Il mio fidanzato ha un disturbo narcisistico della personalità?

Inviata da Sole98 · 11 ago 2020

Buongiorno! Sono una ragazza di 22 anni fidanzata da quattro e mezzo con un ragazzo di 24. La nostra è apparentemente una relazione perfetta, lo è agli occhi dei nostri amici e lo è agli occhi del mio ragazzo, dice sempre che a noi non ci batte nessuno a livello di vita di coppia. E in parte è vero perché l'intesa è il venirsi incontro c'è ma, e ci sono molti ma, questo venirsi incontro esiste solo da parte mia. Il punto è che questa relazione mi ha resa, dopo i primi tempi dell'innamoramento, semore tendenzialmente non soddisfatta. C'era amore ma ora non sono più convinta ci sia. La mia infelicità deriva dalla personalità del mio ragazzo che ora che non sono più ammaliata da lui vedo con più chiarezza e temo sia quella tipica di un narcisista, ma vorrei un parere di esperti, se mi sbaglio ed esiste un margine di miglioramento potrei voler salvare questa storia, altrimenti no perché non ho intenzione di soffrire nella vita. Il mio ragazzo è egocentrico in modo spropositato, di fatto quasi non esiste conversazione che non sia incentrata su di lui. L'unico modo per conversare è diventato (ma in fondo lo è sempre stato) quello di chiedergli cosa ha fatto durante la giornata o domande su cose che piacciono a lui. A me non chiede quasi mai nulla e quando racconto qualcosa di mio, quelle poche volte che lo faccio, lui prende il cellulare e in pratica mi ignora. Di fatto è convinto che avrebbe potuto fare grandi cose nel mondo, un giorno mi ha detto seriamente che avrebbe cambiato la storia della musica. Ora fa un lavoro piuttosto umile e sotto questo punto di vista sembra essere leggermente rientrato, ma solo poco. Anche se io gli ho detto che non era la mia prima intenzione, continua a dire a me e ai suoi amici che LUI andrà all'estero (ma anche io sono inclusa nel suo cervello) , fregandosene completamente dei miei progetti e desideri. La cosa più grave è però che mi sminuisce in continuazione. Solo una volta si è complimentato con me per un mio lavoro e quando prendo un bel voto all'università dice che è normali in una facoltà facilissima come la mia (lui invece ne fa una difficilissima e per questo non riesce ad andare avanti con gli esami). Mi fa sentire una nullità. Fa dei monologhi e ogni volta che provo a intervenire mi dice di non interromperlo, si infastidisce tantissimo. Anche al ristorante quando si ordina un paio di volte mi ha zittito perché doveva lui ordinare. È piuttosto duro e offensivo nei miei confronti e nella mia famiglia, mi fa essere insicura su tutto quel che faccio, dicendomi che sono rimbambita o lenta o pigra, e per me che mi sono sempre considerata abile nelle cose manuali è davvero frustrante. Se poi provo a fargli notare i suoi atteggiamenti o le sue mancanze lui rigira la frittata e non so come riesce a portare me a chiedere scusa a lui. Non è violento, ma un mesetto fa quando eravamo leggermente brilli mi ha intimato mostrandomi il pugno di spaccarmi il naso se non smettevo di ridere e scherzare, mi ha paralizzato. Non accetta che le persone abbiano gusti e opinioni diverse e ti considera da meno come persona se non ti piacciono i suoi stessi film, libri o musica. Fin'ora ero come accecata dall'amore ma ora vedo tutto con più chiarezza e sento che c'è qualcosa di sbagliato nella nostra relazione apparentemente da favola. Dall'altro canto io rientro abbastanza nella personalità di una possibile vittima di narcisista: ho avuto un'infanzia non facilissima, i miei sono divorziati e mio padre è alcolista ed ex drogato, i miei primi ricordi sono di lui che sbatte mia madre a una finestra e che distrugge casa. Ho ancora nella testa le sue sfuriate per questo ho la fobia di litigare con le persone a cui tengo, da un lato è un pregio da un lato però non sempre mi permette di difendermi. Sono anche empatica e solo apparentemente sicura di me. Ho il terrore di perdere le persone e per questo con lui sono stata così accondiscendente. Dall'altro lato anche lui ha a mio avviso l'infanzia di un possibile narcisista. La madre stravede in maniera spropositata per l'ultimo figlio e ha sempre addossato ogni colpa e difetto al mio ragazzo. I figli li ha sempre seguiti ma al mio ragazzo manca ogni idea di unione affetto famigliare. Un esempio per capire i tipi è di quando lui a 12 anni si è fatto malissimo sugli scii, all'ospedale manco lo hanno accompagnato entrambi i genitori e dopo che lo hanno dimesso (dopo una notte o due) non sono tornati a casa per la sua convalescenza ma lo mollava o in albergo tutto il giorno -(aveva il naso rotto e la testa fasciata) andando tranquillamente a divertirsi sulla neve e lui era solo un bambino.
Quindi è narcisista? Ho già sofferto con mio padre e non voglio affianco un uomo simile. Può migliorare una personalità come la sua?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 12 AGO 2020

Cara Sole,
forse il suo ragazzo sarà narcisista, forse può migliorare, forse no. Tutto questo però dipende da fattori che noi noi possiamo controllare. Purtroppo non possiamo controllare il comportamento degli altri, ma possiamo scegliere, sulla base di come ci fa sentire, SE e COME noi vogliamo/possiamo relazionarci con tale comportamento.
E' del tutto sano sentirsi infelici se sminuiti, se trascurati, se ignorati (soprattutto in una relazione d'amore) proprio perchè solo sentendo e accorgendoci di come stiamo, possiamo scegliere di fare qualcosa per cambiare questa situazione, e, di conseguenza, prenderci cura di noi.
Al di là della diagnosi che può avere il suo ragazzo, è importante che lei faccia una scelta in questa relazione per prendersi cura di lei. E' un momento delicato, in cui certamente è combattuta e probabilmente prova sentimenti contrastanti nei confronti del suo ragazzo. Per questo, e anche per i vissuti che ha avuto in passato forse un percorso di psicoterapia può essere davvero indicato e utile, proprio in questo momento.
Le faccio un grosso in bocca al lupo e rimango a disposizione.
Un caro saluto.
Dr. Marianna Ambrosecchia

Studio Mindfulbrain - Dott.ssa Marianna Ambrosecchia Psicologo a Pesaro

31 Risposte

54 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 AGO 2020

Gentilissima la domanda fondamentale è voglio un rapporto in cui mi sento inadeguata, deficitaria e sbagliata, vengo bistrattata, e non ricevo dal punto emotivo risposta ai miei bisogni? Al di là della diagnosi al suo compagno le cui caratteristiche sembrano narcisistiche forse si deve chiedere come migliorare lei

Dott.ssa Eleni Drakaki Psicologo a Mantova

47 Risposte

23 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 AGO 2020

Cara Sole,
non è un'etichetta che può modificare la sua valutazione. Lei ha descritto lucidamente come si sente nella relazione con il suo fidanzato e tutto quello che le sembra non funzionare e che la fa soffrire. E' proprio dopo la fase di innamoramento, quando guardiamo davvero l'altro per quello che è, che capiamo se la relazione è costruttiva e nutriente per noi oppure no. Sembra dalle sue parole che lei si sia informata, abbia cercato e letto e abbia trovato dei segni che le fanno pensare che il suo fidanzato abbia una personalità narcisistica e che lei ne possa essere vittima. E' certamente apprezzabile il suo bisogno di comprendere e il coraggio di chiamare le cose con il loro nome, ma, ripeto, quello che importa davvero è quello che lei sente nella relazione con lui, la sua infelicità conta. Gli accenni alla sua infanzia parlano di vissuti dolorosi, mi chiedo se ne sia occupata fino in fondo. Ha mai pensato di affrontare un percorso di psicoterapia? Potrebbe aiutarla ad elaborare quello che le è accaduto e che l'ha portata alla relazione in cui oggi si sente infelice. Perchè non le accada più in futuro...
Le auguro il meglio.
Dott.ssa Franca Vocaturi

Franca Vocaturi Psicologo a Torino

311 Risposte

143 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 AGO 2020

Lo lasci, non perda altro tempo

Dott. Armando Masucci Psicologo a Avellino

333 Risposte

286 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18200

psicologi

domande 28400

domande

Risposte 97500

Risposte