Dieci consigli pratici per essere una coppia felice

A volte l'amore non basta per rendere una coppia serena, alcuni consigli pratici per facilitare la vita a due

31 GEN 2014 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

Dieci consigli pratici per essere una coppia felice
Trovare la felicità in una coppia sembra un aspetto scontato, poichè ogni persona, soprattutto adulta, dovrebbe essere in grado di scegliere un partner con cui condividere momenti piacevoli, dove si sente felice e soddisfatta semplicemente per avere accanto quella persona, scelta come compagno/a di vita.

Eppure da solo l’amore non basta per rendere felice una coppia, e rendere serena la vita a due. L’amore è un sentimento che va coltivato nel tempo, va nutrito di gesti e attenzioni quotidiane, va arricchito giorno dopo giorno passato accanto al partner. Amare implica una crescita che porta la coppia a dover attraversare fasi della vita a due: dalla fase dell’innamoramento, dove il nostro compagno/a ci sempre perfetto, a quella dove iniziamo a percepire l’altro così com’è, con propri pregi e le sue criticità. Per costruire un rapporto stabile nel tempo dovremmo essere pronti a metterci in gioco, guardarci dentro per riconoscere gli aspetti immaturi che ci sono in noi, e lavorare su noi stessi per cercare di creare una modalità di relazione con l’altro dove accettiamo il nostro partner per quello che è, creando una relazione dove l’ascolto,  la comunicazione e la comprensione accompagni no l’amore che proviamo verso la persona scelta. 

Creare un manuale della coppia perfetta è impossibile, tuttavia ogni coppia potrebbe tener a mente alcuni consigli pratici per poter adottare un comportamento che possa creare benessere e serenità nella relazione di coppia.

Alcuni consigli pratici sono:

1) Mai dare l’altro per scontato, dimostrargli amore, con un abbraccio, una parola o qualsiasi altro gesto che possa trasmettere all’altro i sentimenti che proviamo per lui. Anche a distanza di anni ogni coppia dovrebbe ricordarsi di tenere da parte dissapori, pensieri e disaccordi, per riflettere sui sentimenti che li uniscono, su quello che li ha portati a costruire il loro legame;

2)  Tenere a mente che nella coppia sono presenti due persone, con sue modalità di pensiero e di comportamento diverso. Diverso non significa che una modalità è giusta e l’altra sbagliata, ma semplicemente differente, e nella differenza di pensiero dell’altro possiamo arricchire il nostro modo di essere, di pensare e di comportarci. Un grande errore potrebbe essere quello di “leggere nella mente dell’altro”, dando per scontato quello che pensa, rischiando di eliminare la sua identità di essere;

3) Creare dei momenti di condivisione emotiva. troppe coppie finiscono per comunicare semplicemente su cose del quotidiano “hai gettato l’immondizia? hai fatto la spesa?”. La coppia dovrebbe trascorrere dei momenti in cui entrambi i partner riescono a parlare delle proprie esperienze, delle proprie emozioni.

4) Nell’essere coppia bisognerebbe mantenere uno spazio per sè, uno dedicato alla coppia, uno alla genitorialità, e uno alla socialità. Nessuna coppia può essere serena se dimentica di dimentica di dedicare del tempo agli amici, a sè stessa o al proprio io.

5) Accettare l’altro così com’è, senza tentare trasformarlo nella persona che vorremmo avere al nostro fianco. L’accettazione del partner permette di costruire una relazione in cui si può crescere, maturare e creare un rapporto di accettazione reciproca;

6) Spostare la responsabilità degli eventi verso noi stessi, senza colpevolizzare l’altro di quello che è accaduto;

7) Mettersi in discussione, riflettendo su come migliorare sulle proprie  modalità relazionali e comportamentali che sembrano poco costruttive  per la coppia;

8) Porre attenzione alla sensibilità dell’altro, soprattutto quando si esplicitano parole, frasi, concetti che possono essere dolorose per il la persona che ascolta. Troppo spesso si sottovaluta la sensibilità dell’altro, che può provare disagio, dolore e frustrazione quando parliamo;

9)  Essere pronti semplicemente ad ascoltare l’altro, poichè a volte il partner ha bisogno di essere semplicemente accolto, ascoltato e compreso nel racconto delle sue vicende;

10) Cercare uno scambio reciproco e spontaneo nella relazione con l’altro, dove entrambi si possono sentire liberi di parlare, di esprimere liberamente il proprio pensiero, sia se esso se uguale che differente al nostro.

PUBBLICITÀ

Scritto da

Psicologa Psicoterapeuta Naturopata Di Blasio Carmela

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ultimi articoli su terapia di coppia