7 abitudini di coppia “normali” che in realtà sono tossiche

Alcune abitudini di coppia, per quanto comunemente accettate e per tanti "normali", non hanno niente a che fare con l'amore. Scopri quali sono!

5 OTT 2020 · Tempo di lettura: min.
7 abitudini di coppia “normali” che in realtà sono tossiche

Alcune abitudini di coppia non hanno niente a che fare con l'amore. Prendi nota di quali sono perché se il vostro rapporto ne presenta qualcuna, avete delle cose da migliorare!

Le relazioni di coppia sono complesse e pongono sfide sempre nuove. Ci sono poi molte abitudini di coppia che sono ampiamente accettate come normali, ma che in realtà sono tossiche e decisamente poco sane.

Libri, film e TV ci hanno insegnato che il vero amore dovrebbe essere drammatico e instabile. Nella maggior parte dei film romantici, il partner perfetto passa sempre attraverso momenti e scene di gelosia, infedeltà e litigi. I componenti della coppia si separano e soffrono, finché chi ha commesso tutti gli abusi si pente e ritrova la serenità solo quando ha finalmente riconquistato la persona amata.

Questa idea ripetuta innumerevoli volte nella nostra mente crea aspettative sbagliate sull'amore, perché ci porta a credere che questo tipo di comportamento sia normale. Non è così.

L'amore vero, forte e reale, non ha nulla a che fare con l'instabilità, con i litigi costanti e con i grandi gesti. Si costruisce poco a poco. Con impegno, comprensione e accettazione reciproci. Non c'è e non ci dovrebbe essere nessun dramma. Le sfide vengono gestite in modo relativamente sicuro e calmo.

Vuoi sapere quali sono quelle abitudini fin troppo spesso accettate, ma che in realtà non son sane? Te le elenchiamo di seguito.

1. Litigi intensi intrisi di passione

Le discussioni tra i componenti della coppia sono necessarie e in una certa misura normali. Necessarie perché ci permettono di esprimere ciò che non va bene e di stabilire dei limiti. E normali perché nei rapporti umani ci sono e saranno sempre disaccordi. Ma come litighiamo con il nostro partner? Con insulti, urla e per un tempo illimitato?

Abbiamo l'idea sbagliata che dopo una discussione piuttosto intensa ci debba essere sempre una riconciliazione altrettanto intensa e piena di passione. Tuttavia, un conflitto intenso non è un segno di amore. È invece un segno di problemi seri e radicati come l'immaturità, l'insicurezza e l'abuso emotivo.

2. Non verbalizzare sentimenti ed emozioni

Anche evitare i conflitti a tutti i costi e inghiottire i tuoi sentimenti è segno che le cose non stanno andando come dovrebbero. Se non puoi dire al tuo partner come ti senti, se non puoi condividere le tue paure, le tue ansie e ciò che ti dà fastidio, fai attenzione. Reprimere pensieri ed emozioni è la ricetta perfetta per la fine perché problemi apparentemente piccoli tendono a crescere nel tempo. Poi sarà sempre più difficile risolverli.

Le divergenze di opinione in una relazione sono normali. Quindi, essere in grado di parlarne per trovare i punti in comune è molto importante. Le coppie che evitano i conflitti non sanno come risolvere i problemi insieme. E mettere da parte ciò che infastidisce crea la falsa sensazione che tutto stia andando alla grande quando in realtà non è così». Leslie Becker-Phelps, psicologa.

3. Aspettarsi che il partner risolva tutti i nostri problemi

Questo accade molto spesso, ma non dovrebbe. Tendiamo a credere che l'altro debba riempire il nostro vuoto per farci sentire interi e completi. Deve soddisfare le nostre aspettative e risolvere tutti i nostri problemi. Ma questo può generare molta frustrazione perché nessuno ha l'obbligo di renderci felici.

La nostra felicità, la nostra realizzazione e il nostro benessere dipendono esclusivamente da noi. Delegarli a qualcuno finirà solo per generare insicurezza, dipendenza emotiva e un costante bisogno di approvazione.

4. Gelosia

La gelosia non è la misura dell'amore. In modo moderato, la gelosia fa solitamente parte delle relazioni di coppia perché rappresenta la paura di perdere la persona amata. La gelosia innocua è solitamente temporanea. È un sentimento che non nuoce alla vita di coppia. Tuttavia, quando questa paura della perdita diventa un'ossessione e genera un possesso esagerato, si parla di gelosia patologica.

Stare con qualcuno estremamente geloso è estenuante e tossico perché non è possibile mantenere una convivenza sana ed equilibrata. Spesso, l'alto livello di possessività finisce per distruggere la relazione.

5. Controllare il comportamento online dell'altro

Molte persone credono che sia normale spiare il cellulare, la posta elettronica o i social network del/la proprio/a partner per vedere se c'è qualcosa di sospetto. Tuttavia, solo perché condividi la tua vita con qualcuno, non significa che la sua indipendenza e la sua privacy non debbano essere rispettate.

Le relazioni sane richiedono una fiducia assoluta. E coloro che si fidano non hanno motivo di credere di essere stati ingannati. Se senti il ​​bisogno di perseguitare il tuo partner, dovresti lavorare sulla tua autostima e sulle tue insicurezze, o persino riconsiderare la relazione.

6. Deridere l’altro (in modo pesante)

È normale e persino salutare per le coppie prendersi in giro a vicenda, ma c'è una differenza tra prendere in giro e fare battute che feriscono l'altra persona. Prendere in giro l’altro/a può essere un modo per aumentare l'intimità e rendere la convivenza più divertente. Tuttavia, a seconda del tono di voce, del linguaggio del corpo e dell'intenzione, possono anche trasformarsi in disprezzo e mancanza di rispetto.

7. Punire con il silenzio

Questo è un comportamento molto comune di chi assume un atteggiamento passivo aggressivo. Il passivo aggressivo è la tipica persona che non risponde ai messaggi, finge di dimenticare ciò che gli è stato detto, non parla onestamente e non presta piena attenzione quando l'altra persona cerca di confrontarsi con lui/lei.

Non esprime ciò che sente quando è arrabbiato, perché preferisce "punire con il silenzio" e aspettare che l'altro gli chieda cosa c'è che non va o aspettare che si scusi per qualcosa che potrebbe non essere sicuro di aver fatto.

psicologi
Linkedin
Scritto da

GuidaPsicologi.it

Lascia un commento

ultimi articoli su terapia di coppia