è stanco) se le mie amiche o il mio fidanzato non mi rispondono subito entro in paranoia e mi offendo, idem se una mia amica o ragazzo mi dice di avere un impegno; e sono sempre invidiosa se a qualcuno va bene qualcosa, perché mi sento sminuita. Tutto ciò ho visto mi rende antipatica: pur trovandomi tutti simpatica e carismatica agli inizi( dicono che con me ci si fa un sacco di risate e che gli piace ascoltare i miei racconti perché sono intelligente e colta) dopo un po' si lamentano e incominciano a prendermibin giro, io a quel punto non riesco a difendermi perché non voglio ferire e così tutti si accaniscono e diventano più cattivi nelle battute. Sto cercando di trattenere i miei atteggiamenti narcisistici, anche se a volte stare sulle scatole è utile( se vedo uno scassa balle o uno stronzo metto in mostra i miei tratti per farmi bidonare subito) per non irritare le persone, però vorrei anche imparare a difendermi senza nascondere la mia personalità( oh se sono così non posso fingere: mi viene l'ansia altrimenti) ho visto che mi scatta la paranoia successiamente: non essendo empatica, mi trovo gente che mi insulta all'improvviso, e non capisco perché lo fa.....in più essendo sensibile e dal cuore d'oro, mi viene impossibile concepire tutto questa irritazione e cattiveria che mi viene gettata addosso. Succede così che ho dei cicli di paranoia in cui ho paura delle persone( in pratia 24 su 24) Ho fatto varie visite psichiatriche e psicologiche e mi hanno detto che non sono empatica, e che sono manipolatrice, e che sono diffidente e sospettosa. Non mi hanno detto la diagnosi esattamente. Non mi hanno prescritto farmaci, ma mi hanno detto di fare psicoterapia....mi hanno detto che i sensi di colpa che provo, e la paura di ferire è in realtá un disturbo ossessivo...oddio non saprei....in pratica mi hanno detto che ho tre disturbi di personalitá. Cioè mi hanno detto di tutto: che sono macchivellica, che ho la sindrome di edipo, che non penso di meritare di stare in questo mondo perché non sono perfetta( dicono che l'ossessivitá sta in ció: nell'ossesione di essere malata, e che quindi non merito di essere amata; e in più dicono che i miei sensi di colpa non sono veri, ma solo un ossessione, e quindi un altro disturbo, perché mi hanno detto che essendo narcisista non sono empatica, e quindi si tratta tutto di una finta, anche perché dicono che ci rimugino troppo ( oddio spesso sembra anche a me di avere le lacrime di coccodrillo)..in pratica mi hanno detto che ho tratti ( non mi hanno parlato di disturbi, ma solo di tratti....non so la differenza)(narcisistici, paranoidi e ossessivi ) rigidi e spigolosi anche se funzionali per elevate risorse interne e intelligenza....la psichiatra mi ha detto che con quello che ho é un miracolo perché ho una personalitá che farebbe andare fuori di ciucco e impazzire, ma che io stranamente sono lucida. Mi hanno detto che ho molti problemi relazionali, che compenso con le mie risorse cerebrali e tratti positivi della personalitá ( tipo mi hanno detto che ho una personalitá artistica, e che quindi so immaginare) Mah io in effetti razionalmente da quello che ho studiato mi sento molto pazza....sento che sto male. Spesso ci rimango pure io che vado in giro tranquilla pur essendo stra confusa e stando male( sono molto stoica, e forse questo tratto mi fa vivere la sofferenza e la confusione in maniera più leggera rispetto agli altri) ho l'animo filosofico....e sono molto razionale. Io mi sento una fallita comunque: mi sento speciale, superiore e un' eletta, ma sento il destino contro di me....a proposito di edipo va beh. Penso di avere ottime potenzialitá e di essere molto intelligente, ma temo di non raggiungere i miei obbiettivi per colpa della crisi economica....io sto finendo medicina, ma temo già il peggio. Ho una precedente laurea con cui guadagnao 1500 nette( una miseria) già mi immagino che con medicina prenderó lo stesso e che resteró precaria, e addio sogni di gloria di diventare primario( oh la crisi c'è davero...idem i giochi politici) Pensavo di andare all'estero a fare il medico, ma sono talmente sfigata che è probabile che la crisi arrivi pure lì. Non sono l'unica giovane con queste preoccupazioni, e non penso che ció è patologico. Va beh io sono logorroica, il punto della domanda è se davvero i sensi di colpa sono un ulteriore disturbo, nello specifico ossessivo? E se davvero si possono avere tre disturbi di personalità? Oddio a me hanno parlato di tratti, e no di disturbi: non ho capito la differenza!

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Nini,
con il termine "tratto" si intende una modalità costante di percepire, rapportarsi e pensare che si manifesta in diverse situazioni personali e sociali.
Quando tale modalità diventa eccessivamente rigida e disadattiva interferendo con il funzionamento relazionale e lavorativo di un individuo oltre che con la sua sensazione di benessere, allora si parla di disturbo di personalità.
Pertanto la differenza tra tratto e disturbo è più quantitativa che qualitativa.
Chiarito ciò, le rispondo che sì, è possibile avere insieme diversi tratti disfunzionali di personalità come le è stato detto (narcisista, paranoide, o.-c.).
Quello che però non si capisce è per quale motivo lei che almeno parzialmente si riconosce in questi tratti, non abbia ancora provveduto ad intraprendere il percorso di psicoterapia che le è stato chiaramente suggerito.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6571 Risposte

18390 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Nini, sostanzialmente non ho molto da aggiungere alla risposta del collega dr. Tagliagambe. Le diagnosi sono "etichette" sulle quali si è trovato un accordo a livello di comunità scientifica mondiale, ma non sono una verità assoluta. Tanto è vero che clinici esperti giungono spesso a diagnosi piuttosto diverse, specialmente proprio per ciò che attiene i disturbi di personalità. I sensi di colpa non sono classificati un disturbo di personalità né una psicopatologia perché si limitano ad un area molto ristretta. Riguardo alla differenza tra tratti e disturbi, i primi ce li abbiamo tutti, sono cioè delle leggere tendenze nel modo di reagire e di comportarsi che possono essere anche simpatiche. I disturbi sono invece modi di comportarsi troppo marcati e troppo rigidi, che disturbano la persona nella vita di tutti i giorni.
Ho l'impressione che non abbia molta voglia di entrare in terapia, forse è contenta così. Consideri che anche noi psicologi restiamo spesso in terapia per lunghi periodi anche senza gravi motivi, per migliorarci e per crescita personale. Veda lei cosa vuol fare.
Cordialmente
dr.Leopoldo Tacchini

Dott. Leopoldo Tacchini Psicologo a Firenze

768 Risposte

315 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara nini,
Dunque... I disturbi di personalità hanno criteri specifici e tendono alla rigidità (sono perciò non inclini a modifiche o elastici in base alla situazione), i tratti invece sono "aspetti" del carattere che possono esser stati funzionali alla situazione vissuta in passato ma vengono ormai usati in molte più circostanze rispetto a quelle in cui sarebbero richiesti. I tratti sono una versione "non patologica" ma che può comunque creare sofferenze. Detto questo ha sentito molti pareri da professionisti, ha svolto ricerche ed ha persino compilato un test online. La ricerca dell'"etichetta", svolta a scapito della "soluzione" sembra far propendere verso un aspetto ossessivo. Se concludessi così non farei altro che proporti una ricerca estenuante senza procedere verso la soluzione. Se ha un problema, non importa il suo nome, inizi una terapia. Avendo a che fare con un professionista potrebbe chiarire i suoi dubbi e il collega saprà guidarla verso le risposte. Consiglierei, alla luce dell'ipotetica presenza di aspetti ossessivi, una terapia cognitivo-comportamentale ma l'importante è che si trovi bene con il professionista che avrà di fronte.
Da quel che le hanno detto lei ha molte risorse alle quali attingere (intelligenza, simpatia...), vedrà che una volta iniziato ne trarrà, entro breve, giovamento.
Spero di esserle stato utile,
Marco Tagliagambe,
Psicologo e psicoterapeuta, Firenze e provincia.

Dott. Marco Tagliagambe Psicologo a Empoli

35 Risposte

50 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Disturbi della personalità

Vedere più psicologi specializzati in Disturbi della personalità

Altre domande su Disturbi della personalità

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20100 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15450

psicologi

domande 20100

domande

Risposte 77900

Risposte