3 sintomi di distanza emotiva nella relazione di coppia

Non aspettare che il vostro rapporto si raffreddi, non aspettare che manchi il coinvolgimento: comunica con il tuo partner.

7 OTT 2020 · Tempo di lettura: min.
3 sintomi di distanza emotiva nella relazione di coppia

Uno dei chiari segnali di crisi all’interno della relazione di coppia è senz’altro la distanza emotiva. Le relazioni di coppia, si sa, hanno bisogno di intimità, condivisione, presenza, apprezzamento, comunicazione, fiducia, ammirazione e rispetto. Detto in altre parole, le relazioni di coppia hanno bisogno di attenzione continua. L’obiettivo? Fare progetti insieme e costruire un futuro condiviso.

Finora abbiamo fatto riferimento a ciò che è ideale. Ma la realtà è sempre così facile? Purtroppo no. Entrano in gioco paure, insicurezze, delusioni passate, comunicazione faticosa, aspettative troppo alte, malintesi… Tutti questi elementi, se trascurati, possono generare una certe distanza emotiva all’interno della coppia.

Ma non temere: riconoscerne i sintomi in tempo può giovare alla relazione, aiutando a costruire un rapporto solido e forte di fronte a possibili problemi.

Distanza emotiva: di cosa si tratta?

Si crea distanza emotiva quando un legame è stato spezzato o si trova sul punto di rompersi. Il suo potere è tale che può arrivare a rendere estranee due persone che si amavano. La distanza emotiva implica mancanza di connessione, significa quindi sentirsi disconnessi dall’altro e avvertirlo come totalmente estraneo. Di solito si verifica quando una relazione non riesce più a soddisfare i nostri bisogni emotivi.

Quando la distanza è troppo ampia, diventa difficile risolvere i conflitti e diventa difficile colmare il distacco creatosi proprio perché non si avverte più alcun punto di contatto con l’altro. Quando la comunicazione lascia spazio al silenzio e all’indifferenza, anche i conflitti perdono il loro significato dal momento che ci si sente come se non ci fosse piu nulla da risolvere e recuperare.

Diventa fondamentale, allora, essere capaci di riconoscere le prima avvisaglie: per questo ti illustriamo, di seguito, 3 sintomi della distanza emotiva nella relazione di coppia.

3 sintomi delle distanza emotiva

Assenza di comunicazione

La comunicazione non dovrebbe mai mancare all’interno di una relazione di coppia sana. Se si accumulano problemi irrisolti, per quanto piccoli essi siano, il rischio è che si finisca per non mostrare le proprie emozioni e per isolarsi. E il silenzio, a volte, può essere sintomo di noia e di mancanza di interesse verso lo stare insieme.

Per risolvere i conflitti è invece fondamentale parlare, comunicare, esprimere in modo assertivo come ci sentiamo e cosa desideriamo. È fondamentale anche essere capaci di ascoltare l’altra persona ed essere capaci di metterci al suo posto, e ascoltare dunque i suoi bisogni.

Ricorda: la comunicazione assertiva è il miglior alleato per evitare che si crei distanza emotiva!

Manipolazione

Conseguente alla mancanza di comunicazione e all’isolamento, è spesso presente la manipolazione. Facciamo riferimento, in questa sede, a quel tipo di manipolazione fatta di ripicche, ricatti, vittimismo e di tutti quegli atteggiamenti che contribuiscono a rendere tossica una relazione.

Se non si comunica, si può cadere nel tranello della manipolazione.

Ed ecco che ci si sente confusi, infastiditi, disorientati: senza risorse per affrontare quest’aspetto problematico della nostra relazione. Ed è proprio lì che si può insinuare la distanza emotiva. Ed è così che potrebbe crescere sempre di più.

Assenza di intimità e vicinanza sessuale

La mancanza di intimità e di vicinanza sessuale è un problema piuttosto comune, che a volte si può presentare quasi subito, ma la maggior parte delle volte si presenta più in là nel tempo. Quando arriva, ci comunica che qualcosa non sta andando bene.

Quando manca l’intimità perché la si sta trascurando, potrebbero deteriorarsi anche la comunicazione, la fiducia, il desiderio e la voglia di condivisione. Ed è a questo punto che risulta indispensabile porsi una domanda: cosa c’è dietro che non sta funzionando tra di noi?

L’intimità è fondamentale, e con questo termine non si fa riferimento solo alla sfera sessuale. Implica invece anche altri aspetti fondamentali come fiducia, complicità, consapevolezza delle necessità dell’altro.

Per tantissime coppie è fondamentale anche il contatto sessuale. E in mancanza di intimità, anche quest’ultimo potrebbe risentirne. La passione potrebbe diminuire, e anche questo è un sintomo di distanza emotiva.

Non aspettare che il vostro rapporto si raffreddi, non aspettare che manchi il coinvolgimento: comunica con il tuo partner. Per evitare che si crei una distanza emotiva "incurabile", dobbiamo comunicare, comunicare, comunicare! E, se pensi sia necessario, rivolgiti a un professionista specializzato in terapia di coppia che vi aiuterà a risolvere i vostri problemi.

psicologi
Linkedin
Scritto da

GuidaPsicologi.it

Lascia un commento
1 Commenti
  • Anna Maria Argese

    Argomento molto interessante grazie per le vostre spiegazioni esaustive

ultimi articoli su terapia di coppia